Riqualificazione coste
Riqualificazione coste
Politica

Piano comunale delle Coste, Tommaso Laurora: «Cosa è stato attuato finora?»

Il vice presidente regionale di Italia in Comune sottolinea la mancanza di una «seria programmazione»

"Ripartiamo dal mare" enunciava uno slogan del sindaco in campagna elettorale. Era una idea condivisa con entusiasmo dalle forze politiche che lo sostenevano, e i cittadini forse anche per questo hanno votato. Tutti sanno, ma è bene ricordarlo perché sembra un argomento fuori moda, che la vera programmazione in materia è costituita dal Piano Comunale delle Coste, il quale regolamenta la fruizione delle aree demaniali e quindi il rilascio delle relative concessioni, nel rispetto delle criticità e sensibilità dei tratti di litorale.

Insomma, una programmazione a dir poco fondamentale e strategica per lo sviluppo della economia cittadina. Cosa è stato attuato per tale programmazione? Al momento assolutamente nulla! Nulla di condiviso, nulla di discusso, nulla di adottato. Al momento è stato solo consentito a dei privati di attrezzare per due anni, con dei servizi, le spiagge libere, che di fatto di "libero" ne lasciano solo una parte. Tali realizzazioni si sono rese possibili, in assenza del Piano Comunale delle Coste, solo perché compatibili con il Piano Regionale Costiero.

Ma la vera programmazione, quella strategica del Piano Comunale delle Coste, diventa fondamentale per dare una complessiva zonizzazione delle aree demaniali, conferendo anche nuove possibili destinazioni d'uso. Senza un Piano Comunale delle Coste, per esempio, non è possibile concedere le aree delle sciale site sul lungomare C. Colombo per riconvertirle in auspicabili attività turistico-ricreative.
Basti solo questo esempio per comprendere che un conto è gestire l'ordinario, assegnando con bando pubblico per due anni (salvo sorprese) le spiagge libere, ed un conto è programmare la ristrutturazione di strutture produttive dismesse per fini turistici, nell'ottica di una revisione complessiva di tutte le concessioni demaniali vigenti, da valutarsi sulle capacità di carico della costa.

Solo per chiarezza si precisa che per capacità di carico della costa si intende la quantità di utenti che può essere ospitata in un determinato tratto di spiaggia, senza che si generino impatti negativi significativi a danno della risorsa ambientale. Come passiamo parlare di turismo di qualità, se il nostro lungomare è deturpato dalla presenza di strutture con esso incompatibili? Il giudizio complessivo anche su questa materia è chiaro.

Il sindaco ha fallito. Il sindaco ha fallito, perché non ha pensato al futuro della città come aveva promesso, ma solo alla gestione ordinaria ed immediata. O forse si preferisce ancora una volta la strisciante colonizzazione, con la nomina attesa dell'ennesimo commissario ad acta, a cui delegare le scelte?

Tommaso Laurora,
Vice presidente regionale Italia in Comune
  • Tommaso Laurora
Altri contenuti a tema
«Quello che sta accadendo nella politica tranese potrebbe far gridare allo scandalo per manifesto inciucio» «Quello che sta accadendo nella politica tranese potrebbe far gridare allo scandalo per manifesto inciucio» L'analisi politica di Tommaso Laurora (Italia in Comune)
«L'amministrazione democraticamente eletta nel 2015 da tempo non esiste più» «L'amministrazione democraticamente eletta nel 2015 da tempo non esiste più» Tommaso Laurora ripercorre le fasi politiche dell'Amministrazione Bottaro con un occhio alle prossime elezioni
Italia in Comune, vicepresidente regionale il tranese Tommaso Laurora Italia in Comune, vicepresidente regionale il tranese Tommaso Laurora «Felice di poter abbracciare un progetto fatto di amministratori pubblici che sanno ascoltare i territori e risolverne i problemi»
1 La Lampara verso la procedura di affidamento diretto, l'assessore Laurora non ci sta La Lampara verso la procedura di affidamento diretto, l'assessore Laurora non ci sta «È inutile ricercare la colpa come al solito negli uffici, la politica è chiamata a svolgere il proprio ruolo»
5 Bufera in Giunta, il consigliere Lops prende le distanze dall'assessore Laurora Bufera in Giunta, il consigliere Lops prende le distanze dall'assessore Laurora «Non dovrebbe essere consentito conservare la carica assessorile criticando l’Amministrazione»
2 Riscaldamento nelle scuole, otto consiglieri di maggioranza contro l'assessore Laurora Riscaldamento nelle scuole, otto consiglieri di maggioranza contro l'assessore Laurora «Totale assenza di responsabilità, lo invitiamo a mostrarsi più umile ed attento alle sue deleghe»
3 Dimissioni Guadagnuolo, l'assessore Laurora rompe il silenzio Dimissioni Guadagnuolo, l'assessore Laurora rompe il silenzio «Occorre assumersi la responsabilità di assumere decisioni forti e coraggiose»
Caso Lampara, Tar rigetta la richiesta dell'ex gestore: soddisfatto l'assessore Laurora Caso Lampara, Tar rigetta la richiesta dell'ex gestore: soddisfatto l'assessore Laurora «Conferma la legittimità e la correttezza dell'operato del Dirigente condiviso dal sottoscritto e dal sindaco»
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.