Caruso
Caruso
Attualità

100 anni dalla nascita di Vincenzo Caruso, sindaco innamorato di Trani e della sua storia

Fra le sue opere, la Monumentale Storia di Trani in 6 volumi

Nel tessuto della storia delle città ci sono le persone che nel tempo ne hanno disegnato il profilo attraverso l'impronta che vi hanno lasciato. E gli anniversari, come quello di un secolo dalla nascita, ci inducono a ricordare in questi giorni Vincenzo Caruso, sindaco di Trani ma ancor di più consigliere comunale per un quarantennio, che ci ricorda un tempo in cui l'azione politica era legata a una coerenza di ideali, principi, azioni della quale nell'intero Paese vi è ormai solo una grande nostalgia.

Avvocato per competenze, politico per vocazione, legato profondamente alla sua Trani, all'ascolto e al confronto con tutti soprattutto con i meno privilegiati, da buon socialista di valori, Vincenzo Caruso era un Sindaco che aveva un sorriso per tutti , pronto ad ascoltare e a individuare soluzioni per i problemi della Città.

Ma era anche un intellettuale colto e raffinato, autore, tra le altre, di un'opera titanica che merita gratitudine e rispetto poiché, nel mettere Trani al centro della storia universale, ha offerto una visione preziosa che non sarebbe affatto sbagliato possa essere utilizzata nelle scuole, per dare un senso e un interesse nuovo soprattutto ai giovani oltre che agli studiosi: la consapevolezza di un passato contestualizzato nelle vicende che hanno attraversato i secoli può costituire importante bagaglio di consapevolezza per il futuro.

Vincenzo Caruso nasce a Trani il 7 agosto 1922. Dopo la maturità classica, si laurea in Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Bari nel 1945 ed è Procuratore Legale ed Avvocato dal 1947, iscritto all'albo speciale della Corte di Cassazione e Magistrature Superiori dal 1956. Fu gratificato con la Toga d'oro dell'ordine Forense di Trani nel 1998. Milita nel Partito d'Azione nel primo dopo guerra, poi Socialista. Viene eletto Consigliere Comunale di Trani ininterrottamente dal 1952 al 1992, ricopre incarichi nell'amministrazione comunale di Centro-Sinistra come Assessore alla Polizia Urbana e Annona, alle Finanze e Bilancio, ai Lavori Pubblici e Urbanistica, Vice Sindaco e poi Sindaco dal 7 agosto 1985 al 22 novembre 1986.

Presidente dell'Assemblea generale della U.S.L. Bari 4 Trani/Bisceglie dal 1982 al 1984. In rappresentanza del Ministro del Lavori Pubblici, Giacomo Mancini, è stato nel Consiglio di Amministrazione dell'Ente Autonomo Acquedotto pugliese (EAAP) dal 1966 al 1979, dalla cui esperienza ha maturato la pubblicazione del "Compendiario degli Acquedotti Pugliesi e Lucani", Edito da Liantonio nel 1976. È stato nel Consiglio Direttivo della Comunità dei Porti Adriatici sede Venezia-Roma dal 1985 al 1987. Viene insignito nel 1970 della Cittadinanza Onoraria del Comune di Caposele (AV), "per l'azione e l'opera da lui svolta tenacemente a favore dell'affermazione dei diritti civili e morali del Comune di Caposele".

Ha svolto vari studi e relazioni in materia forense, amministrativa ed urbanistica: in particolare, in tema di "Previdenza forense", di "Protezione del Mare Adriatico dall'inquinamento" e di "Salvaguardia dei Centri storici". È stato promotore nel 1986 del Gemellaggio "Trani-Dubrovnik" e della relativa Regata velica.

È stato tra l'altro coprogettista e autore del "Piano regolatore generale del Territorio di Trani nel 1968", pubblicato dalla Tipografia "Leoncavallo" di Trani. Nel 1999, dopo 14 anni di studi e ricerche, ha pubblicato in sei volumi (tre tomi di due volumi ciascuno, di più di 5.000 pagine) l'opera "Meridione Puglia, Trani nella Storia Universale", Edizioni Liantonio di Palo del Colle, presentata ufficialmente presso l'Istituto Italiano degli Studi Filosofici di Napoli con l'intervento introduttivo del professore e senatore a vita Francesco De Martino. Ha pubblicato nel 2001 "Il Castello di Trani Bene Demaniale Comunale" Ed. Coop. Arti Grafiche di Bari e nel 2002 "Acquedotto Pugliese: L'illusorio assalto alla realtà idrica ultrasecolare del Mezzogiorno d'Italia", Edizioni Liantonio.

Nell'ottobre del 2005 ha interrotto la stesura del suo ultimo lavoro "Dalla repubblica napoletana del 1799 alla repubblica italiana del 1946", di circa 470 pagine. Muore a Trani il 16 agosto 2006.
  • Storia di Trani
Altri contenuti a tema
Venerdì all'Anmi la storia dei marinai tranesi sulla  Regia Corazzata Roma Venerdì all'Anmi la storia dei marinai tranesi sulla Regia Corazzata Roma Una vicenda appassionante della Seconda Guerra Mondiale
E l'edicola se ne va. La crisi degli "eroi del quotidiano" E l'edicola se ne va. La crisi degli "eroi del quotidiano" Rimossa la struttura, ormai chiusa, in via Tasselgardo
La disfida di Trani, oggi nuovo appuntamento con Mario Schiralli La disfida di Trani, oggi nuovo appuntamento con Mario Schiralli Penultimo incontro presso la sede Arsensum
"La Befana del Vigile": l'immagine della città e le tradizioni dagli anni '50 "La Befana del Vigile": l'immagine della città e le tradizioni dagli anni '50 Una festa "uscita di scena" nel corso degli anni
1 Il libro rosso, secondo appuntamento targato Arsensum col professor Mario Schiralli Il libro rosso, secondo appuntamento targato Arsensum col professor Mario Schiralli Nel documento compendiati oltre cinque secoli di storia della città attraverso le varie dominazioni che si sono succedute
7 Deportati, internati e partigiani tranesi: i nomi Deportati, internati e partigiani tranesi: i nomi Uno studio di Francesco Pagano in occasione dei famosi fatti del 18 settembre 1943
2 Olocausto dei tranesi in Crimea: scomparso uno degli ultimi superstiti, Natale De Martino Olocausto dei tranesi in Crimea: scomparso uno degli ultimi superstiti, Natale De Martino Il ricordo di Franco Caffarella
I lattai a domicilio I lattai a domicilio I luoghi della memoria di Giovanni Ronco
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.