Anna Barresi
Anna Barresi
Politica

Parco delle Tufare, Barresi: «Un'altra opera incompiuta, con soldi spesi»

L'intervento dell'ex consigliera sul blocco dei lavori

Dobbiamo, ancora una volta, assistere al blocco di lavori, questa volta si tratta del cantiere del "Parco delle Tufare", nato grazie all'amministrazione Tarantini con il Contratto di Quartiere. Ebbene, ai cittadini avevamo già fatto conoscere la situazione di questo consorzio, che non aveva rispettato ciò che era stato previsto nel progetto per risolvere i problemi che si sarebbero presentati, soprattutto, ai residenti di quella zona. Il progetto prevedeva le barriere antirumore, i cannoni nebulizzatori di acqua che non avrebbero permesso alle polveri di rendere l'aria irrespirabile ed inoltre era prevista una corsia dove i mezzi prima di uscire dal cantiere venivano lavati, in modo da non sporcare la città al loro passaggio. Tutti questi accorgimenti, sarebbero stati utili se realizzati, pazienza ci saremmo sacrificati per i mesi dei lavori, ma non al punto di pagarli e passare per fessi!! Si, cari cittadini noi questi lavori previsti dall'azienda e non realizzati li abbiamo pagati... oltre il danno la beffa, è il caso di dire.

Inoltre la cosa strana è che il progettista individuato dall'azienda è di Andria ed è lo stesso che redige, con un copia incolla il progetto del Parco per una ditta di Isernia, che però deve fare tutt'altro, infatti, il progetto riguarda il ripascimento della costa.

Su questo ponemmo delle interrogazioni all'amministrazione Bottaro, trattandosi di soldi dei cittadini, ma in questi casi l'amministrazione né sente e né vede. Noi tranesi abbiamo già dato più di 400 mila euro a questo consorzio che vanta (si fa per dire) un'interdittiva Antimafia prefettizia, situazione che va avanti da molto tempo. Ecco che ci ritroviamo un'altra opera incompiuta, con soldi spesi, con del verde già sistemato e destinato, senza cura, al deperimento. Ora ci aspettiamo che l'amministrazione vada a farsi selfie e video, come hanno fatto per l'inaugurazione, ma questa volta per immortalare il loro ennesimo fallimento!

- Anna Maria Barresi
  • Anna Maria Barresi
Altri contenuti a tema
1 Italia in Comune, Barresi lascia: «Non condivido la linea politica da essa adottata» Italia in Comune, Barresi lascia: «Non condivido la linea politica da essa adottata» «La mia idea di rinascita per la città parte dalla ricostruzione delle partecipate Amiu e Amet»
Campi e terreni in stato di abbandono, Barresi denuncia ordinanze non rispettate Campi e terreni in stato di abbandono, Barresi denuncia ordinanze non rispettate La consigliera di Italia in Comune chiede la bonifica immediata
1 Cattiva gestione dell’isola ecologica, botta e risposta tra Barresi e Nacci Cattiva gestione dell’isola ecologica, botta e risposta tra Barresi e Nacci La consigliera: «Il trasbordo su gomma avviene quotidianamente»
1 Parco e pista ciclabile in via Falcone, Barresi: «Obiettivo raggiunto» Parco e pista ciclabile in via Falcone, Barresi: «Obiettivo raggiunto» Aggiudicati provvisoriamente i lavori ad una ditta locale. «Questa vittoria è di tutti i cittadini»
1 Alloggi in via Grecia, Barresi: «Ancora oggi i lavori non sono stati completati» Alloggi in via Grecia, Barresi: «Ancora oggi i lavori non sono stati completati» La consigliera di minoranza denuncia diverse criticità
Coronavirus e bar: Barresi, Loconte e Tolomeo chiedono di anticipare l'apertura mattutina Coronavirus e bar: Barresi, Loconte e Tolomeo chiedono di anticipare l'apertura mattutina La richiesta «per permettere agli operatori commerciali di aver maggior attrattiva e lenire le ferite di questi mesi»
Tempo scaduto: la consigliera Barresi scrive al sindaco Bottaro Tempo scaduto: la consigliera Barresi scrive al sindaco Bottaro «Basta fomentare clientelismo. Questa situazione è intollerabile e crea disagio e tumulto sociale»
"Fase 2", richiesti provvedimenti concreti a sostegno del tessuto socio-economico cittadino "Fase 2", richiesti provvedimenti concreti a sostegno del tessuto socio-economico cittadino Barresi, Loconte e Tolomeo: «Bisogna fare presto, è giunta l’ora di smetterla di girarsi dall’altra parte»
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.