Giuseppe Di Marzio
Giuseppe Di Marzio
Territorio

Per l'allargamento della Trani-Andria servono più fondi

Bat, l'assessore Di Marzio ha fatto il punto della situazione. Palazzo Palmieri ha ospitato la seduta del Consiglio provinciale

Palazzo Palmieri ha ospitato la seduta del Consiglio provinciale di Barletta Andria Trani. Ad inaugurarla, un minuto di raccoglimento che l'assise ha voluto tributare in ricordo delle cinque vittime che hanno tragicamente perso la vita durante il crollo di una palazzina a Barletta, lo scorso 3 ottobre. Le note del silenzio sono state intonate da un militare del nono reggimento Fanteria di stanza a Trani presso la caserma Lolli Ghetti.

Nel corso della seduta il Consiglio provinciale, dopo lunga discussione in aula, ha rigettato con 12 voti contrari e 5 voti favorevoli (astenuto il consigliere Sabino Troia), l'ordine del giorno presentato dal consigliere provinciale Giuseppe Dipaola (La buona politica) relativo alla sede provinciale dell'Archivio di Stato, oggetto di querelle campanilistica e di un derby Trani-Barletta.

Si è invece discusso sui lavori della strada provinciale Trani-Andria, così come richiesto dal consigliere Pina Marmo (gruppo mistro) con un'interpellanza. Puntuale la risposta dell'assessore ai lavori pubblici ed alle infrastrutture della Bat, Giuseppe Di Marzio. Come si ricorderà, i lavori di ammodernamento ed allargamento del piano viabile e relative pertinenze lungo la strada provinciale erano stati aggiudicati il 3 novembre del 2010. La determina successivamente è stata oggetto di alcuni ricorsi amministrativi da parte delle ditte escluse. Sia il Tar della Puglia che il Consiglio di Stato hanno rigettato la sospensiva nei confronti di una ditta ricorrente, mentre nei confronti della seconda si è ancora in attesa della valutazione sul merito del Tar.

«In attesa della definizione di questi ricorsi – ha spiegato Di Marzio - il settore infrastrutture, viabilità e trasporti della Provincia, diretto da Giuseppe Merra, si è attivato per la verifica puntuale, sul piano della fattibilità tecnica, della compatibilità tra le lavorazioni previste dal cronoprogramma (che saranno eseguite dall'appaltatore) e quelle relative alla risoluzione delle interferenze con i servizi pubblici (che dovranno invece essere eseguite dagli Enti erogatori degli stessi servizi). Dagli accertamenti avvenuti in opportune conferenze con gli Enti gestori dei sottoservizi è emerso come, a fronte di un'iniziale previsione di spesa (progetto approvato dalla Provincia di Bari) di circa 154 mila euro a carico della Provincia di Barletta Andria Trani, l'onere a nostro carico fosse in realtà di 800 mila euro, comprendendo anche i costi per la bonifica degli ordigni bellici, l'espianto ed il reimpianto degli alberi di ulivo. A tali costi, si aggiungono anche le risorse che il competente servizio espropri andrà a rideterminare in ragione dell'effettivo valore dei beni assoggettati alla procedure espropriative per la realizzazione dell'opera».

A questo punto, la Provincia di Barletta Andria Trani ha deciso di intraprendere due percorsi utili a reperire le risorse finanziarie aggiuntive, come spiegato dallo stesso assessore: «Il primo riguarda un'istanza indirizzata all'assessorato alle infrastrutture strategiche ed alla mobilità della Regione Puglia, nonché al Ministero dello sviluppo economico, per l'autorizzazione all'utilizzo delle economie d'asta accertate per 6.382.604,42 euro. Il secondo percorso - ha concluso Di Marzio - consiste invece nell'attivazione, in collaborazione con il Comune di Trani, delle procedure per l'acquisizione dei suoli oggetti di esproprio, attraverso la perequazione urbanistica in sostituzione dei pagamenti corrispettivi».
16 fotoConsiglio provinciale della Bat
Il consiglio provinciale della Bat a palazzo PalmieriIl consiglio provinciale della Bat a palazzo PalmieriIl consiglio provinciale della Bat a palazzo PalmieriIl consiglio provinciale della Bat a palazzo PalmieriIl consiglio provinciale della Bat a palazzo PalmieriIl consiglio provinciale della Bat a palazzo PalmieriIl consiglio provinciale della Bat a palazzo PalmieriIl consiglio provinciale della Bat a palazzo PalmieriIl consiglio provinciale della Bat a palazzo PalmieriIl consiglio provinciale della Bat a palazzo PalmieriIl consiglio provinciale della Bat a palazzo PalmieriIl consiglio provinciale della Bat a palazzo PalmieriIl consiglio provinciale della Bat a palazzo PalmieriIl consiglio provinciale della Bat a palazzo PalmieriIl consiglio provinciale della Bat a palazzo PalmieriIl consiglio provinciale della Bat a palazzo Palmieri
  • Provincia Bat
  • Giuseppe Di Marzio
  • Viabilità
Altri contenuti a tema
Sottoscritto il Protocollo della "Gentilezza" nella Bat Sottoscritto il Protocollo della "Gentilezza" nella Bat D'Alterio: "L'obiettivo è avviare una riflessione su temi come il benessere organizzativo, l'etica e la legalità"
Il saluto del nuovo Prefetto Silvana D'Agostino alla provincia Bat Il saluto del nuovo Prefetto Silvana D'Agostino alla provincia Bat Questa mattina l'insediamento
Provincia BAT, un protocollo per la "gentilezza" Provincia BAT, un protocollo per la "gentilezza" La proposta è nominare in ciascun Comune un assessore/consigliere delegato alla “gentilezza”
Lodispoto: «Il Prefetto Riflesso ha seguito il territorio con impegno e attenzione» Lodispoto: «Il Prefetto Riflesso ha seguito il territorio con impegno e attenzione» La nota con cui il presidente della Bat esprime la sua gratitudine nei confronti del Prefetto uscente
Centrodestra Bat: "E' arrivato l’ordine di servizio per la messa in sicurezza della S.P. 2 Andria-Canosa di Puglia" Centrodestra Bat: "E' arrivato l’ordine di servizio per la messa in sicurezza della S.P. 2 Andria-Canosa di Puglia" La nota congiunta dei consigliere della Provincia
Deleghe ai consiglieri provinciali: a Federica Cuna la delega al Patrimonio e la riconferma delle precedenti Deleghe ai consiglieri provinciali: a Federica Cuna la delega al Patrimonio e la riconferma delle precedenti Alla giovane tranese le lstituzioni Scolastiche, Assistenza specialistica e rapporti con le istituzioni europee
Centrodestra Bat: "Sp Andria-Canosa, dovevamo arrivare a tanto prima di incontrare la Regione?" Centrodestra Bat: "Sp Andria-Canosa, dovevamo arrivare a tanto prima di incontrare la Regione?" Nota congiunta dei cinque consiglieri
Strade provinciali Bat, il centro destra chiede la convocazione di un Consiglio Provinciale urgente Strade provinciali Bat, il centro destra chiede la convocazione di un Consiglio Provinciale urgente "L’incidente mortale sulla S.P. 231 impone chiarezza"
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.