Rissa al porto
Rissa al porto
Mazza e panella

Dalla natura ai fini elettorali, la prossima "leccata" è sempre la migliore

Mazza e panella di Giovanni Ronco

Ora, per molti flosci aspiranti politici o già purtroppo in sella grazie ai voti del condominio e della suocera, è tempo di slinguare i proprietari dei locali, specie quelli che contribuiscono a montare la movida, condizione ormai quasi mitologica che va bene quando può portare voti o porre confronti col passato tra politici (quando c'ero io, c'era più movida), ma non va per niente bene ai comuni cittadini e residenti nei luoghi deputati alla stessa.

Questione di rispetto delle regole, al di là del Covid. Questione per cui pure i padroni dei locali diventano pedine dei giochi politici. I locali devono far rispettare e devono essi stessi rispettare le regole. Ora vediamo questa corsa allo slinguamento e alla difesa dei padroni dei locali, perché ne va dell'economia, della movida, del lavoro.

Tutte storie buone per il popolo sempliciotto, che a Trani è purtroppo spesso maggioranza, per giunta silente. Perché dicono, slinguando per un pugno di voti, che i locali non hanno responsabilità? Se il locale mette musica a palla (sfonda timpani, quindi fuori dalla regola) induce i gruppetti degli avventori a mettersi a ballare tutti intorno, quindi tutti ammassati.

Chi ha cominciato a non rispettare le regole? Poi è chiaro che i controlli delle forze dell'ordine (pattuglie fisse al porto, ma di questo già ci sarebbe stato bisogno da prima, vedi il grave caso Zanni) devono evitare il peggio (le risse dei pichiffi - voglio proprio vederli gli assistenti civici, finché chiamano la pattuglia con la radiolina-). Ma nel frattempo evitateci le leccate elettorali a chi se sbaglia deve pagare e basta. E soprattutto non ricominciare il sabato dopo. O un'ora dopo che la pattuglia è andata via.
  • Porto di Trani
  • Polizia
Mazza e panella

Mazza e panella

Ogni martedì su TraniViva Giovanni Ronco commenta i principali fatti politici della settimana su Trani e la sesta provincia pugliese

Indice rubrica
Altri contenuti a tema
Trovato in possesso di due martelletti frangivetro, denunciato un 17enne tranese Trovato in possesso di due martelletti frangivetro, denunciato un 17enne tranese Nello zaino rinvenuta anche sostanza stupefacente per uso personale
Estorsione e detenzione di sostanze stupefacenti, nove arresti ad Andria Estorsione e detenzione di sostanze stupefacenti, nove arresti ad Andria L'operazione "Caveau" della Polizia di Stato. Contestati reati anche a Trani
2 Tra Porto e molo S. Antuono, storie di cronica inciviltà tranese Tra Porto e molo S. Antuono, storie di cronica inciviltà tranese Lattine, buste di patatine sepolte tra gli scogli e cicche di sigarette: un campionario d'insulti alla città
Via Umberto, litigio tra due residenti degenera in una rissa Via Umberto, litigio tra due residenti degenera in una rissa Sul posto 118, Polizia di Stato e Carabinieri
Trani, in possesso di cocaina e marijuana: arrestato un 52enne Trani, in possesso di cocaina e marijuana: arrestato un 52enne In azione gli agenti della Polizia giudiziaria e le unità cinofile
3 Daspo urbano: «Un provvedimento di propaganda che sposta il problema in periferia» Daspo urbano: «Un provvedimento di propaganda che sposta il problema in periferia» Anpi, Cgil, Legambiente, Comitato Bene Comune, Libera Trani: «I decreti sicurezza vanno aboliti e non applicati»
2 Rino Povia: il dovere taciturno di un uomo perbene Rino Povia: il dovere taciturno di un uomo perbene Un uomo buono intento a compiere il suo dovere per il bene della comunità
Targhe contraffatte scambiate per originali, denunciato un 60enne di Trani Targhe contraffatte scambiate per originali, denunciato un 60enne di Trani L'automobilista fermato dagli agenti della Polizia di Stato a seguito di un controllo
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.