Vita di città

Trani, pioggia di euro per la biblioteca comunale

L’assessorato regionale ai Beni culturali stanzia fondi anche per museo e biblioteca diocesani

Una vera e propria pioggia di investimenti pari a circa 2 milioni di euro per progetti di valorizzazione della biblioteca comunale di Trani e per la biblioteca dell'arcidiocesi Trani, Barletta, Bisceglie. E sono in arrivo altri fondi per la valorizzazione del sistema dei musei e degli archivi. Lo comunica il capogruppo al consiglio comunale dei Verdi, Michele di Gregorio, che rende note le linee strategiche dell'assessore regionale ai Beni culturali e al diritto allo studio, Paola Balducci. I progetti, pur essendo stati dichiarati ammissibili, in un primo tempo non erano stati finanziati nello scorso mese di ottobre a causa della loro posizione nella graduatoria regionale.

La rivoluzione culturale dell'assessore Balducci, che per la prima volta ha spostato sul piano regionale competenze precedentemente attuate dall'amministrazione statale, riguarderà anche Trani. E premierà progetti nell'ambito del sistema delle biblioteche, degli archivi e dei musei. In particolare la Biblioteca Comunale di Trani avrà 924.583,68 euro. Buone notizie anche per l'Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie, che riceverà 759.974,60 euro per la biblioteca. In arrivo anche fondi per il progetto relativo all'Archivio Storico Diocesano di Trani che otterrà risorse per oltre 150mila euro. Nell'ambito del "Sistema dei Musei", inoltre, è stato finanziato il progetto dell'Arcidiocesi di Trani -Barletta - Bisceglie per un importo di oltre 3 milioni e mezzo di euro. Tra gli interventi finanziati con la Delibera CIPE n. 20/04, è stato inserito anche quello relativo all'allestimento museale del Castello Svevo di Trani.«E' l'ennesima dimostrazione che facciamo proposte che non vadano incontro agli interessi di pochi ma si preoccupino dei bisogni di tutti i cittadini», ha spiegato il consigliere di Gregorio, ricordando che in tutta la Puglia sono stati finanziati 38 progetti per un totale di circa 34 milioni e mezzo di euro. Di Gregorio, nello scorso mese di gennaio, aveva presentato un'interrogazione per evidenziare l'esclusione di Trani dai finanziamenti. «Non ci siamo limitati a denunciare la situazione, ma abbiamo realizzato una sinergia con l'assessore Balducci per fare in modo che fossero trovati i fondi per il nostro importante patrimonio culturale».
    © 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
    TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.