Duc Bisceglie
Duc Bisceglie
Territorio

Un tranese alla guida del Distretto Urbano del Commercio di Bisceglie dopo le dimissioni di Belsito

Casambulanti: «Il Consiglio di Amministrazione convochi un'assemblea pubblica»

"L'Associazione del Distretto Urbano del Commercio nasce come Soggetto inclusivo e non esclusivo. Lo dice la legge che prevede il coinvolgimento, anche nella compagine associativa, di altri soggetti, come le associazioni, completamente ancora escluse". Con queste parole dirette ed inequivocabili l'Ufficio di Coordinamento dell'Associazione CasAmbulanti, con Delegazione regolarmente costituita ed operante anche nel comune di Bisceglie, interviene sul "caso Belsito" che sta destabilizzando uno strumento ad oggi ancora sottoutilizzato e che non ha prodotto alcun elemento significativo per lo sviluppo e la crescita del commercio biscegliese, anch'esso in profonda agonia e succube della vicina concorrenza della grande distribuzione organizzata che continua ad espandersi nel silenzio assoluto mentre i mercati sono sempre più emarginati e addirittura violentati quando le norme vengono reiteratamente violate ed i diritti calpestati.

Le dimissioni ovvie e naturali che il Presidente Antonio Belsito ha presentato, da gentiluomo e soprattutto riconoscendo che la presa di distanze dall'amministrazione Angarano non poteva che far maturare tale decisione, almeno questo accade quando gli uomini sono persone serie e coscienziose come lo è l'avvocato Belsito, siano l'occasione per dare seguito a quanto espressamente previsto dalla legge regionale quindi il consiglio di amministrazione del Distretto biscegliese, la cui guida, dopo le dimissioni di Belsito passerebbero al tranese vice-presidente, i cui componenti non hanno esternato le proprie generalità nel comunicato che respinge le dimissioni del Belsito, prenda atto della necessità di dar seguito a quanto previsto dalla legge regionale. Attivi, quindi, i processi di compartecipazione ancora oggi completamente violati e soprattutto guardi a risultati che sicuramente non possono essere quelli esternati nel sommario comunicato stampa divulgato che dimostra in modo plastico quanto poco o nulla si sia fatto finora, perdendo tempo prezioso per il piccolo commercio biscegliese agonizzante.

Per quanto riguarda le dimissioni del Presidente Belsito la questione è delicatissima perché se davvero l'avvocato ritiene che l'operatività dell'Associazione del Distretto Urbano di Bisceglie possa continuare in modo assolutamente autonomo ed indipendente dalle linee politiche dell'amministrazione Angarano allora vada avanti. Se, invece e come è nei fatti, il Presidente Belsito confermi la sua linea dissociativa rispetto al decorso politico-amministrativo disastroso dell'attuale amministrazione comunale che tanti danni sta creando proprio al mondo delle piccole imprese locali che si sono viste catapultate nel limbo dell'incertezza con investimenti bloccati e prospettive fosche, allora vuol dire che qualcuno abbia giocato e poiché il DUC non è cosa privata e amministrare una città, rappresentare le categorie non è un gioco allora si dica chiaramente cosa stia accadendo a Bisceglie. I cittadini e le imprese vogliono saperlo, visto che a molti politici sembra non interessare pe nulla. Il Distretto Urbano del Commercio, invece, chiarisca tutti gli aspetti ambigui ed oscuri che finora hanno reso quel percorso associativo assolutamente privatistico, gestito da pochi e ben individuati soggetti, senza alcun allargamento in violazione della legge regionale e soprattutto dichiari pubblicamente qualunque esclusione di conflitto d'interesse. Queste non sono richieste di un visionario coordinatore di un'Associazione di Rappresentanza ma doverose spiegazioni da parte di chi utilizza e spesso vive di soldi pubblici che sono di tutti ma che spesso servono solo per qualcuno, i soliti - hanno concluso da CasAmbulanti.
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.