Corte dei Conti
Corte dei Conti
Politica

Gestione finanziaria 2017, Barresi risponde a Lignola: «Assurde giustificazioni»

La controreplica della consigliera d'Italia in Comune all'assessore al bilancio

Gentile Assessore Lignola, a volte è "Meglio un silenzio sensato che parole senza alcun senso" , usate, a mio avviso, per rendere poco chiara la vicenda sui controlli da parte della Corte dei Conti, controlli che in questi giorni arrivano al Comune di Trani come se piovesse, infatti, vi guardate bene dal riferire ai cittadini notizie sulla seconda ispezione della Corte dei Conti, effettuata questa volta dalla Sezione Regionale di Bari, (delibera n.69/2019) oltre a quella già avvenuta da Roma.

Rispondere alle sue assurde giustificazioni non è poi così difficile, anche per me che, nonostante l'iscrizione all'albo dei "Ragionieri e Commercialisti", non sono, però, esperta di contabilità della pubblica amministrazione, ma nonostante ciò cercherò di evidenziarLe, solo, alcuni passaggi dove, Lei stesso, è caduto in forte contraddizione e proprio per la stima che ho di Lei non mi comporterò come qualcuno che fa di Lei un pungiball o è sempre pronto ad immolarla in nome di un principio superiore, ma che superiore non è. Riconosco in Lei un grande esperto di finanza commerciale privata, ma non certo di quella pubblica.

L'ASSESSORE INIZIA IL SUO comunicato stampa, attribuendomi la frase "Non siamo inaffidabili," mentre io ho scritto che siete "INATTENDIBILI" termine, peraltro non mio, ma della Corte dei Conti di Roma.

Ma Lei, caro Assessore scrive dandomi ragione su quello che io avevo scritto in precedenza? Infatti, mi dà totalmente ragione quando afferma, che la Corte dei Conti ha effettuato un'analisi sui controlli interni. Ora mi domando e Le domando se sappiamo cosa sono i controlli interni per un ente e a cosa servono?

Ebbene essi sono un'esigenza imprescindibile per la salvaguardia dell'integrità e della trasparenza della gestione delle risorse finanziarie pubbliche, assegnate alle autonomie territoriali. Il rispetto di tali obblighi di finanza pubblica, vengono posti a tutela dei principi di equità intergenerazionale e di stabilità finanziaria, certamente il loro mancato esercizio nella funzione pubblica di controllo interno, pone in serio rischio l'attendibilità finanziaria di un Ente. Questo passaggio è chiaro, tra l'atro Lei ha riportato benissimo quanto io affermavo nella mia segnalazione sulla stampa, dicendo che i controlli interni hanno la finalità di verificare quanto sopra descritto.

Ciò che ritengo assurdo è quello che veicola ai cittadini a mezzo stampa, lei formula una frase assolutamente preoccupante: "occorre riconoscere che l'amministrazione compilando in maniera corretta ed onesta il questionario della Corte dei Conti di Roma, non ha nascosto nulla (?).

Mi domando, perché si poteva o si voleva trasmettere notizie non oneste e false? Credo che un'amministrazione si debba porre nei confronti dei cittadini e degli enti di controllo rispettando i principi di trasparenza, legalità e veridicità.

Voi, inoltre, affermate di essere stati onesti e corretti nei confronti della Corte dei Conti, quindi, confermando di aver riportato la reale situazione finanziaria, affermate… e questo ci preoccupa, non poco, ciò che evidenzia e riporta a pag. 45 la Corte dei Conti di Roma, perchè rispecchia la realtà… e Lei Assessore che lo conferma lo sa bene, la Corte dice: " Per tutti questi Enti (Comune di Trani in testa rischio medio-alto Le ricordo) il controllo delle Sezioni Regionali competenti deve essere particolarmente attento.

Ora Assessore il concetto, dopo le sue affermazioni, di aver prospettato con onestà e correttezza la situazione del Comune di Trani, è più chiaro e se La Corte dei Conti dichiara che, "il Comune di Trani "INATTENDIBILE" è perche ha valutato le vostre trasparenti dichiarazioni, inserite nel famoso questionario.

Quando l'Assessore, afferma che, "la Corte dei Conti ha esercitato un controllo privo di sostegno probante, privo di una più approfondita analisi (arriverà presto da Bari il controllo) condotta sugli elementi di fatto, region per cui sconta necessariamente un grado di relativa approssimazione," allo stesso tempo giudica irrilevante e negligente il controllo esercitato dalla Corte dei Conti, a questo punto lo deve dire a loro e non a me, non sono io ad accusarvi, io ho riportato, semplicemente i dubbi e le preoccupazioni della Corte dei Conti, ora le chiedo: "lei si sta arrampicando sugli specchi per smontare le mie affermazioni o per smontare i rilievi della Corte dei Conti?"

Se per voi, ciò che ha scritto la Corte dei Conti è paragonabile ad una barzelletta, come mai nessuno dei suoi colleghi, ma soprattutto dei consiglieri comunali di maggioranza sono stati informati della presenza in comune della delibera n.23/SEZAUT/2019 che, invece, solo Lei e pochi intimi conoscevate?

Colgo l'occasione per ricordarle di informare la cittadinanza che, entro il 5 6 settembre 2019 si dovrà tenere un Consiglio Comunale monotematico su un altro grosso problema, quello dei rilievi finanziari e amministrativi evidenziati dalla Corte dei Conti Sezione Regionale di BARI (delibera 69/2019/PRSP) anche per gli anni 2015-2016, mentre continuano a persistere ad oggi anche le violazioni per gli anni 2017-2018 (parole della Corte) a questo punto non mi resta che augurarvi la lettura di un buon libro intitolato: io speriamo che me la cavo.

Anna Maria Barresi, consigliera comunale d'Italia in Comune
  • Anna Maria Barresi
Altri contenuti a tema
Conti finanziari, Barresi: «Nel 2017 Trani inserita tra i Comuni con un rischio medio alto» Conti finanziari, Barresi: «Nel 2017 Trani inserita tra i Comuni con un rischio medio alto» La consigliera espone la relazione della Corte dei Conti sul controllo di qualità e gestione
Ringhiere sul lungomare di nuovo arrugginite, la denuncia di Barresi Ringhiere sul lungomare di nuovo arrugginite, la denuncia di Barresi «Sindaco, non ci delizi più con i suoi spot elettorali. Mancano appena 38 domeniche al voto»
1 Amiu, Anna Maria Barresi risponde all'ingegner Nacci Amiu, Anna Maria Barresi risponde all'ingegner Nacci La consigliera: «Non mi stancherò mai di chiedere assoluta trasparenza a chi amministra le aziende pubbliche di questa città»
Concorsi Amiu, Barresi: «Ancora mancate risposte dall'ingegner Nacci» Concorsi Amiu, Barresi: «Ancora mancate risposte dall'ingegner Nacci» «Mi stupisce e allo stesso tempo mi preoccupa questo suo silenzio»
Assunzioni Amiu, Barresi: «Il mio compito è il controllo della vita amministrativa» Assunzioni Amiu, Barresi: «Il mio compito è il controllo della vita amministrativa» La controreplica della consigliera all'ingegner Nacci
Scuola Corsara, alla "Baldassarre" 750 studenti in festa per la conclusione dei laboratori artistici Scuola Corsara, alla "Baldassarre" 750 studenti in festa per la conclusione dei laboratori artistici Un grande lavoro di squadra per contrastare l'abbandono scolastico e la povertà educativa
Cavalcaferrovia di via Istria e villa in via Verdi in preda al degrado: la denuncia della consigliera Barresi Cavalcaferrovia di via Istria e villa in via Verdi in preda al degrado: la denuncia della consigliera Barresi «E' il segnale chiaro e forte della vostra incapacità ad amministrare la città»
«Il sindaco ottimo giocatore di risiko, tra mal di pancia e balzelli delle poltrone» «Il sindaco ottimo giocatore di risiko, tra mal di pancia e balzelli delle poltrone» Nuova lettera in redazione di Anna Maria Barresi
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.