Tommaso Laurora e Amedeo Bottaro
Tommaso Laurora e Amedeo Bottaro
Politica

Bufera in Giunta, il consigliere Lops prende le distanze dall'assessore Laurora

«Non dovrebbe essere consentito conservare la carica assessorile criticando l’Amministrazione»

Recentemente ho appreso, leggendo attentamente la rubrica a cura del prof. Giovanni Ronco pubblicata su Traniviva il 10 gennaio 2019, di talune dichiarazioni rese pubbliche da un assessore del PD che non oso rimarcare poiché egregiamente esposte dalla fine penna del prof. Ronco nella sua rubrica. Ebbene, le dichiarazioni che avrebbe reso l'assessore, non possono da me essere tollerate, per cui prendo le dovute distanze in qualità di consigliere comunale che sostiene questa amministrazione.

Le dichiarazioni di cui sopra, a mio avviso, sarebbero state rilasciate nell'ottica di una sgangherata e contraddittoria linea che si pone in antitesi all'azione amministrativa del governo cittadino e quindi verso se stesso (atteso che fa parte dell'esecutivo cittadino e qiundi persona legata da un rapporto fiduciario col sindaco).

Le stesse avrebbero avuto senso sé rese all'indomani delle proprie dimissioni, ma se rese da un'assessore ancora in carica, la vicenda assume contorni del tutto incomprensibili. Si potrebbe ipotizzare che l'assessore PD avendo deciso di aprire anzitempo la campagna elettorale si sia fatto intervistare nel ruolo di futuro candidato sindaco. Liberissimo di farlo, ci mancherebbe altro, una candidatura a sindaco non si nega a nessuno, tuttavia non dovrebbe essere consentito conservare la carica assessorile criticando l'amministrazione che lo sostiene e quindi, per la proprietà transitiva criticare se stesso continuando, peraltro, a percepire lo stipendio di assessore per continuare nell'azione amministrativa da egli stesso criticata, (la maggior parte delibere di giunta sono votate anche da lui o mi sbaglio?).

Questa amministrazione comunale ha una forte componente del PD, infatti rappresenta il partito di maggioranza relativa che ha conseguito alle elezioni più scranni di tutti gli altri e che di conseguenza traccia il solco più profondo nell'azione amministrativa e di governo della città, contando ben tre assessori comunali in Giunta. Non dimentichiamo che la Giunta viene proposta dai partiti politici di maggioranza e nominata dal capo dell'amministrazione ed è basata su un rapporto puramente fiduciario che deve sempre permanere tra il capo dell'amministrazione ed il singolo assessore.

Detto questo, la vicenda diventerebbe ancor più incomprensibile se il PD (partito di maggioranza relativa) condividesse le dichiarazioni che avrebbe reso da un suo assessore e se così fosse, la segreteria del PD si assumesse la responsabilita' di porre fine a questa amministrazione.

Nel caso contrario, ipotesi da me auspicata, se un assessore del PD rappresenta una nota stonata completamente fuori dal coro, la segreteria del partito dovrebbe prendere i dovuti provvedimenti per continuare a governare serenamente e con il consueto impegno la nostra città. Si faccia chiarezza su questa vicenda.

Ad ogni modo, salvo questa spiacevole quanto inattesa vicenda, non posso non prendere atto del grande lavoro e impegno costante profuso dal sindaco in primis e dagli assessori/e di buona volontà che in silenzio, giorno dopo giorno si rimboccano le maniche, (per sopperire all'atavica ristrettezza di risorse umane nell'ambito della casa comunale, che con grande sacrificio ed impegno, si stà cercando cercando di ripianare a valorizzando anche e soprattutto le professionalità meritevoli) lavorando in silenzio e senza falsi proclami, solo nell'interesse della città e dei suoi cittadini.

Altra nota di merito va ai colleghi/e consilieri/e insigniti da deleghe e non, che offrono a titolo gratuito il proprio supporto in termini di tempo e di professionalità specifiche al fine di rendere sempre piu celere e concreta l'azione amministrativa. Come vedete non è tutto da buttare come qualcuno, artatamente vuol far credere.

Infine mi chiedo chi possa essere l'effettivo beneficiario dell'azione sleale e ipocrita da un soggetti che tenderebbero di minare il percorso di questa amministrazione… non certo i cittadini tranesi.

Michele Lops, consigliere comunale
  • Tommaso Laurora
Altri contenuti a tema
Italia in Comune, vicepresidente regionale il tranese Tommaso Laurora Italia in Comune, vicepresidente regionale il tranese Tommaso Laurora «Felice di poter abbracciare un progetto fatto di amministratori pubblici che sanno ascoltare i territori e risolverne i problemi»
1 La Lampara verso la procedura di affidamento diretto, l'assessore Laurora non ci sta La Lampara verso la procedura di affidamento diretto, l'assessore Laurora non ci sta «È inutile ricercare la colpa come al solito negli uffici, la politica è chiamata a svolgere il proprio ruolo»
2 Riscaldamento nelle scuole, otto consiglieri di maggioranza contro l'assessore Laurora Riscaldamento nelle scuole, otto consiglieri di maggioranza contro l'assessore Laurora «Totale assenza di responsabilità, lo invitiamo a mostrarsi più umile ed attento alle sue deleghe»
3 Dimissioni Guadagnuolo, l'assessore Laurora rompe il silenzio Dimissioni Guadagnuolo, l'assessore Laurora rompe il silenzio «Occorre assumersi la responsabilità di assumere decisioni forti e coraggiose»
Caso Lampara, Tar rigetta la richiesta dell'ex gestore: soddisfatto l'assessore Laurora Caso Lampara, Tar rigetta la richiesta dell'ex gestore: soddisfatto l'assessore Laurora «Conferma la legittimità e la correttezza dell'operato del Dirigente condiviso dal sottoscritto e dal sindaco»
Casa di riposo Vittorio Emanuele, via gli abusivi e murati gli ingressi Casa di riposo Vittorio Emanuele, via gli abusivi e murati gli ingressi L'assessore Laurora: ​«La risposta all'emergenza abitativa non può e non deve tollerare situazioni di illegalità»
Nuova giunta Bottaro, tra gli assessori Tommaso Laurora Nuova giunta Bottaro, tra gli assessori Tommaso Laurora La prima intervista da assessore, tra le deleghe quella alle innovazioni tecnologiche
1 Salta il rimpasto e anche i "voti buoni" Salta il rimpasto e anche i "voti buoni" Le pagelle della settimana del prof. Giovanni Ronco
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.