IMG
IMG
Vita di città

Va in pensione Cosimo Nenna, storico infermiere dello... storico Ospedale di Trani

La dedica a un professionista serio stimato e amato dalla comunità da parte del collega Rino Negrogno

«Eccolo, Cosimo Nenna, mentre timbra il cartellino per l'ultima volta, dopo aver lavorato per più di quarant'anni nell'ospedale di Trani. Infermiere storico, prima del Pronto Soccorso e poi dalla Postazione Fissa Medicalizzata e del 118, mio grande amico e collega, uno di quegli infermieri che ti insegnano i trucchi del mestiere, quei trucchi che non sono scritti in nessun testo e che non ti insegna nessun professore universitario. Chi non conosce l'infermiere Cosimo Nenna?
Ricordo ancora quando per la prima volta entrai nel Pronto Soccorso, giovane, neolaureato e spaesato infermiere, ricordo il suo volto rassicurante, un po' più giovane di oggi, ma tutto sommato è invecchiato bene, mi prese per mano come avrebbe fatto un fratello maggiore»: sono le parole di Rino Negrogno, infermiere del 118 di Trani.

«Tanti auguri Cosimo per la tua meritata pensione. Uno degli ultimi lavoratori che hanno meritatamente raggiunto l'età pensionabile. Sei un po' triste? Ti prende già la nostalgia? Consolati pensando a noi che non sappiamo se e quando raggiungeremo questo traguardo da te oggi raggiunto, pur versando ogni mese migliaia e migliaia di euro di tasse.

Cosimo Nenna, grande infermiere, ma anche grande è stato il suo impegno, sia in politica che nel sindacato, da non dimenticare, per citarne una, la sua lotta per opporsi al ridimensionamento dell'ospedale di Trani. L'avventura è finita, da oggi per lui cominceranno sicuramente altre avventure, nuove sfide, Cosimo non è uno che si ferma così. Tanti auguri dunque caro amico e collega, per una nuova vita.

Buona fortuna anche a voi maturandi, anche per voi in fondo si conclude un ciclo, e sebbene non lo possiate comprendere, sebbene sia consapevole che ogni preoccupazione meriti il primo posto nelle preoccupazioni, e sebbene sia consapevole di poter, anzi d'essere certamente tacciato di boomerismo per quel che scriverò: non siate troppo in ansia, è meglio essere preoccupati per un esame di stato che per un esame esplorativo della prostata, e, boomer per boomer, siatene certi, un giorno si rimpiangeranno queste vostre preoccupazioni di oggi.

P.S. Cosimo, un po' ti invidio, ma come hai detto giustamente tu a quella collega di trent'anni: dammi i tuoi trent'anni e io ti do la mia pensione. Tanti auguri Cosimo Nenna».
  • Sanità
Altri contenuti a tema
Il tranese Nicola Petrarota nuovo dirigente dell'unità operativa di chirurgia senologica della mammella nell'Asl Bt Il tranese Nicola Petrarota nuovo dirigente dell'unità operativa di chirurgia senologica della mammella nell'Asl Bt La nota inviata dall'Azienda Sanitaria locale
Asl Bat, da inizio anno ad oggi 42 donne hanno dichiarato atti di violenza Asl Bat, da inizio anno ad oggi 42 donne hanno dichiarato atti di violenza Il report nel corso di un incontro con tutte le istituzioni coinvolte
55 Etica e Politica chiede la costituzione di una Commissione Sanità votata in Consiglio Comunale Etica e Politica chiede la costituzione di una Commissione Sanità votata in Consiglio Comunale «Siamo caduti nel silenzio più profondo»
Sanità pugliese: diritto ai buoni pasto e recupero arretrati. La FSI-USAE attiva le vertenze nelle Asl Sanità pugliese: diritto ai buoni pasto e recupero arretrati. La FSI-USAE attiva le vertenze nelle Asl Le fonti normative e regolamentari del diritto alla pausa e alla mensa
Far respirare bene, venerdì e sabato pneumologi a confronto a Trani Far respirare bene, venerdì e sabato pneumologi a confronto a Trani Si parlerà, fra le altre cose, di asma, riabilitazione respiratoria e bpco
Al via da oggi a Trani attività di prelievo domiciliare per le categorie fragili Al via da oggi a Trani attività di prelievo domiciliare per le categorie fragili Servizio riservato per fasce deboli non deambulanti permanentemente e loro assimilati
11 PTA di Trani a rischio, «tante promesse ma poche certezze» PTA di Trani a rischio, «tante promesse ma poche certezze» Dopo sette anni dall'istituzione del PTA, si mobilitano medici e operatori sanitari
Uomo di Trani dona fegato e reni Uomo di Trani dona fegato e reni Aveva espresso la sua volontà quando era ancora in vita
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.