Delfino morto
Delfino morto
Ambiente

Carcassa di un delfino sugli scogli rimossa dalla Capitaneria

I resti in decomposizione erano lì da tre giorni

Ogni volta che le videocamere dei telefonini riescono a riprendere il passaggio dei delfini è una gioia per tutti, è il segno che il nostro mare è abitato da queste creature meravigliose capaci di interagire con l'uomo in maniera straordinaria. Vederli cavalcare tra le onde è uno spettacolo che allieta, stupisce, entusiasma.

Allo stesso modo, al contrario, rattrista vederne giungere sulla costa le carcasse, creature di solito uccise dall'inquinamento e dalle plastiche. L'ultimo esemplare è arrivato già cadavere sugli scogli del molo sant'Antuono tre giorni fa, più o meno all'altezza del locale "Il vecchio e il mare".

Ma solo ieri, nonostante l'immediato sollecito alla Capitaneria di Porto, esperti abilitati allo smaltimento sono intervenuti per portarlo via, in una faticosa e pietosa operazione di sezionamento e rimozione.

L'inconfondibile becco rimasto intatto, che dà ai delfini quell'aspetto sorridente, ne ha reso ancora più triste la visione.

Non conosciamo le cause di questo decesso ma è presumibile l'inquinamento. Sentirci impotenti non basta. Ognuno deve impegnarsi a non inquinare. Partendo dai palloncini lanciati in volo fino ai mozziconi di sigarette, persino ai filini di plastica che li aprono, i pacchetti delle sigarette. Ognuno di noi è responsabile di questa terra e questo mare. Se ne fossimo consapevoli la natura farebbe il suo corso in modo diverso.
Carcassa delfinoCarcassa delfinoCarcassa delfinoCarcassa delfinoCarcassa delfino
  • Mare
Altri contenuti a tema
Ancora una carcassa di delfino rinvenuta dai bagnanti sulla costa tranese Ancora una carcassa di delfino rinvenuta dai bagnanti sulla costa tranese Il ritrovamento nei pressi dello stabilimento Spiaggia Verde
8 Serenity saluta Trani. Il capitano: «Un approdo meraviglioso nel viaggio della famiglia reale» Serenity saluta Trani. Il capitano: «Un approdo meraviglioso nel viaggio della famiglia reale» Partita stamattina presto la lussuosa imbarcazione dei principi del Bahrain
“Senza mare non so amare”:  si concretizza il progetto di sostenibilità ambientale di Nugnes “Senza mare non so amare”: si concretizza il progetto di sostenibilità ambientale di Nugnes Installato nel porto di Trani l'innovativo sistema di smaltimento di rifiuti in collaborazione con Seabin Project e Love Boat
Liberati in mare due esemplari di tartaruga caretta caretta Liberati in mare due esemplari di tartaruga caretta caretta L'operazione è avvenuta con il coinvolgimento dei giovani a rischio devianza inseriti in un progetto di recupero
Senza mare non so amare, sul Porto di Trani il primo sistema di smaltimento rifiuti donato da Nugnes Senza mare non so amare, sul Porto di Trani il primo sistema di smaltimento rifiuti donato da Nugnes Continua l'impegno dell'azienda di moda in tema di sostenibilità ambientale
2 Bandiere Blu, in Puglia sono 18: non c'è Trani Bandiere Blu, in Puglia sono 18: non c'è Trani Nella Bat assegnata a Bisceglie e Margherita di Savoia
Ordinanza balneare 2022: da domenica 1° maggio lidi aperti in Puglia Ordinanza balneare 2022: da domenica 1° maggio lidi aperti in Puglia Una campagna ad hoc contro il fumo e 400mila euro per i Comuni costieri
Giornata nazionale del mare e della cultura marinara, iniziative anche a Trani Giornata nazionale del mare e della cultura marinara, iniziative anche a Trani Prevista la liberazione in mare di esemplari di tartaruga
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.