bollette gas enel 1
bollette gas enel 1
Enti locali

Stangata autunnale, ecco la stima fatta dall'ONF

Tra Settembre e Novembre le famiglie spenderanno intorno a 1.912,37 euro

Al rientro dalle ferie, per coloro che se le sono potute permettere, una brutta sorpresa aspetta le famiglie. L'autunno che è alle porte, infatti, porterà con sé anche una pesante stangata in termini di prezzi, tariffe e costi da sostenere tra Settembre, Ottobre e Novembre.

Così l'O.N.F. (Osservatorio Nazionale Federconsumatori) ha calcolato l'importo di tale costo, senza considerare gli aumenti delle singole voci relative a prezzi e tariffe, ma solo l'impatto complessivo della spesa "autunnale" e non comprende le spese correnti per alimentazione, abbigliamento, ecc. Dai calcoli approssimativi fatti dall'O.N.F., si evince che per le famiglie è in arrivo una vera e propria stangata autunnale che vede tra le spese più imminenti i libri di testo e il corredo scolastico, calcolando come spesa media a famiglia ben 779,25 euro. Tra gli importi da versare al rientro vacanze c'è anche la TASI, tassa che sottrarrà un importo medio di 231,00 euro. Meno cara sarà la Tari, invece, la cui spesa dovrebbe ammontare intorno alle 156,35 euro. Sicuramente, però, le spese più dure da affrontare per le famiglie saranno le bollette (acqua, luce, gas, telefono), con un importo medio di 460,77 euro, e il riscaldamento che, visto il prospettarsi di uno degli inverni più freddi, potrà superare la cifra prevista di 285,00 euro. In totale, al rientro dalle vacanze, una famiglia consumerà intorno alle 1.912,37 euro. Inoltre va tenuto conto, laddove le famiglie avessero figli che frequentano il tempo pieno, che a tali voci si aggiungerebbe anche la mensa scolastica che, per tale periodo, toglierà dal budget mensile circa 205,50 euro. Per non parlare, poi, di chi ha un figlio che frequenta l'università e che dovrà sostenere anche la prima rata delle tasse, per un importo medio di 326 euro.

Si è dinanzi ad una spesa insostenibile per le famiglie, il cui potere di acquisto è ai minimi storici, diminuito di oltre il -13,4% dal 2008 ad oggi. «Bisogna intervenire con urgenza - dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, Presidenti di Federconsumatori e Adusbef - per spezzare la grave spirale depressiva in cui la nostra economia langue ormai da anni. Per questo è indispensabile avviare un piano straordinario per il rilancio occupazionale, attraverso investimenti per lo sviluppo tecnologico, la ricerca e l'allentamento del patto di stabilità con gli enti locali per consentire la ripresa di interventi di modernizzazione e messa in sicurezza, a partire dalle strutture scolastiche ed ospedaliere».
  • Federconsumatori
Altri contenuti a tema
Pasqua 2018, il 14% delle famiglie si appresta a partire per vacanze "green" Pasqua 2018, il 14% delle famiglie si appresta a partire per vacanze "green" Non mancano anche tour enogastronomici e viaggi on the road
Cenone di capodanno, solo una famiglia su 8 festeggerà fuori casa Cenone di capodanno, solo una famiglia su 8 festeggerà fuori casa I consigli per risparmiare di Federconsumatori ed Adusbef
Cenone 2014, anche il menù si adatta alla crisi Cenone 2014, anche il menù si adatta alla crisi Il costo, in media, aumenterà del 2%
Federconsumatori, l'aumento dell'Iva è «fatto demenziale» Federconsumatori, l'aumento dell'Iva è «fatto demenziale» Si parla di rincaro della quota agevolata dal 4% al 10%
Caro scuola, i prezzi del materiale scolastico continuano ad aumentare Caro scuola, i prezzi del materiale scolastico continuano ad aumentare Per ogni ragazzo si spenderanno in media 529,50 euro per libri e dizionari
Iniziano i saldi, occhio alle fregature Iniziano i saldi, occhio alle fregature I consigli di Federconsumatori e Codacons
Falsi operatori gas, anche Federconsumatori coinvolta Falsi operatori gas, anche Federconsumatori coinvolta Incaricati di alcune aziende si spacciano per dipendenti dell’associazione
Arriva il 2013, prepariamoci a nuove mazzate Arriva il 2013, prepariamoci a nuove mazzate Dall'aumento del canone Rai alla Tares, la mappa dei rincari
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.