Amedeo Bottaro
Amedeo Bottaro
Mazza e panella

Ame(n)deo ora è monaco zen

Mazza e Panella di Giovanni Ronco

Comincio seriamente a pensare che Amen deo stia frequentando dei corsi di yoga per diventare monaco laico zen. Non si spiegherebbe come faccia a mantenere la calma e la tranquillità dinanzi alle continue sbroccate, per usare un eufemismo, della sua maggioranza, anzi di alcune componenti di essa. Assorbito il fatto che una componente facente capo ad Emiliano ( la chiameremo l'incognita A) non partecipa più a quasi nessuno tra gli appuntamenti politici e socio - culturali della stessa amministrazione, dopo aver incassato la bellezza di due assessorati sani ed uno ibrido ( la Ciliento).

Dobbiamo per l'ennesima volta analizzare una riunione di maggioranza che, convocata per discutere la questione Corrado ( altra componente facente capo ad Emiliano - l'incognita B) e per eventuale ritocco- azzeramento della Giunta, discendente dalla grottesca situazione del Documento bottariano, é finita in malo modo. Da segnalare l'ennesimo contrasto duro tra una consigliera che rivendicava poltrona -incarico- visibilità, ( "io non ho avuto niente") ed un consigliere che, perso ancora una volta il controllo di se avrebbe detto alla stessa di ringraziare il fatto di essere donna, se no se la sarebbe vista brutta. Poi l'avrebbe invitata a chiamare eventualmente il marito per difenderla. Tutto questo alla vigilia della Giornata contro la violenza sulle donne ...

A quel punto il sindaco zen, preso il suo impermeabile salutava tutti senza fare una piega: "A questo punto me ne vado". Senza parlare né di Corrado né del probabile azzeramento. C'è chi in maggioranza ha già posto un ultimatum ad Amedeo Zen: "O azzeri o comincia la guerra". Detto dell' incognita A, ormai corpo e peso morto di questa maggioranza, zavorra pronta al futuro addio nei confronti di Amedeo, restano alcuni mal di pancia sull'imminente ingresso di Beppe Corrado. Sorge il dubbio che i malpancisti siano gli stessi che temono, con l'allargamento della maggioranza, di non essere più indispensabili, nel senso di avere molto meno potere ricattatatorio nei confronti di Zen Amen deo.

Questo signori miei è il livello della politica nostrana. Monaco Zen Amedeo, ripeti con me:" Omm!"
  • Amedeo Bottaro
Altri contenuti a tema
1 Terremoto nel nord barese, domani scuole aperte a Trani. Il sindaco: «Nessun danno» Terremoto nel nord barese, domani scuole aperte a Trani. Il sindaco: «Nessun danno» In corso gli ultimi sopralluoghi negli edifici della città
Chiavi della città, sulla recente vicenda di cronaca rompe il silenzio l'avvocato del sindaco Chiavi della città, sulla recente vicenda di cronaca rompe il silenzio l'avvocato del sindaco Mario Malcangi: «Si dissente totalmente dall'ipotesi accusatoria»
Presunti affari illeciti nel Comune di Trani, Bottaro rompe il silenzio: «Lasciamo lavorare i magistrati» Presunti affari illeciti nel Comune di Trani, Bottaro rompe il silenzio: «Lasciamo lavorare i magistrati» Le reazioni a seguito dell'inchiesta condotta dalla Procura di Trani
Occupazione abusiva del suolo pubblico e musica alta, proseguono i controlli Occupazione abusiva del suolo pubblico e musica alta, proseguono i controlli Il sindaco: «Le regole vanno rispettate da parte di tutti»
Pittura autonomamente le fontane di Trani: il "cittadino modello" premiato dal sindaco Pittura autonomamente le fontane di Trani: il "cittadino modello" premiato dal sindaco «Questo comportamento esemplare non poteva passare sotto silenzio»
Ipotesi di "ricatti" rivolti al sindaco dai consiglieri della maggioranza: Bottaro smentisce Ipotesi di "ricatti" rivolti al sindaco dai consiglieri della maggioranza: Bottaro smentisce «Se così fosse lo avrei denunciato. Chiedo a tutto il gruppo il massimo impegno e coinvolgimento»
La festa a "L'Anziano e il Mar Morto" La festa a "L'Anziano e il Mar Morto" Mazza e panella di Giovanni Ronco
1 "Ie' ha salì" e "Devo andare": così finì il sogno degli ex dissidenti "Ie' ha salì" e "Devo andare": così finì il sogno degli ex dissidenti Dopo l'ultimo Consiglio comunale ciò che poteva essere, non é stato
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.