Anna Maria Barresi
Anna Maria Barresi
Politica

"Caro amico ti scrivo", Anna Maria Barresi scrive al primo cittadino

Ragioneria implosa, Scoglio di Frisio e partecipate: «Tutti questi risultati negativi»

Caro Amedeo,
voglio chiamarti per nome, come facevo una volta, perché voglio scriverti, come un'amica scrive ad un suo vecchio amico quando vuol ricordare un passato condiviso e non dimenticato. Voglio ricordare l'entusiasmo, che riempiva la mia mente e il mio animo di buone cose e belle idee, che aspettavano solo di essere osservate, capite e condivise da te. Ti ricordi Amedeo, quando ti consigliavo di migliorare la situazione nell'area finanziaria? Quando, guardando un po' più lontano di te, mi ostinavo a spiegarti che in quel modo non avremmo raggiunto ottimi risultati e che la ragioneria sarebbe implosa. Il tempo, purtroppo ha dato ragione a me e la ragioneria è implosa!

Quello che continuavi a dirci era che non ti fidavi di nessuno, mentre agli altri ripetevi "sono stato lasciato solo". Chi non si fida , si isola automaticamente, il tuo era un controsenso. Ricordi, quando da subito mi sono battuta per ripristinare, almeno in parte, lo Scoglio di Frisio? E' l'unico punto in riva al mare che può essere raggiunto più facilmente da chi, non munito di auto o con poche risorse economiche, non si può permettere di raggiungere le spiagge più "IN".

Non sei riuscito, con l'autorevolezza che spetta ad un sindaco, a far si che il progetto fosse portato a termine, d'altronde andando in capitaneria di porto avevo scoperto dov'era l'intoppo (era stato sbagliato l'iter procedurale, da parte del Comune). Ma tu non ti fidi di nessuno e ti sei isolato e hai isolato gli altri. I ricordi sono tanti, come i consigli che ho provato e che abbiamo provato a darti, ma tu non ti fidi di nessuno, anche quando dicevamo che la nostra Città meritava l'installazione dei parcometri, che la tua assurda insistenza a non ascoltarci ci stava facendo perdere troppi soldi.

Che dire delle aziende partecipate ereditate, da tutti noi, con delle problematiche, ma solo da te gestite? Certo! Tu non ti fidavi, non ti fidavi di noi quando hai nominato un Amministratore Delegato in Amet spa che si vede raramente in azienda, come se fosse l'apparizione. Non ti fidavi di noi, anche ,quando hai riconfermato la nomina dell'Amministratore Unico di Amiu Ing. Alessandro Guadagnolo, nomina non condivisa dalla gran parte della maggioranza e della minoranza, Ah! Dimenticavo di lui, tu, ti fidavi (?).

Il coro che ti chiedeva un cambio nell'amministrazione di Amiu, si faceva sempre più numeroso, il coro che ti stordiva le orecchie con la richiesta della revoca di Guadagnolo, si faceva sempre più assillante, come le sirene con Ulisse, eravamo tutti preoccupati per il futuro dell'Amiu spa, ma tu continuavi a non fidarti. Ora che si avvicina la fine del tuo mandato, il fallimento della tua gestione è sempre più in risalto, come in un quadro a rilievo, a questo punto non posso che dirti che avevo ragione ad insistere nel consigliarti, mentre tu hai avuto torto nel non ascoltarmi.

Le mie riflessioni erano dettate dalla consapevolezza di percorrere la strada giusta, dettata dall'onestà e dalla logica pervenuta dalla conoscenza. Oggi sono io che ti dico, come penso tanti altri, non mi fido di te e di ciò che (non) riesce a produrre la tua gestione, le dimissioni dell'Ing. Guadagnolo non sono il suo fallimento, bensì il tuo fallimento, il fallimento di un sindaco che non è riuscito a guardare oltre il suo naso. Per tutti questi motivi e oggi, principalmente, per l'attuale condizione di Amiu spa, credo che alle dimissioni dell'Ing. Guadagnolo debbano seguire le tue, perché finalmente hai mostrato a tutti noi cittadini, la tua vera capacità e cioè quella di non essere in grado di fare politica e di non aver ancora compreso da dove si inizia a gestire una Città. Infine ritengo, dopo tutti questi risultati negativi, paradossale ed assurda la tua volontà a volerti ricandidare.

Anna Maria Barresi,
consigliere comunale indipendente
  • Anna Maria Barresi
Altri contenuti a tema
Pista ciclabile e area attrezzata in via Falcone, si attende l'autorizzazione da parte dell'Anas Pista ciclabile e area attrezzata in via Falcone, si attende l'autorizzazione da parte dell'Anas Barresi (Italia in Comune): «A breve tutti noi cittadini tranesi potremo contare su uno spazio verde»
Piattaforma Mepa, Barresi denuncia le irregolarità "benedette dalla legge" Piattaforma Mepa, Barresi denuncia le irregolarità "benedette dalla legge" Luci e ombre sul mercato elettronico della pubblica amministrazione
Gestione finanziaria 2017, Barresi risponde a Lignola: «Assurde giustificazioni» Gestione finanziaria 2017, Barresi risponde a Lignola: «Assurde giustificazioni» La controreplica della consigliera d'Italia in Comune all'assessore al bilancio
Conti finanziari, Barresi: «Nel 2017 Trani inserita tra i Comuni con un rischio medio alto» Conti finanziari, Barresi: «Nel 2017 Trani inserita tra i Comuni con un rischio medio alto» La consigliera espone la relazione della Corte dei Conti sul controllo di qualità e gestione
Ringhiere sul lungomare di nuovo arrugginite, la denuncia di Barresi Ringhiere sul lungomare di nuovo arrugginite, la denuncia di Barresi «Sindaco, non ci delizi più con i suoi spot elettorali. Mancano appena 38 domeniche al voto»
1 Amiu, Anna Maria Barresi risponde all'ingegner Nacci Amiu, Anna Maria Barresi risponde all'ingegner Nacci La consigliera: «Non mi stancherò mai di chiedere assoluta trasparenza a chi amministra le aziende pubbliche di questa città»
Concorsi Amiu, Barresi: «Ancora mancate risposte dall'ingegner Nacci» Concorsi Amiu, Barresi: «Ancora mancate risposte dall'ingegner Nacci» «Mi stupisce e allo stesso tempo mi preoccupa questo suo silenzio»
Assunzioni Amiu, Barresi: «Il mio compito è il controllo della vita amministrativa» Assunzioni Amiu, Barresi: «Il mio compito è il controllo della vita amministrativa» La controreplica della consigliera all'ingegner Nacci
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.