Buon anno - happy new year
Buon anno - happy new year
Attualità

Un anno con Trani(Viva): ripercorriamo insieme il 2017

Tutte le notizie più lette dalla cronaca nera alla rosa

Tra cotechino con le lenticchie, coriandoli, musica a tutto volume, panettoni o pandori (che ardua scelta!) e brindisi con lo champagne, allo scoccare della mezzanotte ci siamo lasciati alle spalle un altro anno. Il primo gennaio porta con sé il regalo più bello che si possa desiderare per le feste: un nuovo inizio. Appendendo alla parete il nuovo calendario ecco la magica possibilità di buttarsi tutto alle spalle e ricominciare. Come ogni anno inevitabilmente, però, prima di fare spazio ai buoni propositi, volgiamo uno sguardo al passato. Cosa è successo a Trani nel 2017? Tra alti e bassi, proviamo a ripercorrere gli eventi più letti e condivisi. Che il viaggio nel passato abbia inizio.

Gennaio. Il sipario sul 2017 si è aperto con un sit-in davanti al Comune di Trani. Le guardie giurate che presidiano i siti gestiti da Amiu denunciavano le precarie condizioni di lavoro. Gli ex vigilanti, ancora oggi, non hanno deposto le armi e prosegue, così, la battaglia contro l'amministrazione. Mentre i fiocchi di neve lentamente ricoprivano la città, pochi giorni dopo, con un biglietto della Lotteria Italia, uno scommettitore ha vinto a Trani ben 25 mila euro. Che dire, un bel modo per concludere le festività natalizie e salutare il nuovo anno. È finito in carcere, poi, il 38enne Vito Corda, fermato nella notte con le accuse di estorsione.

Ad interrompere una tranquilla domenica di febbraio un evento choc: un ragazzo di 22 anni è stato freddato con un'arma da fuoco davanti a numerosi passanti in via Superga, all'altezza di una sala scommesse. La vittima si chiamava Antonio Mastrodonato. Il killer lo aveva dapprima atteso all'esterno della sala scommesse per poi seguirlo e sparagli dopo averlo chiamato per farlo voltare.

Ha avvertito un malore nel bel mezzo dello spettacolo Massimo Lopez e per questo motivo è stato necessario interrompere tutto e trasportarlo in ambulanza in ospedale. È avvenuto a marzo, al Teatro Impero dove si stava esibendo per la rassegna "Jazz & dintorni". Sembrava andare tutto bene quando all'improvviso un dolore al petto lo ha fermato mentre stava imitando Berlusconi e lo ha costretto ad uscire di scena. Lo stesso mese Stefano Scarpa porta a casa un nuovo importante traguardo. È lui infatti il vincitore di "Tú sí que sí", talent show spagnolo.

Tra il 18 e il 19 aprile un uomo di 68 anni di Trani, finanziere in pensione, colpito da emorragia celebrale, ha donato cornee, fegato e reni. Le cornee, prelevate dal dottor Massari dell'équipe del Bonomo, sono state depositate presso la Banca degli occhi di Mestre mentre gli altri organi sono stati trapiantati presso il Policlinico di Bari. Nello stesso mese, non c'è tregua per la casa natale di Giovanni Bovio, che era stata occupata abusivamente da una famiglia composta da sette persone, tra cui diversi minori. All'esterno dell'edificio, in via Mario Pagano, erano stati eseguiti dei nuovi lavori non autorizzati, con interventi persino sul basolato.

Una domenica decisamente insolita quella del 21 maggio, all'alba una vera e propria "bomba d'acqua" aveva causato diversi problemi in città. L'ondata di maltempo aveva provocato disagi ed allagamenti anche all'interno della chiesa della Madonna del pozzo. E Poi un "bagno" di gente ad accogliere l'ottava tappa del giro d'Italia che ha toccato anche Trani. I ciclisti sono stati accolti calorosamente da bambini, famiglie e anziani.

Si colora di cronaca nera il mese di giugno. Un trentenne rumeno aveva tentato di stuprare una donna in via Istria. La donna, entrata nel portone della sua abitazione, si era accorta della presenza di un uomo che ha provato ad aggredirla, ignorando la presenza di un bambino, figlio di lei. La polizia aveva fermato il responsabile in via Dalmazia. Per fortuna, il peggio era stato scongiurato. Con il Festival dell'arte pirotecnica, invece, un fine settimana tutto da vivere. Ad arricchire il porto di Trani la ruota panoramica e Gnam!, il festival europeo del cibo di strada.

A luglio, si spegne nelle prime ore della mattina, all'età di 74 anni, monsignor Giovan Battista Pichierri, arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie. L'arcivescovo era stato colto da infarto nel Palazzo arcivescovile dove risiedeva.

Si chiamava Raffaele Casale, 28enne di origini campane ma ormai tranese di adozione, la vittima dell'incidente avvenuto ad agosto in via Martiri di Palermo in zona Capirro. Il ragazzo molto conosciuto in città, e non solo, era chef executive di un noto ristorante di Trani. Sempre ad agosto è stata finalmente inaugurata la strada provinciale Trani-Andria. La grande opera pubblica da circa 23 milioni di euro, appaltata dalla Provincia di Barletta-Andria-Trani, ha consentito un raddoppiamento di corsa per appena 4 chilometri.

A settembre era stata ritrovata nelle campagne di via Salvemini la moto di Nicola Montingelli, il trentunenne tranese che aveva perso la vita probabilmente a causa di un incidente stradale. Una persona a bordo della sua auto è giunta al pronto soccorso di Trani, ha scaricato il corpo del ragazzo oramai privo di vita e dopo aver chiesto aiuto al personale medico è scappata via facendo perdere le proprie tracce.

Ad ottobre ecco un'altra cava dismessa ricca di rifiuti tombati. A distanza di due anni torna l'incubo di emissioni nocive nell'aria di Trani, quella che respiriamo quotidianamente e che probabilmente di notte vengono avvertite maggiormente, ma che in pochi, fino ad ora, erano riusciti a spiegare.

In contromano sulla 16 bis. Non è la scena comica di un cartone animato ma quello che si è verificato a novembre. Protagonista è stata la guida folle di una donna che, dopo aver imboccato la strada in contromano ha percorso alcuni metri prima di rendersi conto dell'errore ed uscire, subito dopo, a Trani Sud. Molestie sessuali e rapine: condannato a 9 anni di reclusione il 36enne tranese Patrizio Romano Lomolino.

Dicembre è il mese della politica. È stata presentata, dopo giorni di trepidante attesa, la nuova giunta targata Bottaro. Quattro volti nuovi, tra cui due donne: una giunta dal sapore tutto politico pronta a raccogliere ciò che stato seminato in questi anni dalla giunta delle competenze. Il 2017 si conclude con alcuni colpi di pistola esplosi contro un'attività commerciale di via Superga. Stafano Zaccaro, questo il nome del responsabile, si è recato di sua spontanea volontà presso la caserma dei carabinieri di Trani confessando l'episodio.

Un anno movimento, ricco di eventi che hanno lasciato il segno e che saranno difficili da dimenticare. Non resta che aspettare tutte le sorprese che il nuovo anno riserverà per la città.

Intanto, dalla redazione di TraniViva i migliori auguri per un buon 2018!
  • Capodanno
Altri contenuti a tema
Sere d'Incanto, questa sera in Cattedrale gran concerto di Capodanno Sere d'Incanto, questa sera in Cattedrale gran concerto di Capodanno Ad esibirsi la Grande Orchestra Italiana diretta dal maestro Mezzapesa
2 Capodanno, il sindaco firma l'ordinanza anti botti Capodanno, il sindaco firma l'ordinanza anti botti Vietata la vendita per le strade. Multe fino a 500 euro
Capodanno in piazza Quercia, tutti pazzi per i dj Capodanno in piazza Quercia, tutti pazzi per i dj Notte tranquilla nonostante i botti. Sono 13 i feriti nel Barese
Un altro anno di Trani(Viva): ecco le notizie più lette Un altro anno di Trani(Viva): ecco le notizie più lette Dal tragico scontro tra treni alla prima unione civile della Bat
Primo dell'anno con lo Street Festival in via Lagalante Primo dell'anno con lo Street Festival in via Lagalante E questa sera concerto in Cattedrale dalle 20.30
Capodanno in piazza Quercia: dalle ore 23 festa con i dj Capodanno in piazza Quercia: dalle ore 23 festa con i dj Tutto pronto per l'esibizione di Samsara band e M2O
Trani si prepara alla lunga festa di Capodanno sul porto Trani si prepara alla lunga festa di Capodanno sul porto L'appello del sindaco Bottaro contro i botti
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.