Nuovi bus Amet
Nuovi bus Amet
Vita di città

Ufficio trasporti Amet: "Su abbonamenti falsi e scaduti dovrebbero vigilare le famiglie"

La risposta dalla direzione circa i disservizi presunti segnalati questa mattina

Non è tardata ad arrivare la risposta dalla direzione Amet quanto non solo al ritardo nell'apertura dell'ufficio e al presunto "abbandono dei ragazzi a piedi", ma soprattutto ai motivi che ne sono stati la ragione.

"Probabilmente i genitori che questa mattina si sono lamentati - che pur dovrebbero vigilare sulle scadenze che riguardano i propri figli minori e dei cui pagamenti si presume si occupino - non erano a conoscenza del fatto che gli abbonamenti al trasporto scolastico erano scaduti l'8 marzo, più di una settimana fa" - fanno sapere dalla direzione, aggiungendo un dettaglio ancora più grave: "Ci siamo trovati a che fare con rinnovi di abbonamenti falsificati, più di una ventina, e questo tipo di raggiri e di controlli comporta un lavoro sia sui mezzi che di ufficio interno ulteriore rispetto a quello ordinario" .

Ma soprattutto è emerso che i ragazzi dopo la scadenza dell'8 marzo sono stati non solo ripetutamente sollecitati al rinnovo, ma addirittura è stata interessata la dirigente della Lum, scuola con la gran parte degli abbonamenti non rinnovati, la quale si è subito allertata facendo girare una informativa per le classi .

E' stato dopo i numerosi solleciti e l'avvertimento preciso che non sarebbero potuti salire sull'autobus- se non con regolare abbonamento- che i ragazzi è stato impedito l'accesso sui mezzi; la risposta a questo è stato un assalto alle linee urbane, non scolastiche , sulle quali si sono dunque dovuti intensificare i controlli poichè ovviamente nessuno studente aveva con sè un biglietto. Da qui l'apertura posticipata dell'ufficio, legata esclusivamente alla incresciosa descritta situazione.

Il rispetto delle regole, tanto lamentato troppo spesso senza andare a monte dei disservizi, è auspicabile non solo dai pubblici uffici ma anche dai cittadini in quanto utenti, poichè proprio dal mancato rispetto delle regole prestabilite di osservanza spesso derivano disservizi che si ritorcono sui cittadini onesti e su chi in maniera diligente svolge il proprio lavoro. E buone norme di educazione civica - compreso quello di non pretendere l'utilizzo gratuito dei mezzi pubblici o non frodare con biglietti falsi, sarebbero da ripassare per molti; probabilmente proprio quanti si sono lamentati, soprattutto i genitori che ascoltano le scuse dei propri figli senza andare a fondo di eventuali omissioni, loro o proprie.
  • Amet
Altri contenuti a tema
Illuminazione pubblica, Oikos: «Un possibile errore di valutazione con la City Green Light» Illuminazione pubblica, Oikos: «Un possibile errore di valutazione con la City Green Light» «Oggi stiamo pagando un servizio non efficiente che complessivamente costerà di più dei canoni che il Comune corrispondeva ad Amet»
Domenica mattina con black out a Trani, senza corrente la zona nord Domenica mattina con black out a Trani, senza corrente la zona nord In corso l'intervento dei tecnici
1 Iren vince l'asta per rilevare le utenze Amet: passaggio automatico per chi non sceglie altri gestori Iren vince l'asta per rilevare le utenze Amet: passaggio automatico per chi non sceglie altri gestori Tuttavia ogni cliente potrà, in qualsiasi momento, decidere di passare ad altro fornitore
Amet, Briguglio: «Dove finiscono i certificati bianchi?» Amet, Briguglio: «Dove finiscono i certificati bianchi?» I dubbi del segretario di Azione Trani
Nuovo Cda Amet: l'avv. Nigretti sarà l'Amministratore Delegato Nuovo Cda Amet: l'avv. Nigretti sarà l'Amministratore Delegato Pubblicato il decreto sindacale con la nomina della terna
Ancora problemi con l'illuminazione pubblica, via Barletta resta al buio Ancora problemi con l'illuminazione pubblica, via Barletta resta al buio La denuncia di Anna Maria Barresi
Strade buie, ieri sopralluogo del sindaco per valutare soluzioni Strade buie, ieri sopralluogo del sindaco per valutare soluzioni Ancora in corso la fase di sostituzione dei corpi illuminanti, seguirà il potenziamento
La notte al buio di Trani: guasto a una cabina con strumentazioni degli anni Settanta La notte al buio di Trani: guasto a una cabina con strumentazioni degli anni Settanta La città è rimasta senza energia elettrica fino alle 4 del mattino
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.