Carcere
Carcere
Attualità

Sportello demografico negli Istituti penali di Trani: firmato un protocollo d'intesa

Erogazione del servizio anagrafico e di stato civile in favore dei detenuti

Un protocollo d'intesa finalizzato all'istituzione di uno sportello demografico all'interno degli istituti penali di Trani. Lo hanno sottoscritto a Palazzo di Città il dirigente comunale dei servizi demografici, Leonardo Cuocci Martorano, ed il direttore degli istituti penali cittadini, Giuseppe Altomare.
Il Comune di Trani e gli Istituti penali di Trani hanno potenziato nel corso dell'ultimo triennio le interrelazioni ed il confronto al fine di favorire l'esercizio dei diritti e delle opportunità di partecipazione alla vita civile delle persone private della libertà personale, attraverso la sottoscrizione di lettere di intenti e protocolli di intesa promossi e condivisi con l'Ufficio del Garante regionale dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà. Da una disamina delle esigenze della popolazione detenuta condotta presso la Casa Circondariale è emersa la necessità di assicurare un'adeguata e tempestiva fruizione dei servizi comunali di anagrafe e di stato civile in favore dei soggetti destinatari di misure restrittive della libertà individuale, con particolare riferimento ai servizi di emissione di certificati per i residenti, rilascio di autentiche e dichiarazioni sostitutive di atti di notorietà, emissione di carte di identità cartacee per residenti, ricezione delle istanze di iscrizione e di cancellazione anagrafica, oltre che alla celebrazione di riti civili e la redazione di atti di riconoscimento di paternità.
Il Comune di Trani ha inteso così accogliere la richiesta degli Istituti penali di Trani, condivisa con l'Ufficio del Garante comunale dei diritti delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà, attraverso l'istituzione di uno sportello demografico dedicato all'interno della Casa Circondariale maschile per favorire l'erogazione del servizio anagrafico e di stato civile in favore dei detenuti.
L'attività consisterà nel funzionamento di uno sportello idoneo a fornire informazioni e rilasciare, previa richiesta, certificati per i residenti, autentiche e dichiarazioni sostitutive di atti di notorietà, carte di identità, nonché a ricevere richieste di iscrizioni e di cancellazioni anagrafiche. Inoltre saranno garantite le celebrazioni dei matrimoni ed il riconoscimento di paternità. In attuazione del protocollo, la Casa Circondariale metterà a disposizione del Comune di Trani un ambiente, attrezzato con postazione di lavoro con sistema di connessione. Lo sportello demografico sarà attivo, di norma, il primo mercoledì di ogni mese per 3 ore, fatti salve diverse e peculiari esigenze. Presso la Casa Reclusione femminile, secondo le istanze presentate dalle detenute, verrà inviata apposita comunicazione della Direzione dell'istituto al Comune di Trani per la presa in carico della richiesta presentata.
Al fine di monitorare l'andamento del progetto, il Comune di Trani e la Direzione degli Istituti penali di Trani individueranno rispettivamente dei referenti che si confronteranno almeno una volta all'anno, in prossimità della scadenza annuale, per verificare il buon esito del progetto.
Il garante comunale dei diritti delle persone private della libertà personale, Elisabetta de Robertis, ha espresso soddisfazione per questo ulteriore passo in avanti.
Si ricorda che Trani è una delle poche città pugliesi ad aver eletto, nel 2020, il garante comunale dei diritti delle persone private della libertà personale. Al garante dei diritti dei detenuti sono attribuite funzioni di osservazione e vigilanza diretta, di promozione di opportunità di partecipazione alla vita civile ed alla fruizione dei servizi comunali delle persone private della libertà personale (con particolare riferimento ai diritti fondamentali, al lavoro, alla formazione, alla cultura, all'assistenza, alla tutela della salute, allo sport), di promozione di iniziative e momenti di sensibilizzazione pubblica sul tema dei diritti umani dei detenuti e sul tema dell'umanizzazione della pena detentiva.
  • Carcere di Trani
Altri contenuti a tema
Evasi dal carcere, Mastrulli (Cosp): «Dopo la prima evasione del 2021 nessun accorgimento di sicurezza» Evasi dal carcere, Mastrulli (Cosp): «Dopo la prima evasione del 2021 nessun accorgimento di sicurezza» Il sindacato: «A Trani non c’è ad oggi un Comando Titolare di Polizia»
Evasi dal carcere, ad Andria l'ultimo avvistamento del ricercato Evasi dal carcere, ad Andria l'ultimo avvistamento del ricercato La Guardia di Finanza sta presidiando la città con elicotteri
Trani: è ancora caccia al secondo evaso dal carcere Trani: è ancora caccia al secondo evaso dal carcere Uno dei due è stato catturato ieri sera nei pressi della Madonna dello Sterpeto
16 Evasione Trani, on. Matera (FdI): "Carenza di organico e sovraffollamento, solleciterò il Ministero" Evasione Trani, on. Matera (FdI): "Carenza di organico e sovraffollamento, solleciterò il Ministero" Il sottosegretario Del Mastro aveva già assunto impegni concreti per l’Istituto
Catturato alla periferia di Barletta uno dei due evasi dal carcere di  Trani Catturato alla periferia di Barletta uno dei due evasi dal carcere di Trani Le ricerche stanno avvenendo a tappeto in tutto il territorio
Evasi dal carcere: nelle ricerche impegnato anche reparto Cacciatori dei Carabinieri Evasi dal carcere: nelle ricerche impegnato anche reparto Cacciatori dei Carabinieri La mobilitazione delle forze dell'ordine è concentrata tra Trani e Barletta
Pilagatti, (Sappe): "La situazione del carcere di Trani denunciata da anni" Pilagatti, (Sappe): "La situazione del carcere di Trani denunciata da anni" Capienza oltrepassata nei limiti e personale insufficiente
Le foto dei due evasi prima della fuga: ogni segnalazione può essere utile Le foto dei due evasi prima della fuga: ogni segnalazione può essere utile I fotogrammi tratti dalle telecamere di sorveglianza nel carcere
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.