Inbox

«Trani non riparte senza imprenditori»

Lettera in redazione di Mauro Spallucci

Bisogna che sia patrimonio comune questa consapevolezza. L'imprenditoria rappresenta il più potente propulsore della crescita. Senza imprenditori non c'è crescita e sviluppo. Senza crescita non c'è occupazione. E senza lavoro non c'è futuro. Per cui la priorità è il lavoro. Le imprese devono avere il coraggio di assumere ed investire sui giovani che sono il rinnovamento. Per fare ciò i giovani devono avere più interesse ad una formazione di qualità e maggiore produttività nel trovare anche soluzioni che possono essere ritenute non ottimali ma che sono capaci di riavviare il meccanismo per reintrodurli nel mondo del lavoro. Ovviamente si devono favorire le condizioni.

Per dare ciò dobbiamo convincerci che l'economia prospera dove vi è libertà individuale e sociale. Diversamente ci si chiude in se stessi. La speranza progettuale va alimentata costruendo luoghi di incontro reale, luoghi di scambio per condividere le stesse preoccupazioni e gli stessi pensieri. Mettere faccia a faccia tutti coloro che sono ancora motivati e sono stanchi di chiacchiere superficiali. Bisogna tornare a esigere la sostanza per capire e di conseguenza per fare. Una riappropriarsi degli spazi comuni pensando alla città con spirito della ricostruzione. Per non arrendersi. Per non rinunciare a tenere aperti gli occhi. Per ritrovare cuori desiderosi di sfide. Per cercare la visione del futuro della nostra città. Ricostruendola insieme.

Ma come superare gli ostacoli esistenti e come avere una visione del futuro? Aprendo luoghi di discernimento economico. Alla scoperta di idee, lavoro. Per battere la crisi economica serve una mentalità agonistica che sia capace di produrre risultati e frutti. Buoni. Se mettiamo insieme le persone, le capacità delle nostre menti, le poche risorse esistenti possiamo pensare ad uscirne in tempi ragionevoli. Imprenditori da un lato e e dipendenti dall'altro. Tutti insieme in un'unica direzione e perché si possa lavorare al meglio, senza contrapposizione come è successo in passato. Magari sarebbe bello che i luoghi di discernimento generassero sintesi e proposte che siano capaci di far stare insieme creazione artistica, tradizione e futuro. Per fare ciò c'è bisogno di persone libere, capaci di essere promotori di una ritrovata relazione civile.

I nostri politici devono essere in grado di fornire normative chiare e semplici. Quanto prima. Gli imprenditori devono essere in grado di trovare "dentro " la forza positiva e la passione perché innamorati del futuro migliore per tutti. Coinvolgendo anche i cittadini che vivono di valori sani, che sanno creare buone relazioni, che sono capaci di rafforzare la comunità e che generano speranza. Pertanto tutti saremo riconoscenti. Già da subito. Grazie da subito. Un enorme grazie da subito a coloro che già si sono messi in questo percorso. Grazie di cuore anche ai cittadini che rendono così più bella la nostra città. Bella per tutti. Saper fare bellezza economica deve essere la spinta di tutti i protagonisti della ricostruzione della città. Ed anche della visione del futuro. Futuro di tutti e per tutti. Ad iniziare dai propri figli che non devono così più essere costretti all'esilio all'estero. Quanto meno debbono essere messi in grado di scegliere. La vita dei padri nella terra ricostruita per le nuove generazioni oppure il mondo aperto che li attende e forse li apprezza di più.


Mauro Spallucci,
vicepresidente diocesano Ucid, Unione cristiana imprenditori dirigenti Trani
  • Lavoro
  • Giovani
Altri contenuti a tema
Sergio Porcelli: quando un videogioco ti trasforma in game manager  Sergio Porcelli: quando un videogioco ti trasforma in game manager  Il giovane tranese dirige, a poco più di vent’anni, tutti gli eventi Fifa per il team Qlash
Il tranese Mirko Chietri è "Il più bello di Barletta 2018" Il tranese Mirko Chietri è "Il più bello di Barletta 2018" Con 410 voti porta a casa la fascia del concorso organizzato da Man Hair Group
Giuseppe Sinisi: «La mia vita fra musica e televisione» Giuseppe Sinisi: «La mia vita fra musica e televisione» Il giovane tranese ora redattore televisivo di "Portobello" condotto da Antonella Clerici su Rai Uno
Sergio Altomare: raccontare la realtà con una fotografia Sergio Altomare: raccontare la realtà con una fotografia Nel nuovo progetto di rinascita del brand americano Zoo York gli scatti del giovane tranese
Francesco Cioffi e i Medison: storie di vita ed emozioni trasformate in musica Francesco Cioffi e i Medison: storie di vita ed emozioni trasformate in musica La storia della band tra dischi,tour e nuovi progetti
Aiutare i giovani e le imprese, Trani potrebbe ripartire da un fondo di garanzia Aiutare i giovani e le imprese, Trani potrebbe ripartire da un fondo di garanzia Nuova proposta di Mauro Spallucci (Omi)
Sede Inps di Trani, contro la chiusura anche l'Unione generale del lavoro Sede Inps di Trani, contro la chiusura anche l'Unione generale del lavoro Il segretario regionale Sanzò chiede ai vertici di rivedere la posizione presa
Donatello Del Latte: da Trani a Capo Verde con SYnergia Donatello Del Latte: da Trani a Capo Verde con SYnergia Il suo progetto di sviluppo comunitario basato sull’arte e sulla cultura a Capo Verde
© 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.