IMG. <span>Foto Stefania De Toma</span>
IMG. Foto Stefania De Toma
Eventi e cultura

Addio a Gigia De Lia, professoressa di generazioni di tranesi

Aveva insegnato storia e filosofia e era attiva nel sociale e nelle attività culturali della Città

Quando se ne vanno persone come la professoressa De Lia è davvero come se la città diventasse più povera.

Tantissimi sono insegnanti e lasciano bei ricordi e impronte importanti nei propri allievi; ma nel caso di alcuni quell'impronta è talmente preziosa da risuonare nell'intera comunità.

La professoressa De Lia aveva detto che nella sua attività di volontariato era sempre stata supportata da tanti suoi allievi nei quali evidentemente aveva seminato buoni principi oltre che un caro ricordo tra i banchi di scuola.

Già, il volontariato. Aveva novantatrè anni ma era stata attiva e instancabile fino a poco tempo prima di andarsene - due giorni fa - per problemi di salute ai quali aveva sempre reagito con l'energia di una guerriera per dedicarsi al sociale, alla crescita culturale, alla solidarietà.

La professoressa De Lia era nata a Como e alla Università Cattolica di Milano aveva incontrato il suo amato marito, purtroppo scomparso troppo giovane. Ai quattro figli ha fatto da madre e padre, mentre la sua carriera scolastica la portava dal Collegio dei Barnabiti, alla scuola media "Bovio", alla Ragioneria - dove ha insegnato italiano - e ai Licei classico e infine allo Scientifico, dove per una ventina d'anni ha ricoperto il ruolo di vicepreside. Ha trasmesso la passione per la storia e la filosofia a generazioni di tranesi grazie anche al senso etico profondo che portava dentro di sé e che aveva le radici in una incrollabile, gioiosa e piena fede cattolica.

Tra le tante attività cui si è dedicata dopo il pensionamento vogliamo ricordare il suo ruolo di socia fondatrice e per anni consigliera del Club per l'UNESCO di Trani, con un apporto sempre attivo e prezioso grazie a esperienza, cultura, sensibilità autentiche; ma anche il suo contributo nel Tribunale dei Diritti per il Malato cui si è dedicata, pur con gli acciacchi dell'età, sia intervenendo telefonicamente per risolvere situazioni, sia nel contatto diretto nella Sede T.D.M. dell'Ospedale di Trani, ovviamente prima dell'inizio della pandemia.

Una donna tranese che ha lasciato il segno seminando affetto e disponibilità oltre che un esempio di coraggio, tenacia, forza di volontà. E soprattutto un vuoto profondo nella sua famiglia (era nonna di tanti nipoti e di recente aveva avuto la gioia di diventare bisnonna), nei suoi alunni e nei tanti amici che ieri, a distanza o nella funzione religiosa nella Chiesa del Sacro Cuore, hanno salutato un'amica sincera, colta, generosa, indimenticabile.

Quella voce dal tono morbido, affettuosa, rassicurante, dall'altro capo del telefono - "sono Gigia De Lia"- mancherà davvero a molti.
  • Scuola
  • Volontariato
Altri contenuti a tema
Perdite d' acqua. O di danaro pubblico: le pesanti bollette pagate per scuole chiuse o a mezzo servizio Perdite d' acqua. O di danaro pubblico: le pesanti bollette pagate per scuole chiuse o a mezzo servizio La denuncia di Maria Grazia Cinquepalmi, che auspica controlli e verifiche degli impianti per questi consumi "anomali"
Scuola in Puglia, in classe rientrato il 55% degli alunni Scuola in Puglia, in classe rientrato il 55% degli alunni Romito (Anp Puglia): «Scelta di “non governo” che affida la speranza di diminuire il contagio ad un comportamento da parte dei singoli»
1 Scuola, il Governo pensa di impugnare l'ordinanza di Emiliano Scuola, il Governo pensa di impugnare l'ordinanza di Emiliano La conferma del premier Draghi: «Stiamo valutando, non abbiamo ancora preso una decisione»
1 Prof. de Iuliis: "Una scuola senza voti, perché studiare è amare" Prof. de Iuliis: "Una scuola senza voti, perché studiare è amare" La riflessione di Gianni de Iulis dopo lo straordinario riscontro di "Dantiamo tutto l'anno"
1 Volontariato, Comune e Csv San Nicola insieme per la promozione d'iniziative Volontariato, Comune e Csv San Nicola insieme per la promozione d'iniziative Approvato lo schema di protocollo d'intesa
Scuole in rete per la didattica outdoor, coivolto anche l'Istituto Aldo Moro di Trani Scuole in rete per la didattica outdoor, coivolto anche l'Istituto Aldo Moro di Trani Un laboratorio per riscoprire la meraviglia dei luoghi
Vulnerabilità sismica degli edifici scolastici di Trani, la richiesta d'Italia in Comune Vulnerabilità sismica degli edifici scolastici di Trani, la richiesta d'Italia in Comune De Simola: «Programmare questo tipo d'investimenti dovrebbe costituire una delle priorità delle amministrazioni comunali»
I dubbi del centro destra sull'appalto del servizio di assistenza scolastica I dubbi del centro destra sull'appalto del servizio di assistenza scolastica Probabile accesso agli atti per verificare "che non ci siano impedimenti giuridici"
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.