Donato Grande
Donato Grande
Vita di città

Problemi con il servizio di assistenza disabili: il racconto di Donato che ha rischiato di morire

Richiesto dal sindaco un incontro al Comune con la coop per avere chiarimenti

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
E' Donato Grande, 27enne tranese affetto da patologia neuromuscolare e costretto a vivere in carozzina, il protagonista di un episodio di malasanità avvenuto questa mattina. Qualcosa sembra non abbia funzionato con il servizio di assistenza domiciliare integrata (Adi) riservato a persone con disabilità.

Il malcapitato ha affidato il suo sfogo su Facebook: «Questa mattina ho rischiato di soffocare perché per l'ennesima volta il servizio di assistenza domiciliare per persone con disabilità gravissima non ha funzionato per una "dimenticanza", l'ennesima, da parte di chi coordina questo servizio indispensabile e vitale per chi vive con una disabilità gravissima».

Donato ha così rivolto un appello alle istituzioni tra cui il sindaco Bottaro, l'assessore Laurora e a Pino Tulipani, garante regionale dei diritti delle persone con disabilita, per far luce sulla questione.

Immediata è stata la reazione del primo cittadino che ha chiamato gli uffici competenti e richiesto un incontro con la coop Gea che gestisce il servizio per ottenere chiarimenti.

«Il servizio Adi per persone con disabilità gravissima – ha concluso infine il malcapitato - deve essere affidato a gente preparata e competente. Siamo persone a che noi!»

AGGIORNAMENTO Al termine dell'incontro svoltosi in Comune con la coop Gea, sindaco e assessore hanno richiesto di avere in giornata una relazione di quanto accaduto ed, inoltre, che vengano loro comunicate (previa una verifica interna alla loro organizzazione del lavoro) le modalità organizzative migliorative circa le sostituzioni e individuazione del personale e quei casi particolari a loro noti. La coop Gea ha infine fatto sapere che invierà agli assistiti ed al Comune una lettera di scuse.
  • Amedeo Bottaro
Altri contenuti a tema
Stadio di Trani, non si fermano gli investimenti nella riqualificazione Stadio di Trani, non si fermano gli investimenti nella riqualificazione Amedeo Bottaro: «Sappiamo rialzarci sempre con le nostre mani»​
1 Trani, da rudere a cantiere a giungla di cemento Trani, da rudere a cantiere a giungla di cemento Una questione civica e politica, oltre che linguistica
Teniamo botta o... ultima botta (a Trani) Teniamo botta o... ultima botta (a Trani) Mazza e panella di Giovanni Ronco
1 «Da Trani eccellenza, passione e innovazione», presentato l'impianto per la depurazione delle acque «Da Trani eccellenza, passione e innovazione», presentato l'impianto per la depurazione delle acque Il primo macchinario italiano di nuova generazione presto anche in Polonia
3 Rissa al porto di Trani, scatta la chiusura di cinque giorni per un'attività commerciale Rissa al porto di Trani, scatta la chiusura di cinque giorni per un'attività commerciale Lo ha disposto il Comune di Trani con un atto dirigenziale
7 Rissa al Porto, Bottaro: «Goccia che ha fatto traboccare il vaso» Rissa al Porto, Bottaro: «Goccia che ha fatto traboccare il vaso» Sul posto le forze dell'ordine. Interviene anche il sindaco
Sensibilità e civiltà durante la fase 1: l'associazione Con.Te.Sto ringrazia l'Amministrazione Sensibilità e civiltà durante la fase 1: l'associazione Con.Te.Sto ringrazia l'Amministrazione Consegnate le targhe al sindaco Bottaro e al presidente del Consiglio Ferrante
Trani riparte. Villa, lungomare, cimitero, biblioteca: ecco le regole da seguire Trani riparte. Villa, lungomare, cimitero, biblioteca: ecco le regole da seguire Il sindaco Bottaro ha firmato una nuova ordinanza
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.