Orizzonti
Orizzonti
Le Pagelle

Smuovere la città in nome della solidarietà: 10 in pagella per l'associazione Orizzonti

Questa settima un ottimo risultato anche per il sindaco Bottaro che conquista un 7

Amedeo Bottaro , voto 7: tempi duri per chi, come il sottoscritto, è affetto da sindacoidiosincrasia, malattia molto virtuale, diagnosticatami dal dott. Giuseppe Tarantini. Scherzi a parte, la nostra imparzialità s'impone e ci spinge ad osservare ed analizzare un'altra tappa della parabola ascendente del sindaco. Da fonti certe veniamo a sapere che la sicurezza della permanenza della sede dell' Inps è frutto di un interessamento personale e martellante ( così si fa) del sindaco Bottaro nei confronti dei vertici Inps. Se poi aggiungiamo lo sblocco dell'annoso nodo della strettoia di Pozzopiano ( avvio dell'iter per l'esproprio) e la "scommessa" di cui parlammo ieri ( leggi articolo: Finanziamento regionale per la discarica, Amedeo gioca al Rischiatutto) sui possibili 6 milioni di euro per bonifica della discarica, possiamo dire che si potrebbe avviare anche verso il voto 8. Ma, abituati ai giudizi equi, attendiamo il raggiungimento definitivo degli obiettivi. Ps: i voti bassi sono serviti.

Associazione Orizzonti, voto 10: anche quest'anno con l'avvicinarsi delle festività, Orizzonti muove e dà i giusti input per il risveglio della coscienza solidale. Ed il 10 stavolta non arriva per l'iniziativa in se, legata alla consueta raccolta dei generi alimentari per i poveri, ma per la capacità di smuovere e motivare una città solitamente tiepida come Trani, che risulta la più prolifica nel procacciare beni per la raccolta di quest'anno. Angelo Guarriello, destinatario insieme alla sua associazione del voto alto di questa settimana, appare come risorsa laica centrale e determinante- determinata, portatrice di una "santità" di fatto. Come quella analizzata e predicata il giorno di Ognissanti, quando si medita sulla consueta riflessione: tutti, nel nostro piccolo, possiamo essere "santi". E Angelo Guarriello incarna in pieno questo messaggio.

Mirko Chietri, voto 7: ci concediamo un po' di leggerezza. Pure per le sfilate di bellezza, i tranesi devono emigrare per affermarsi. Lui é tranese ma viene eletto mister Barletta. C'è qualcosa che non va? A Barletta scarseggiano i boni? Non vorrei che le barlettane ci restino male. Non vado oltre perché la mia Dirigente scolastica è barlettana e non vorrei creare un incidente diplomatico. Preside, si scherza un po'.

Centralina Telecom pericolante, voto 5,5: dopo la nostra segnalazione, la sollecita assessore Cecilia Di Lernia,ci garantisce di aver contattato l'azienda interessata perché si dia da fare per la riparazione. Le crediamo. Nel frattempo una richiamata non guasterebbe. Attendiamo la foto della centralina riparata e issata al pavimento col cemento.

Beppe Corrado, voto 5: il problema non é il salto della quaglia ( che per un ex seguace di Quagliriello non è male) che molti gli imputano. È che la politica è ormai trasfigurata da nobile impegno per la comunità, a caramelloso, carsico e ampio accordo sottobanco tra i vari attori sulla scena. E Trani, al di là di Corrado e delle sue peripezie, ne è il degno emblema. Altri attori o comparse attaccano di giorno il governo o Bottaro stesso. Poi , di sera, col favore delle tenebre, cercano
di succiare accordi, incarichi, visibilità. Di giorno leoni, di sera spompatori ( avviso alla signora Bottaro: tranquilla , trattasi di linguaggio figurato).

Area dirigenziale Comune di Trani, voto 3: in questi mesi mi sono confrontato con diversi tecnici, burocrati, politici, gente d'esperienza, nulla a che vedere con tanti pivellini saliti sulla scena magari come consiglieri o assessori mummificati, impagliati o in veste di lebbrosi guariti da Gesù ( di quelli che non andarono manco a ringraziare, tranne uno- anzi qui molti tirano calci-). Tutti convenivano su di un aspetto: la retrocessione e la decadenza di Trani ha una matrice ben precisa: al di là della poca rappresentativita' politica, il vero vulnus é la struttura dirigenziale debole del Comune di Trani, vessata da discontinuità, continue domande di trasferimento, mancanza di feeling con l'ambiente, impegni su più città. È anche su questo aspetto che il sindaco dovrebbe lavorare: trovare una linea di stabilità, un criterio comune, un comun denominatore, che riporti a Trani dirigenti di qualità e convinti di adoperarsi a lungo termine per questa missione: il rilancio di Trani.
  • Associazione Orizzonti
Altri contenuti a tema
Quasi 7 tonnellate di cibo donato: il successo della raccolta dell'associazione Orizzonti Quasi 7 tonnellate di cibo donato: il successo della raccolta dell'associazione Orizzonti Il secondo miglior risultato di sempre. Trani città da record
Il cibo del sorriso, a Trani torna la raccolta alimentare promossa da Orizzonti Il cibo del sorriso, a Trani torna la raccolta alimentare promossa da Orizzonti Sarà possibile donare gli alimenti in alcune parrocchie ed associazioni
Un "osservatorio della povertà" nel territorio laziale: l'associazione Orizzonti espande i confini Un "osservatorio della povertà" nel territorio laziale: l'associazione Orizzonti espande i confini Attivata a Guidonia una nuova base logistica collegata al sistema informatico dell'onlus tranese
1 Raccolta alimentare Orizzonti, Trani la più solidale tra tutti i comuni della Bat Raccolta alimentare Orizzonti, Trani la più solidale tra tutti i comuni della Bat In città raccolti oltre due chili di prodotti
Il cibo del sorriso, raccolta di alimenti nei punti vendita Dok, A&O e Famila Il cibo del sorriso, raccolta di alimenti nei punti vendita Dok, A&O e Famila L'iniziativa promossa dall'associazione Orizzonti
Integrazione: la lotta al pregiudizio inizia nella scuola D'annunzio Integrazione: la lotta al pregiudizio inizia nella scuola D'annunzio L'istituto e l’associazione Orizzonti uniti per un intento comune
Associazione Orizzonti, si conclude un anno all'insegna della solidarietà Associazione Orizzonti, si conclude un anno all'insegna della solidarietà E questa sera cena gratuita per i bisognosi nella pizzeria Cottura Media
Lo sport è di tutti, la manifestazione di Orizzonti si sposta ad Andria Lo sport è di tutti, la manifestazione di Orizzonti si sposta ad Andria In campo i diversamente abili impegnati in diverse discipline
© 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.