Il ministro Andrea Orlando all'Ordine degli avvocati
Il ministro Andrea Orlando all'Ordine degli avvocati
Scuola e Lavoro

Alternanza scuola-lavoro, l'esito del progetto con l'Ordine degli Avvocati di Trani

300 gli studenti di diverse scuole della Bat destinatari dell'iniziativa

Anche quest'anno l'Ordine degli Avvocati di Trani è impegnato nel progetto Alternanza Scuola-Lavoro del Consiglio Nazionale Forense. Sono circa 300 gli studenti a cui è destinata l'iniziativa dell'ordine professionale tranese. Coinvolti istituti di Trani, Canosa, Corato e Molfetta ma anche di Giovinazzo, città che non rientra nel circondario del tribunale di Trani ma in quello di Bari. Sessanta gli avvocati-tutors impegnati nel progetto A.S.L., che ha visto il primo appuntamento nella biblioteca storica del consiglio dell'ordine forense tranese con un momento di formazione guidato da Maria Grazia Misuriello, esperta in tecniche di animazione, psicologa e psicoterapeuta.

Venticinque gli incontri, presso le scuole e la sede dell'ordine forense, con l'avvio degli studenti alla conoscenza delle leggi e della legalità, alla partecipazione attiva nelle simulazioni ed alla redazione di reportage giuridici, così come previsto nel protocollo d'intesa sottoscritto il 3 ottobre 2016 tra il Consiglio Nazionale Forense ed il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. "L'impegno nell'alternanza scuola/lavoro – afferma il presidente del'ordine degli avvocati di Trani Tullio Bertolino - concretizza la vocazione dell'Avvocatura nel dare un contributo concreto all'integrazione dei percorsi formativi scolastici mediante interventi mirati, volti all'approfondimento del delicato aspetto dell'educazione, del rispetto delle regole, della cittadinanza attiva e democratica.

Il momento di formazione nasce dalla consapevolezza che essere formatori, oggi più che mai, non vuol dire soltanto introdursi in un'aula scolastica, addentrarsi in un contesto lavorativo. L'identità umana è in continua ricerca: manca la stabilità di un lavoro, c' è frequente precarietà nella famiglia e nelle relazioni. La formazione, allora, si gioca all'interno dell'essere testimoni di valori eterni e universali, di principi sani. Per essere brave persone e buoni cittadini c'è bisogno di un costante accompagnamento da offrire alle giovani generazioni. Cittadini adulti si diventa; tuttavia il rischio più grande è quello di non diventare mai autenticamente tali.

Viviamo in un tempo in cui c'è chi fatica a comprendere il vero significato delle scelte quotidiane. Molti pensano che tanto non cambia nulla. Molti di più sono, per fortuna, coloro che credono sia possibile costruire un mondo più giusto e più bello, più abitabile e più a misura d'uomo. Di questo sogno tutti siamo responsabili, ognuno come persona, come cittadino e come lavoratore nonché tutti insieme come comunità. Tutti abbiamo un impegno, allo stesso tempo, personale e collettivo che supera la logica della competizione e ci aiuta ad adottare lo stile vincente della cooperazione. Perciò la formazione, maggiormente per chi si muove nel contesto scolastico, non può essere improvvisazione e non merita di essere lasciata solo alla buona volontà dei più sensibili.

Tutti dobbiamo avere a cuore la vita della comunità, Stato compreso, assumendo l'impegno di avere occhi attenti per cogliere le trasformazioni del mondo e mettere in circolo le tante esperienze di buona prassi, di impegno gratuito e disinteressato, di formazione di cittadini consapevoli, responsabili e generosi. Ciascuno – conclude Bertolino - deve prender parte, scegliere una posizione e contribuire col proprio pensiero e con la propria azione alla realizzazione del bene comune". Fanno parte del comitato scientifico del Consiglio Nazionale Forense per l'Alternanza Scuola-Lavoro l'avv. Francesco Logrieco (vicepresidente C.N.F. ed ex presidente dell'ordine degli avvocati di Trani), l'avv. Bertolino e l'avv. Domenico Facchini, anch'egli del foro tranese. Coordinatore dei 7 progetti in svolgimento nelle scuole è l'avv. Giulio Guarino.
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Il liceo Vecchi di Trani protagonista assoluto nei giochi sportivi studenteschi 2018/2019 Il liceo Vecchi di Trani protagonista assoluto nei giochi sportivi studenteschi 2018/2019 A salire sul gradino più alto del podio sono stati gli alunni della squadra maschile di pallavolo
Scuole, iniziate le operazioni di consegna di nuovi banchi e sedie Scuole, iniziate le operazioni di consegna di nuovi banchi e sedie L'iniziativa dell'Amministrazione dopo le segnalazioni dei dirigenti scolastici
2 Addio a Mimmo Mele, sindacalista della scuola Addio a Mimmo Mele, sindacalista della scuola È stato per anni una guida ed un prezioso consigliere per tanti docenti tranesi e della provincia
Scuole e sicurezza: ora tutti vogliono i controlli Scuole e sicurezza: ora tutti vogliono i controlli Mazza e panella di Giovanni Ronco
Sulla scuola Papa Giovanni cala (anche) il buio Sulla scuola Papa Giovanni cala (anche) il buio Illuminazioni spente da giorni. I genitori temono l'avvento di vandali e ladri
Scuola De Bello, Trani Sociale chiede la riapertura dell'istituto Scuola De Bello, Trani Sociale chiede la riapertura dell'istituto Questa mattina protocollata la richiesta al sindaco Bottaro
Scuola Papa Giovanni, il plesso resterà chiuso per un «medio-lungo periodo» Scuola Papa Giovanni, il plesso resterà chiuso per un «medio-lungo periodo» L'assessore Laurora risponde ai dubbi dei genitori degli alunni e del personale scolastico
Futuri imprenditori a Villa Schinosa Trani Futuri imprenditori a Villa Schinosa Trani Gli alunni della scuola Baldassarre alle prese con nuove idee imprenditoriali per rilanciare l’autoimpiego al Sud
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.