Lavori
Lavori
Inbox

Paga 5mila euro di oneri urbanizzazione ma il Comune nega il permesso di costruire

La lettera al sindaco di un cittadino «truffato»

Sig. Sindaco,
nel 2014 ho avuto il parere favorevole per un permesso che consentiva a me e alla mia famiglia di costruirci casa. Ho ricevuto dopo un po' gli oneri di urbanizzazione da pagare, come cittadino onesto li ho pagati tutti facendo tanti sacrifici, subito dopo ho presentato, come in mio diritto, istanza di rilascio del permesso di costruire. Il permesso non mi è stato mai rilasciato ma negato, considerando che per aspettare tutto questo io e la mia famiglia siamo stati in fitto per due anni. Questa è una truffa che ho subito dal Comune di Trani: prima mi hanno fatto pagare quasi 5000 euro di oneri di urbanizzazione e poi mi hanno negato il permesso di costruire e questo dopo un parere favorevole al permesso presentato.

Ad oggi dopo un decreto ingiuntivo, un atto di precetto datato aprile 2017 (quasi un anno fa), dopo che l'avvocatura comunale ha riconosciuto i miei diritti e ha sollecitato gli uffici competenti di pagarmi urgentemente causa pignoramento e trasmissione del tutto alla Corte dei conti, mi ritrovo puntualmente ad essere respinto dagli uffici comunali competenti, dai dirigenti competenti e da impiegati comunali che del Comune di Trani poco importa loro, La sola ad avermi sempre ricevuto è stata l'avvocatura comunale, che ringrazio.

Caro sindaco, le scrivo tramite questa redazione perché avere un appuntamento con lei, richiesto più volte per presentarle il mio caso, è stato impossibile. Mi è stato riferito che il sindaco è molto impegnato in questo periodo, invece per me chiedere dei permessi al lavoro per provare a parlare con lei e con dei dirigenti è stato considerato normale.

Chiedo di prendere in considerazione questo mio ultimo sollecito perché chi lavora onestamente nella vita e paga le tasse (anche quelle comunali) ha diritto di essere ascoltato e ha diritto, soprattutto dopo la sentenza di un giudice, di essere rimborsato dei propri soldi. Questa si chiama civiltà e quando alla civiltà vengono meno le istituzioni è molto grave.

Sig. Sindaco, le faccio delle domande:
perché continuo a vedere che in Consiglio comunale vengono portati all'ordine del giorno debiti fuori bilancio successivi al mio decreto ingiuntivo che risale al 2016?;
Perché i dirigenti e gli impiegati comunali si negano?
Il debito del Comune di Trani in mio favore, procedendo al pignoramento, e la trasmissione di tutto alla Corte dei conti sicuramente raddoppierà. Le chiedo, è questo il modo giusto di amministrare la città?
Perché non far pagare tutti questi costi in più ai dirigenti comunali?

Mi dispiace molto di questa situazione ma se non sarò rimborsato dei miei soldi procederò, oltre al pignoramento ed alla trasmissione alla Corte dei conti, anche ad un esposto in Procura dove chiederò chiarimenti sul perché vengono portati debiti fuori bilancio in Consiglio comunale successivi anche come anno al mio decreto ingiuntivo che risale al 2016.

Sicuro di un suo intervento, le porgo i miei distinti saluti ed il mio doveroso rispetto.

Stefano ​Di Corato
  • Comune di Trani
Altri contenuti a tema
Albo dei tributaristi di fiducia, prorogato il termine per la domanda di partecipazione Albo dei tributaristi di fiducia, prorogato il termine per la domanda di partecipazione Le istanze entro il 31 dicembre
La Giunta comunale dice "Sì" ad una variante generale del piano urbanistico La Giunta comunale dice "Sì" ad una variante generale del piano urbanistico La decisione in seguito ad alcune problematiche emerse dopo il mutato quadro normativo
Volontariato, oggi i dipendenti pubblici coinvolti in una manifestazione di sensibilizzazione Volontariato, oggi i dipendenti pubblici coinvolti in una manifestazione di sensibilizzazione L’Anteas ha previsto per ognuno di loro un'azione da svolgere
Comune di Trani, presto l'assunzione di ben 59 unità Comune di Trani, presto l'assunzione di ben 59 unità L'assessore Laurora: «Ora ci attende una nuova sfida: predisporre i concorsi»
I dipendenti comunali volontari per un giorno: manifestazione a Palazzo di città I dipendenti comunali volontari per un giorno: manifestazione a Palazzo di città Predisposti dei pacchetti con azioni reali da svolgere durante la giornata
1 Piano del fabbisogno personale: nel triennio 2019/2021 previste 59 assunzioni al Comune di Trani Piano del fabbisogno personale: nel triennio 2019/2021 previste 59 assunzioni al Comune di Trani Ci saranno anche progressioni verticali per i dipendenti amministrativi
80 mila euro per l'abbattimento delle barriere architettoniche e la messa in sicurezza delle scuole 80 mila euro per l'abbattimento delle barriere architettoniche e la messa in sicurezza delle scuole Il Comune di Trani ammesso al finanziamento regionale
La sala Azzurra del Comune di Trani sarà intitolata a Giancarlo Tamborrino La sala Azzurra del Comune di Trani sarà intitolata a Giancarlo Tamborrino Bottaro: «Un modo per onorare la memoria di coloro che hanno servito la città»
© 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.