Standing Ovation

"Organizzar e dissacrar" col Dardo cortese

Tranese, artista, visionario, surreale, ma coi piedi per terra. Ecco chi è Francesco Porcelli

Dardo è Francesco Porcelli. Tranese, artista, visionario, surreale, ma coi piedi per terra. Gran signore dell'arte dissacrante correlata ai piccoli ed ai grandi della Terra e della terra, intesa come la nostra terra, il nostro Sud, la nostra Trani e la nostra Italia, grande provincia, come l'ha definita qualcuno.

Dardo vede oltre la cortina della quotidianità, organizzando una visione che parte dal presente e subito dopo si esalta come immagine solenne, non banale, ricca di "sms" alla nostra testolina, spesso chiusa dai paraocchi della miopia di ciò che è contingente, di ciò che stritola esistenze e ampie visioni. Dardo è stato qui. Qui a Traniviva negli anni scorsi. Vorrei riaverlo con le sue visioni folli e normali, con quelle figure disperate, ma pronte a farti sorridere, pronte a presentarti un tema e subito volte a trasfigurarlo in una dissacrazione "cortese" nella forma, ma graffiante nell' "sms", spesso livido e tagliente. Dardo è andato a lavorare a Bolzano da un po' di anni e fa il prof di grafica.

Ogni tanto Trani ripensa a lui e lui a Trani, in una rincorsa di amorosi sensi attraverso foto (le scatta ogni volta che torna) e le sue illustrazioni che ricalcano emozioni, denunce, debolezze umane, tristezze, solitudini, ma anche sferzante ironia. Guardate l'illustrazione "Mazzata Tari" che fa da logo ad una delle mie rubriche presenti in questo portale; la sottile sfumatura tra Stato forte che vessa i cittadini con le cattive, attraverso l'immagine di omini fascistoidi e violenza pronta ad esplodere attraverso quelle braccia tese, esprime tutta la capacità di Dardo di trasmetterci un discorso, un'idea, attraverso la forza della figura rappresentata. Ma non ci sono solo corpi stilizzati e figure solitarie nella loro allegra disperazione.

Nell'esperienza di vignettista per Traniviva, Dardo si è cimentato con la satira politica, ramo delicato e non sempre facile, nella piatta provincia meridionale. Il politico, fondamentalmente un piccolo borghese improvvisamente assurto agli onori della cronaca, seppur locale, non accetta d'essere sbeffeggiato, in quanto ritiene la satira un danno d'immagine nel suo splendente cammino futuro; più prosaicamente diciamo che però teme gli sfottò dei colleghi al bar del Comune o il giorno del Consiglio Comunale. Dardo sa entrare quindi anche nella carne vive della fatua vanità umana che di questi tempi si identifica in quel potere politico tronfio e disperato, spocchioso e incapace, traduzione elevata del locale "ciuccio e presuntuoso". E Dardo seppe essere cortesemente spietato anche allora. Ora la sua ultima esperienza, con le sue illustrazioni legate alla rappresentazione dell'Inferno dantesco (integranti una recente pubblicazione) segna un ulteriore salto di qualità e di livello, in quel percorso che rivede ancora una volta Dardo impegnato nella rappresentazione d'una umanità dolente. E mai occasione fu più propizia.
  • Dardo
Altri contenuti a tema
Sorteggio pubblico o concorso? Questo è il dilemma! Sorteggio pubblico o concorso? Questo è il dilemma! Dardo e la sua lettura in merito le assunzioni Amiu
Trani Gran Sorpresa: più blatte, meno bambini Trani Gran Sorpresa: più blatte, meno bambini Gli auguri di Dardo in occasione della Pasqua
Quando la periferia incontra l'arte: ecco "Distillato di Cemento" Quando la periferia incontra l'arte: ecco "Distillato di Cemento" La creazione digitale di Dardo in occasione della mostra "Emergenza Puglia"
"Divertimento per li regazzi", l'omaggio di Dardo a Giandomenico Tiepolo "Divertimento per li regazzi", l'omaggio di Dardo a Giandomenico Tiepolo Dissacrante ironia sul potere e la società europea
3 La finestra sul cielo La finestra sul cielo L'irriverente satira di Dardo sulla cava fumante e sulla chiesa di San Domenico
Puntata Dardo: Trani Gran Sorpresa Puntata Dardo: Trani Gran Sorpresa
Distillato di cemento Distillato di cemento
"Divertimento per li regazzi" - rubrica Dardo "Divertimento per li regazzi" - rubrica Dardo
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.