Calcio

La Fortis a 270' dai play off

Savoni chiede l’aiuto dei tifosi per Polignano

La Fortis rispetta il pronostico, supera il Minervino e conferma il quarto posto in classifica a tre giornate dalla fine della regular season di Promozione. Contro l'undici allenato da Zinfollino, il Trani ha disputato una gara convincente tenendo per lunghi tratti il predominio del gioco. Le due reti che hanno deciso l'incontro sono giunte negli ultimi venti minuti, con Fiorella e Terrone, decisivo sia all'andata che al ritorno a maglie invertite.
Savoni sottolinea la buona prova dei suoi ragazzi: "Non era facile – spiega – giocare con questa intensità a tre giorni di distanza dalla partita di Corato. Nel derby, sotto la pioggia, avevamo profuso uno sforzo considerevole per cercare di recuperare il risultato. Temevo un contraccolpo fisico con il Minervino ed invece la squadra ha mantenuto passo e lucidità, come dimostra il fatto di aver trovato i gol nella parte finale dell'incontro".
A 270' dalla fine la Fortis è nei play off, ma adesso diventa determinante la prossima partita a Polignano contro una diretta concorrente per gli spareggi promozione. "Se dovessimo uscire imbattuti da questa sfida – prosegue l'allenatore – avremmo fatto il più. Per questo motivo invito tutti i tifosi a seguirci in massa a Polignano. Dopo anni di delusioni e piccole soddisfazioni, finalmente il Trani può puntare ad un obiettivo importante. Abbiamo bisogno del calore e del sostegno della nostra tifoseria. Spero che domenica il pubblico tranese diventi il dodicesimo uomo in campo".
Ieri c'è stata la ripresa degli allenamenti, al piccolo trotto dopo il doppio impegno ravvicinato. Per consentire ai suoi giocatori di smaltire tossine e tensione, Savoni ha deciso di non organizzare nessun test infrasettimanale. Giovedì ci sarà una partitella in famiglia soltanto per provare alcuni schemi e verificare la condizione dei giocatori.
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.