Sopralluogo cava fumante
Sopralluogo cava fumante
Ambiente

Contrada Monachelle, ancora fumi e il Ministero bacchetta il Comune di Trani

Il portavoce di TraniACapo Procacci: «Di parole non ne vogliamo più sentire»

"Il silenzio e l'immobilismo sulla cava fumante sono scandalosi. Sono almeno sei mesi che da quel terreno esce fumo, che in città respiriamo spesso una puzza insopportabile, che probabilmente qualcosa sta contaminando la falda acquifera e ancora non accade nulla. E' vergognoso ed inconcepibile". Antonio Procacci, leader del movimento Trani#ACapo, torna alla carica sulla vicenda della cosiddetta cava dei veleni bis di contrada Monachelle. "Negli ultimi 30 giorni, da quando cioè hanno fatto il sopralluogo con i vigili del fuoco, non è cambiato nulla", prosegue Procacci.

"La cava continua a fumare e sul posto non c'è alcun segno di attività compiuta su quell'area. Va bene, Bottaro ha chiarito che è importante capire come intervenire, che c'è il rischio di esplosione, ma possibile che dopo 30 giorni non si è ancora capito? Possibile che un Sindaco, maggiori autorità sanitaria cittadina, non senta l'esigenza di pretendere un intervento immediato per porre fine alla contaminazione?". "Se per questo ci chiediamo anche come mai la Asl non stia intervenendo su questa vicenda", aggiunge Maria Grazia Cinquepalmi, consigliera del movimento. "E' incredibile che le emergenze ambientali della nostra città vengano trattate con tutta questa sufficienza, vedi anche la lentezza con cui si sta procedendo alla messa in sicurezza della discarica. Doveva essere già partito il Piano di Caratterizzazione e invece siamo ancora alla fase di studio". "Chiaro che nessuno ha fretta di intervenire visto che l'ordinanza del sindaco sulla cava fumante è priva di scadenze e sanzioni, quindi praticamente non vale nulla", aggiunge il capogruppo di Trani#ACapo, Aldo Procacci. "Ma tanto per il sindaco non c'è alcuna emergenza, ha chiarito che quei fumi sono pericolosi solo per chi si trova a meno di 10 metri dalla cava".

Trani#ACapo ha interessato della questione il Ministero dell'Ambiente, a cui è tornata a scrivere ancora una volta anche sulla discarica. E il Ministero, per l'ennesima volta, ha chiesto spiegazioni a Regione, Provincia, Arpa, Comune e Amiu sulla nostra segnalazione di danno ambientale, includendo per la prima volta anche la cava fumante. "Di parole non ne vogliamo più sentire", conclude Antonio Procacci, "vogliamo vedere i fatti. Chiediamo al Sindaco di intervenire senza indugio e di chiedere aiuto alla Regione e al Ministero. Gli strumenti legislativi ci sono, vanno soltanto attivati. Se non vedremo interventi immediati ci attiveremo con diverse forme di protesta".
  • Antonio Procacci
Altri contenuti a tema
1 Amet: riconosciuto ad un dipendente più di quanto richiesto, nessuna risposta per Trani#ACapo Amet: riconosciuto ad un dipendente più di quanto richiesto, nessuna risposta per Trani#ACapo Il portavoce Procacci: «Speravamo in una smentita e invece un silenzio assordante»
Amet seleziona personale e Trani#ACapo accusa: «Forse lo sa solo chi lo deve sapere» Amet seleziona personale e Trani#ACapo accusa: «Forse lo sa solo chi lo deve sapere» Il portavoce Procacci: «Pubblicati tre avvisi sul sito di un'agenzia di lavoro, scadono il 6 ottobre»
Trani dimentica i suoi figli più illustri Trani dimentica i suoi figli più illustri Lettera aperta di Antonio Procacci in occasione dell'anniversario di morte di Ivo Scaringi
Discarica, Trani#ACapo: «A rischio il finanziamento regionale» Discarica, Trani#ACapo: «A rischio il finanziamento regionale» Svelati i contenuti di un documento del 16 giugno
5 Ristorante nel fortino, Procacci non si ferma: «Il gestore paghi il dovuto al Comune» Ristorante nel fortino, Procacci non si ferma: «Il gestore paghi il dovuto al Comune» Conferenza stampa degli esponenti di Trani#aCapo per replicare al ristoratore
Caso Lampare, oggi conferenza di Trani#aCapo Caso Lampare, oggi conferenza di Trani#aCapo Davanti a palazzo di città gli esponenti del movimento di Antonio Procacci
La discarica di Andria riaprirà. Parola di Trani#aCapo La discarica di Andria riaprirà. Parola di Trani#aCapo Il movimento svela i termini di un accordo con l'Amiu di Trani
Quartiere Stadio, Procacci denuncia lo strano caso del terreno di via Pertini Quartiere Stadio, Procacci denuncia lo strano caso del terreno di via Pertini Il portavoce di Trani#aCapo: «Il Comune sta andando incontro ad una batosta giudiziaria»
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.