Profughi ucraina
Profughi ucraina
Solidarietà

Emergenza Ucraina: l’impegno della Caritas diocesana a sostegno della popolazione

Le indicazioni da parte dell’arcivescovo mons. D’Ascenzo

Prepararsi a dare la propria disponibilità all'accoglienza dei profughi che arriveranno nei territori diocesani: l'arcivescovo mons. Leonardo D'Ascenzo, in applicazione di una richiesta della Cei e della Caritas Italiana, con la lettera "Quaresima di Carità per la popolazione ucraina", diramata nei giorni scorsi, oltre alle indicazioni su una raccolta fondi economici fa riferimento alla "predisposizione all'accoglienza di quanti sono in fuga dalla guerra, soprattutto donne, bambini e anziani che arrivano nel nostro territorio diocesano".

Per quanto riguarda quest'ultima, il documento della Caritas parla di l'accoglienza residenziale e a percorsi di accoglienza in famiglia.
«L'accoglienza residenziale – si legge nel documento - dei profughi ucraini è curata dal Ministero dell'Interno e dalle Prefetture su disposizioni ministeriali, nell'ambito delle strutture consolidate di prima accoglienza (Cas) e seconda accoglienza (sistema Sai) che forniscono ogni supporto qualificato (accoglienza, orientamento, mediazione, assistenza sanitaria, inserimento scolastico, se ci sono minori, supporto sociale e psicologico, reinserimento sociale) anche con riferimento a ricongiungimenti familiari e ottenimento dei permessi di soggiorno. Questo servizio verrà finanziato dal Ministero dell'Interno a seguito della stipula della convenzione tra l'Ente gestore (dotato di personalità giuridica) con il Ministero dell'Interno attraverso l'Ufficio Immigrazione della Prefettura.

Sono previsti, inoltre, percorsi di accoglienza in famiglia. "Le famiglie che intendono offrire la loro disponibilità alla accoglienza dei profughi ucraini dovranno comunicarlo al responsabile Caritas Parrocchiale (detta comunicazione verrà trasmessa alla Prefettura per il tramite del Delegato della Caritas Diocesana); ai Servizi Sociali del proprio Comune.

Tutte le spese economiche necessarie per garantire l'accoglienza saranno esclusivamente a carico delle famiglie accoglienti o di chi organizza l'accoglienza. Le famiglie accoglienti che hanno segnalato la disponibilità saranno successivamente contattate per una verifica concreta della possibilità di accoglienza e per conoscere le opportune informazioni sulle risorse territoriali disponibili a loro supporto».

Per segnalare la disponibilità all'accoglienza è necessario compilare l'apposita scheda che è possibile ritirare in parrocchia o sul sito diocesano www.arcidiocesitrani.it.
  • Caritas
Altri contenuti a tema
Cenone di Natale: la Caritas mantiene viva l'iniziativa del compianto Pinuccio Casalino Cenone di Natale: la Caritas mantiene viva l'iniziativa del compianto Pinuccio Casalino Numerose anche le attività di solidarietà delle parrocchie ed associazioni
Giornata Mondiale del Povero, le iniziative previste a Trani il prossimo fine settimana Giornata Mondiale del Povero, le iniziative previste a Trani il prossimo fine settimana Pasti, collette alimentari e momenti di preghiera
1 Dalle panchine alla Caritas Dalle panchine alla Caritas Sistemazione provvisoria per la famiglia tranese in difficoltà economiche
Emergenza sanitaria, consegnati oltre 200 pacchi alle famiglie in difficoltà Emergenza sanitaria, consegnati oltre 200 pacchi alle famiglie in difficoltà Ingenti approvvigionamenti dal banco alimentare in favore delle Caritas delle parrocchie cittadine
La parrocchia San Giovanni organizza una raccolta alimentare per la Caritas La parrocchia San Giovanni organizza una raccolta alimentare per la Caritas L'iniziativa per aiutare le famiglie bisognose di Trani
Trani accoglie 18 migranti sbarcati dalla nave "Diciotti" Trani accoglie 18 migranti sbarcati dalla nave "Diciotti" L'accoglienza raccontata dal direttore della Caritas diocesana, don Raffaele Sarno
Parrocchia Santa Chiara, giovedì l'inaugurazione della sede Caritas Parrocchia Santa Chiara, giovedì l'inaugurazione della sede Caritas Nuovi spazi per pasti, raccolte di vestiti e bagno con doccia
Aperto il dormitorio per i senzatetto: oggi la benedizione del cardinale Monterisi Aperto il dormitorio per i senzatetto: oggi la benedizione del cardinale Monterisi Sarà intitolato al compianto monsignor Pichierri
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.