scritte a lungomare Mongelli
scritte a lungomare Mongelli
Mazza e panella

Ma non dimentichiamoci Colonna...

Degrado e “amene” immagini d’inciviltà

Mi va bene il progetto di riqualificazione del Porto, purchè sia un'operazione di vera valorizzazione e non di "stravolgimento" di un'insenatura tra le più suggestive d'Italia. Nel nome del profitto a tutti i costi, come spesso avviene. Valorizzare esaltando ciò che è già bello e che possa unire al vantaggio estetico, quello funzionale. Solo questo chiediamo. Ma se facciamo qualche chilometro e da lì ci spostiamo fino alla fine di quel tratto di costa che coincide con la "lingua di terra tranese", arriviamo fino a Colonna, penisola storica e adiacente lungomare Mongelli.

Solito pavimento sbrecciato qua e là, desolazione diffusa prima di arrivare ad un vialetto che in passato fu offerto alla Città come una "passeggiata" gradevole e attorniata da fiori e faretti per l'illuminazione serale (correvano gli anni dell'amministrazione Tarantini). Il declino in verità era già cominciato da subito, sia durate la stessa stagione tarantiniana, sia durante quella riserbatiana, per via di continui assalti vandalici e spray selvaggio, più volte stigmatizzati dai due sindaci. Ora, a parte una pedana per skateboard posta in fondo al vialetto, sembra che l'abbandono regni sovrano. Cumuli di feci, immaginiamo canine, nei primi angoli, nei primi metri di strada, come a dare il benvenuto al viandante; scritte di andriesi che odiano i tranesi (non è una nuova serie cult, ma un vecchio refrain di provincia); ultime aiuole, quelle in fondo a sinistra, prima di svoltare per il mare, quelle più belle e profumate (sono di tiglio) intasate di lattine, fazzolettini usati e buste di patatine.

Poi la svolta finale: transenne cadute (pericolo costante), pezzi di marmo mancante (idem), aroma d'urina asciugata dappertutto, sprofondo azzurro verso il bel mare inaspettato di questo autunno tranese. Inutile dire che la spiaggia è devastata dal moto ondoso e rimangono solo terriccio e massi informi. Questa è la cultura ambientale ai tempi degli "ambientalisti" al governo e in un contesto in cui abbiamo (avuto) personalità istituzionali in luoghi chiave a livello di rappresentatività politica. E non si dica che l'estate è finita e la gente va altrove. Un luogo ridotto così è un insulto alla nostra civiltà. Ridotta ai minimi storici.
  • Lungomare Mongelli
  • monastero di Colonna
Altri contenuti a tema
Bottiglie di birra abbandonate sul lungomare Mongelli Bottiglie di birra abbandonate sul lungomare Mongelli L'ennesimo episodio d'inciviltà che deturpa l'immagine della città
Lido Mongelli e quella brutta schiuma del pomeriggio: quale la causa? Lido Mongelli e quella brutta schiuma del pomeriggio: quale la causa? Il fenomeno si ripete puntuale ogni giorno, il comitato "Trani bene comune" chiede accertamenti
99 Monastero: installati stalli  per motocicli Monastero: installati stalli per motocicli L'intervento del Comune per cui era stato necessario bloccare l'accesso alla rampa
Ciclista ferito al lido Mongelli, Felice Corraro: «L'assessore Rondinone si dimetta» Ciclista ferito al lido Mongelli, Felice Corraro: «L'assessore Rondinone si dimetta» Il consigliere di Trani in Comune: «Trani non merita tanta superficialità e pericolosa incuria»
Monastero di Colonna, Di Leo: «Una delle grandi opere incompiute» Monastero di Colonna, Di Leo: «Una delle grandi opere incompiute» Il consigliere lamenta l'assenza di notizie sull'immobile dall'estate dello scorso anno
1 Monastero di Colonna, realizzata la passerella in legno per i bagnanti Monastero di Colonna, realizzata la passerella in legno per i bagnanti L’iniziativa di un privato per un passaggio al locale e alla costa più sicuro
1 Sosta a pagamento, installato parcometro sul piazzale di Santa Maria di Colonna Sosta a pagamento, installato parcometro sul piazzale di Santa Maria di Colonna Questa mattina operai dell'Amet in azione
Perché il Monastero di Colonna è ancora chiuso? Lima (FdI) pretende chiarezza Perché il Monastero di Colonna è ancora chiuso? Lima (FdI) pretende chiarezza Il consigliere: «Chiederò ai colleghi della IV commissione lavori pubblici di fare un sopralluogo e approfondire la situazione»
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.