Altri sport

Non omolgato il risultato di Canosa-Trani

I biglietti per i tifosi tranesi in vendita domenica allo stadio di Trani, al costo di 3 euro.

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Il giudice sportivo non ha omologato il risultato della partita Canosa-Trani (1-0) di domenica scorsa. Il giudice ha preso atto del preannuncio di reclamo della Fortis e non ha preso alcuna decisione in merito agli incidenti che hanno costretto l'arbitro ad una doppia sospensione nel corso del primo tempo. Il Trani ha presentato reclamo per i minuti giocati nel corso del primo tempo. Stando al minutaggio dell'incontro, sarebbero stati giocati 43 minuti (o poco più) e non i 45 canonici. Il direttore di gara ha interrotto la partita una prima volta alla mezzora (per tredici minuti), poi, alla ripresa, si è giocato per altri 13 minuti, fino a quando un funzionario di polizia non è entrato sul terreno di gioco inducendo l'arbitro ad una nuova interruzione. Le squadre sono rientrate negli spogliatoi e, al rientro, hanno disputato direttamente il secondo tempo. Su questa ricostruzione dovrebbe vertere indicativamente il ricorso della Fortis. In vista della partita di domenica a Corato, è stato respinto il ricorso per lo sconto della squalifica di Amoruso a cui sono state confermate le tre giornate di squalifica. Il portiere non ci sarà nel derby così come Pinto (squalifica per cumulo di ammonizioni). Nel Corato fermato fino al 15 febbraio l'allenatore Lotito, uno dei tanti ex. Oggi vertice per la sicurezza a Corato al fine di evitare disordini allo stadio. I tifosi tranesi dovrebbero essere sistemati nell'area alle spalle delle panchine. La Fortis Trani annuncia che i biglietti per la partita saranno messi in vendita domenica mattina alle ore 13.00 presso lo stadio comunale di Trani al prezzo di € 3. I tifosi si raduneranno lì e saranno scorati a Corato dalle forze dell'ordine.
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.