Giunta comunale
Giunta comunale
Enti locali

Tari 2020, riapertura termini per richiedere agevolazioni

Riduzione del 50%. Ecco chi può presentare istanza

Si rende noto che la Giunta Comunale, in virtù di quanto statuito dall'art. 24, comma 4 del vigente Regolamento TARI, con proprio atto deliberativo del 23 novembre 2020 (in corso di pubblicazione), causa emergenza COVID-19, ha disposto di riaprire i termini per presentare le istanze volte ad ottenere agevolazioni TARI di cui all'art. 24 del medesimo Regolamento TARI.

Trattasi in particolare di:

Riduzione del 50% della tariffa TARI 2020 per le utenze domestiche, nella parte fissa e nella parte variabile per le quali ricorrono le seguenti condizioni:

a) il nucleo familiare che occupa l'abitazione deve risultare composto al massimo da due persone d'età superiore a 65 anni, residenti nel Comune, titolari esclusivamente di assegno sociale o pensioni minime e delle eventuali maggiorazioni erogate dall'Inps

b) disagio lavorativo del nucleo familiare, riferito all'anno precedente a quello per il quale il tributo è dovuto. Ai fini dell'applicazione il disagio familiare si configura qualora il nucleo familiare abbia un modello ISEE pari ad €0,00 o che l'unica fonte di reddito dell'intero nucleo familiare sia rappresenta dalla cassa integrazione guadagni ovvero dall'indennità di mobilità ovvero dall'indennità di disoccupazione. Qualora la condizione di disagio perduri per frazione di anno, la riduzione è conseguentemente proporzionata

c) nuclei familiari nel cui ambito sia presente almeno un disabile con invalidità non inferiore al 75%, a condizione che ricorrano congiuntamente le seguenti ulteriori condizioni:
– il reddito imponibile delle persone fisiche complessivamente conseguito nell'anno precedente da tutti i componenti il nucleo familiare non superi il limite di € 15.000,00 elevato a € 20.000,00 in caso di invalidità pari al 100%
– che ad eccezione dell'abitazione principale, nessuno dei componenti il nucleo familiare sia proprietario di altri immobili su tutto il territorio nazionale.

L'esenzione dal tributo per le abitazioni ove dimorino persone singole, di superficie tassabile non superiore a mq. 50, quando le stesse non siano titolari di redditi diversi da quelli derivanti da pensione sociale o assegno sociale corrisposto dall'I.N.P.S. e di quello catastale relativo alle abitazioni occupate. Tutti i requisiti di cui alle precedenti lettere devono essere posseduti alla data del 31 dicembre 2019.

Gli aventi diritto che non abbiano ad oggi provveduto a presentare apposita istanza per accedere al predetto regime agevolativo per l'anno 2020, dovranno compilare il modello denominato "Istanza Agevolazione/Esenzione Utenza Domestica" scaricabile al seguente link nella sezione IUC-TARI, MODULISTICA TARI UTENZA DOMESTICA e consegnarlo esclusivamente in via telematica entro e non oltre le ore 23.59 del giorno 18 dicembre 2020 al seguente indirizzo di posta elettronica: responsabile.tributi@cert.comune.trani.bt.it , pena il non accoglimento dell'istanza.
  • Tari
Altri contenuti a tema
"La Tari continua ad aumentare, e il servizio a peggiorare": la denuncia di Maria Grazia Cinquepalmi "La Tari continua ad aumentare, e il servizio a peggiorare": la denuncia di Maria Grazia Cinquepalmi L'ex consigliere comunale elenca quelle che considera incongruenze
Tari, il Cta Trani contro l'aumento del 7% previsto per le utenze non domestiche Tari, il Cta Trani contro l'aumento del 7% previsto per le utenze non domestiche De Marinis: «S'individuino azioni importanti per non aumentare i costi di gestione»
Agevolazioni Tari, prorogata la scadenza dei termini al 31 marzo Agevolazioni Tari, prorogata la scadenza dei termini al 31 marzo La decisione assunta per dare la possibilità ai CAF cittadini di poter evadere le richieste dei propri assistiti nel rispetto dei protocolli covid
Agevolazioni ed esenzioni Tari 2022, domande fino al 28 febbraio Agevolazioni ed esenzioni Tari 2022, domande fino al 28 febbraio Ecco le indicazioni ed il modello da compilare
Regolamento tariffe Tari, il Cta invita il Comune a rivedere alcune parti «onde evitare contenziosi» Regolamento tariffe Tari, il Cta invita il Comune a rivedere alcune parti «onde evitare contenziosi» Il presidente Michele De Marinis scrive al sindaco Bottaro
Tari ridotta del 15% per le utenze non domestiche, del 4% per le famiglie: il consiglio comunale approva Tari ridotta del 15% per le utenze non domestiche, del 4% per le famiglie: il consiglio comunale approva La massima assise approva a maggioranza
Tariffe Tari 2021, martedì 29 torna a riunirsi il Consiglio comunale Tariffe Tari 2021, martedì 29 torna a riunirsi il Consiglio comunale Quattro i punti all'ordine del giorno
Decreto sostegni, proroga Pef e tariffe Tari al 30 settembre Decreto sostegni, proroga Pef e tariffe Tari al 30 settembre De Marinis (Cta Trani): "Rimangono dei dubbi da chiarire"
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.