Cento idee

Problema parcheggi: ecco la soluzione

Idea di Luigi Amicarelli

Ciao a tutti, io abito in centro e fortunatamente la mia famiglia possiede solo una macchina. La fortuna risiede nel fatto che nella zona di casa esiste un numero limitato di parcheggi liberi i quali vengono occupati da chi prima arriva mentre i residenti devono fare giri infiniti per trovare un parcheggio che non sia a pagamento. Potremmo adottare delle metodiche combinate per migliorare la situazione:
  1. dividere la città in 3/4 zone e chiedere il pagamento del parcheggio solo quando fatto fuori dalla propria zona (così si scoraggierebbe anche l'uso sconsiderato della macchina per brevi tratti alleggerendo il traffico)

  2. concedere un abbonamento per il parcheggio a prezzo ribassato ai lavoratori che usino la macchina per raggiungere il luogo di lavoro se esso è fuori la propria zona di residenza o in alternativa concedere un abbonamento ridotto per l'uso del trasporto urbano

  3. aumentare il numero delle linee del trasporto urbano e/o il numero delle corse

  4. mettere in piedi un'alternativa al trasporto pubblico come il “Bike Sharing” (è ciò che avviene in Emilia Romagna, date uno sguardo anche voi e stupitevi => andate su www.parmapuntobici.pr.it/index.php?option=com_content&task=view&id=43&Itemid=56). Tradotto vuol dire “bici a noleggio” e a Parma costa una fesseria; è un servizio che permette di utilizzare gratuitamente una bicicletta per i piccoli spostamenti urbani evitando l’uso dell’auto. Funziona così: si paga un fisso l'anno (25€ come cauzione) per poter utilizzare bici che il comune mette a disposizione agli affiliati, gratuitamente per la prima mezz'ora (abbastanza per attraversare la città) e a pagamento per le successive usando delle tessere prepagate. Le bici si possono prendere e lasciare in parcheggi appositi presenti in 4/5 zone nevralgiche del comune (si tratterebbe di agganciare le bici comunali a delle colonnine automatizzate). Si potrebbe pensare di creare abbonamenti ridotti per anziani e per i non patentati così da fornire un’alternativa anche all’uso dei motorini. Tutto questo anche per dare un reale senso alle neonate piste ciclabili nella speranza che aumentino e che vengano curate nel tempo

  5. creare dei parcheggi scambiatori appena fuori il centro cittadino (oltre ad utilizzare già quelli esistenti tipo quello presente nei pressi dello stadio) per chi dal circondario si riversa sulla bella Trani riempiendola ulteriormente di macchine (come se non bastassero!!!). Nel prezzo del parcheggio dovrebbe essere compreso anche il trasporto gratuito a/r verso il centro città mediante navette per un numero di utenti pari a quelli che la macchina trasporta al momento del parcheggio.
Progetto ambizioso? Vero!. Fatemi passare la provocazione, ma ricordiamoci che solo chi vuole fa, chi non vuole… promette e basta!
  • Parcheggi
Altri contenuti a tema
1 Parcheggi a Trani, Loconte e Laurora: «Nulla si è fatto» Parcheggi a Trani, Loconte e Laurora: «Nulla si è fatto» Le soluzioni proposte da Italia in Comune
La verità, vi prego, sui parcheggi (e sui parcometri) La verità, vi prego, sui parcheggi (e sui parcometri) Mazza e panella di Giovanni Ronco
Da oggi a Trani il pagamento sosta sulle strisce blu anche con l'App Postepay Da oggi a Trani il pagamento sosta sulle strisce blu anche con l'App Postepay Una rivoluzionaria funzionalità per semplificare la vita degli automobilisti
Parcheggi gratuiti per le auto elettriche parcheggiate sulle strisce blu Parcheggi gratuiti per le auto elettriche parcheggiate sulle strisce blu L'iniziativa dell'assessore Di Gregorio per sostenere la mobilità sostenibile
1 Gestione parcheggi: Filomeno Cafagna avanza la sua proposta all'Amministrazione Gestione parcheggi: Filomeno Cafagna avanza la sua proposta all'Amministrazione Ma per il benessere dei cittadini aggiunge: «Non abbandoniamo i grattini»
5 Un’altra stagione da città pseudoturistica Un’altra stagione da città pseudoturistica Mazza e panella di Giovanni Ronco
La stagione estiva è finita ma il parcheggio selvaggio non muore mai La stagione estiva è finita ma il parcheggio selvaggio non muore mai L'amministrazione ancora contro il muro grigio della "terra di nessuno"
1 Trani, basta un Brignano per mandare la città in tilt? Trani, basta un Brignano per mandare la città in tilt? Auto sui marciapiedi o sulle rampe per disabili, pochi vigili tante infrazioni
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.