Operazione Foto Ida Vinella" />
Operazione "Cassetto Distratto" della Guardia di Finanza. Foto Ida Vinella
Cronaca

Operazione "Cassetto Distratto" della Guardia di Finanza, nei guai anche due di Trani

Eseguite 3 misure cautelari e sequestrati beni per oltre 6 milioni di euro

Sono stati in tre, imprenditori operanti nel settore della grande distribuzione, i destinatari di misure nell'ambito dell'operazione "Cassetto distratto".

Raggiunto dalla misura cautelare in carcere l'imprenditore Graziano Apruzzese, 46 anni, andriese, residente a Trani, amministratore "di fatto" di tre società con diversi punti vendita nella città di Barletta. Sono state invece colpite dalla misura interdittiva del divieto temporaneo di esercitare attività imprenditoriale Santa Lasorsa, 46nne moglie di Apruzzese e Vittoria Managó, 33 anni di Gioia Tauro.

Nell'occhio del ciclone sono finiti nuovamente i bonus edilizi, in particolare il "Sismabonus" e il "Bonus facciate". Erano state pensate come agevolazioni legate all'emergenza Covid, ma in troppe occasioni sono diventate l'occasione per intascare i bonus senza aver effettivamente eseguito i lavori previsti.

Nella recentissima operazione condotta dai finanzieri del comando provinciale di Barletta, la truffa si basava su attestazioni di lavori edili di rilevante valore mai eseguiti o su immobili inesistenti, oppure appartenenti a soggetti che però erano del tutto inconsapevoli di quanto stava accadendo.

Il "cassetto fiscale" delle società si riempiva di crediti illecitamente maturati, che venivano successivamente reimpiegati nelle attività economiche delle stesse, compensando le imposte dovute allo Stato.

Le operazioni delle Fiamme Gialle sono partite nella giornata di ieri e proseguite nella giornata odierna, fino ad un sequestro di beni dal valore di oltre 6 milioni di euro, incluse disponibilità bancarie che sono ancora in corso di precisa quantificazione. Una villa, diversi opifici e alcune unità immobiliari sono state poste sotto sequestro per un valore di 3 milioni di euro.

Tra gli interventi attenzionati, c'è anche una ristrutturazione di 35 mq a Roma, su cui erano stati dichiarati lavori per oltre 2 milioni di euro.

Il credito d'imposta maturato complessivamente è stato di oltre 20 milioni di euro, utilizzando anche prestanomi, soggetti nullatenenti e anche con precedenti penali, creando una vera e propria rete per poter mettere a segno la truffa ai danni dello Stato.
14 fotoOperazione "Cassetto Distratto" della Guardia di Finanza, la conferenza nella sede provinciale del Comando
Operazione "Cassetto Distratto" della Guardia di Finanza, la conferenza nella sede provinciale del ComandoOperazione "Cassetto Distratto" della Guardia di Finanza, la conferenza nella sede provinciale del ComandoOperazione "Cassetto Distratto" della Guardia di Finanza, la conferenza nella sede provinciale del ComandoOperazione "Cassetto Distratto" della Guardia di Finanza, la conferenza nella sede provinciale del ComandoOperazione "Cassetto Distratto" della Guardia di Finanza, la conferenza nella sede provinciale del ComandoOperazione "Cassetto Distratto" della Guardia di Finanza, la conferenza nella sede provinciale del ComandoOperazione "Cassetto Distratto" della Guardia di Finanza, la conferenza nella sede provinciale del ComandoOperazione "Cassetto Distratto" della Guardia di Finanza, la conferenza nella sede provinciale del ComandoOperazione "Cassetto Distratto" della Guardia di Finanza, la conferenza nella sede provinciale del ComandoOperazione "Cassetto Distratto" della Guardia di Finanza, la conferenza nella sede provinciale del ComandoOperazione "Cassetto Distratto" della Guardia di Finanza, la conferenza nella sede provinciale del ComandoOperazione "Cassetto Distratto" della Guardia di Finanza, la conferenza nella sede provinciale del ComandoOperazione "Cassetto Distratto" della Guardia di Finanza, la conferenza nella sede provinciale del ComandoOperazione "Cassetto Distratto" della Guardia di Finanza, la conferenza nella sede provinciale del Comando
  • Guardia di Finanza
Altri contenuti a tema
Giocattoli non a norma venduti davanti alle scuole, sequestrati 5000 prodotti nella Bat Giocattoli non a norma venduti davanti alle scuole, sequestrati 5000 prodotti nella Bat Interviene la Guardia di Finanza che lancia un appello: «Segnalate, anche in forma anonima, episodi simili»
Sequestrato dai finanzieri di Trani deposito di materiale esplosivo a Bisceglie Sequestrato dai finanzieri di Trani deposito di materiale esplosivo a Bisceglie Rinvenuti circa 4000 ordigni
Saloni di bellezza abusivi, interviene la GDF di Trani Saloni di bellezza abusivi, interviene la GDF di Trani I militari hanno verificato la presenza di attività “in nero” in abitazioni private a Bisceglie e Trani
Illeciti sul porto commerciale di Molfetta, ai domiciliari un imprenditore tranese Illeciti sul porto commerciale di Molfetta, ai domiciliari un imprenditore tranese Si tratta del rappresentante della società fornitrice di materiale lapideo. Anche due misure interdittive
1 Si dichiaravano senza fissa dimora per intascare il reddito di cittadinanza Si dichiaravano senza fissa dimora per intascare il reddito di cittadinanza Segnalati dalle Fiamme Gialle 48 soggetti poco più che maggiorenni, residenti a Trani
Scoperti 18 evasori fiscali nella Bat, sottratti a tassazione ricavi per oltre 21 milioni di euro Scoperti 18 evasori fiscali nella Bat, sottratti a tassazione ricavi per oltre 21 milioni di euro Individuati 59 lavoratori a nero e 158 irregolari
Nuovo Comandante per le Fiamme Gialle della Bat: è il Colonnello Pierluca Cassano Nuovo Comandante per le Fiamme Gialle della Bat: è il Colonnello Pierluca Cassano Subentra al pari grado Mercurino Mattiace, collocato in quiescenza. Il passaggio di consegne per la fine di luglio
Finanzieri di Trani, rilevate irregolarità alla normativa antiriciclaggio Finanzieri di Trani, rilevate irregolarità alla normativa antiriciclaggio Le violazioni sono state segnalate alle competenti Autorità per l’applicazione delle conseguenti sanzioni
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.