Intervento Carabinieri zona Porto
Intervento Carabinieri zona Porto
Cronaca

Omicidio Zanni, non ancora ritrovata l'arma del delitto

Ecco una nuova ricostruzione dei fatti, proseguono gli interrogatori

Sarebbe stato uno sgambetto il motivo della rissa sfociata nell'omicidio di Biagio Zanni. E' quanto emergerebbe dall'interrogatorio del 19enne indagato perché ritenuto coinvolto nel violento parapiglia andato in scena la notte fra sabato e domenica in Via Statuti Marittimi.

Lo sgambetto sarebbe addebitabile ad un amico di Zanni all'arrivo presso una pizzeria della zona porto del gruppo di giovani composto dallo stesso 19enne (che in quel locale avrebbe raggiunto il 44enne padre ed il resto della famiglia) e da 3 minorenni. Dalle parole di reazione ai fatti il passo sarebbe stato breve. Botte da orbi sino all'accoltellamento di Zanni che sarebbe stato commesso da un 15enne, il più giovane dei minorenni.

L'arma del delitto non è stata rinvenuta e probabilmente difficilmente lo sarà. Le perquisizioni domiciliari non hanno dato esito positivo: l'arma potrebbe esser stata buttata in un cassonetto o per strada durante la concitata fuga successiva al grave ferimento che poi ha causato la morte del 34enne tranese.

I Carabinieri sarebbero a buon punto per l'identificazione dell'amico di Zanni che, secondo indiscrezioni in attesa di conferma, in passato sarebbe stato già noto per i "fastidi" creati dopo qualche "bicchiere" di troppo. Zanni avrebbe difeso l'amico dalle prime reazioni della combriccola di giovani.

Intanto la posizione dei 3 minorenni è passata, per competenza, al vaglio della Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Bari. L'inchiesta prosegue alacremente. Anche questo pomeriggio nella caserma dei Carabinieri di Trani, coordinati dal pubblico ministero tranese Marcello Catalano, si sono svolti altri lunghi interrogatori. Non si escludono novità importanti; diverse dal funerale di Zanni e dal lutto cittadino.
Carico il lettore video...
  • Carabinieri
  • Procura di Trani
  • Omicidio Zanni
Altri contenuti a tema
Sette anni dalla scomparsa del dott. Nicola Barbera, il ricordo del suo garbo Sette anni dalla scomparsa del dott. Nicola Barbera, il ricordo del suo garbo La brillante carriera, il ruolo di Capo della Procura tranese
Favori in divisa, ora tocca al giudice: udienza preliminare fissata il 12 aprile Favori in divisa, ora tocca al giudice: udienza preliminare fissata il 12 aprile 32 gli imputati, uno ha chiesto il rito abbreviato. Alla sbarra anche tre Carabinieri e un agente della Polizia Penitenziaria
Progettava lettere anonime per "distruggere l’immagine professionale" di un magistrato della Procura di Trani Progettava lettere anonime per "distruggere l’immagine professionale" di un magistrato della Procura di Trani Ai domiciliari un avvocato barese nell'ambito dell'indagine "Levante" della DDa di Bari
Truffa ai danni della Regione: chiuse indagini per indebita percezione di fondi europei Truffa ai danni della Regione: chiuse indagini per indebita percezione di fondi europei Coinvolte società di Trani e di Bisceglie
Spaccio di sostanze stupefacenti, i Carabinieri arrestano 19 persone Spaccio di sostanze stupefacenti, i Carabinieri arrestano 19 persone Operazione anche a Trani. Oltre 100 militari impegnati
Scambio di denaro, apparecchi elettronici e generi alimentari: il sistema corruttivo nel Carcere di Trani Scambio di denaro, apparecchi elettronici e generi alimentari: il sistema corruttivo nel Carcere di Trani Il Procuratore Nitti: «Un quadro allarmante». I dettagli dell'operazione
Province di Bari, Bat e Matera: in corso una vasta operazione antimafia dei Carabinieri Province di Bari, Bat e Matera: in corso una vasta operazione antimafia dei Carabinieri Coinvolti oltre venti soggetti ritenuti capi e affiliati del clan Loiudice
Il Procuratore Renato Nitti in visita dal Questore Pellicone Il Procuratore Renato Nitti in visita dal Questore Pellicone Rinnovata la collaborazione nella lotta alle diverse forme dell'illegalità
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.