Casa di riposo
Casa di riposo "Vittorio Emanuele II"
Vita di città

Caso "Vittorio Emanuele II", sei dipendenti senza stipendio da marzo

Da fine dicembre, la struttura non è più funzionante. Ancora buio sul futuro

Elezioni Amministrative 2020
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
Elezioni Regionali 2020
Continua, da oltre sette mesi, la telenovela della "Vittorio Emanuele II", Azienda di Servizi alla Persona tranese presieduta dalla barlettana Carmen Craca che, da dicembre, è stata costretta a trasferire i propri ospiti a Corato, presso Villa Alberta, a causa del mancato adeguamento alle normative vigenti nelle strutture socio-sanitarie. Sei sono i dipendenti della casa di riposo, lasciati senza le loro mansioni principali e, da marzo, anche senza stipendio (ad eccezion fatta per un piccolo acconto sul primo mese): si tratta di quattro donne e due uomini, di Trani e Barletta, a capo, in cinque casi, di famiglie mono-reddito.

L'azienda soffre, da anni ormai, di una situazione economica disastrosa: diversi sono i debiti maturati con i fornitori, ai quali si aggiunge la mancanza di fondi per i dovuti lavori di ristrutturazione dello stabile e, appunto, i compensi dei lavoratori. Costretti a fare da "custodi" di locali da tempo fatiscenti, i dipendenti hanno un'età media di 60 anni, con un'esperienza decennale. Sono sospesi in un limbo: per alcuni, nonostante ci siano i termini, non è possibile avviare le procedure di prepensionamento, a causa dei contributi mancanti e, in parte mal versati. Andrebbero, infatti, ripartiti tra i lavoratori gli ultimi due anni di versamenti, pagati invece in maniera cumulativa. L'ente provvidenziale non è tenuto a eseguire questo ricalcolo, di cui dovrebbe occuparsi quindi l'Asp.

Poco chiara è anche la direzione che azienda e istituzioni vogliono dare al futuro della struttura. A causa del contestuale crollo dell'amministrazione Riserbato, il caso è stato dimenticato dalle parti politiche, che adesso dovranno interrogarsi su come recuperare l'ennesimo bene pubblico caduto in rovina. Il governo Bottaro saprà dare un futuro a questo luogo? Un problema in più per Palazzo di Città, nel caso fossero pochi quelli di cui finora si è dato notizia.
Un esempio dei locali fatiscenti della struttura
Carico il lettore video...
  • Sociale
  • Casa di riposo
Altri contenuti a tema
Un delfino nelle acque di Trani: il video fa il giro del web Un delfino nelle acque di Trani: il video fa il giro del web Le riprese di Cristoforo Todisco diventano virali
Vittorio Emanuele II, il commissario straordinario ASP chiarisce alcune «inesattezze» Vittorio Emanuele II, il commissario straordinario ASP chiarisce alcune «inesattezze» Anna Curci risponde al consigliere regionale Santorsola
Trani Sociale non si ferma più: bonificata la zona del lido Mongelli Trani Sociale non si ferma più: bonificata la zona del lido Mongelli Un contributo quotidiano per risolvere con l'azione tanti piccoli e grandi disservizi cronici tranesi
L’ambito sociale di zona "Trani-Bisceglie" proroga le attività dello Sportello Kipepeio L’ambito sociale di zona "Trani-Bisceglie" proroga le attività dello Sportello Kipepeio L'ufficio per l’integrazione socio sanitaria e culturale degli immigrati aperto fino al 31 agosto
Politiche sociali, famiglia e sicurezza: il primo anno di Ops Politiche sociali, famiglia e sicurezza: il primo anno di Ops A Trani il bilancio del primo anno dell'osservatorio
Ex casa di riposo Vittorio Emanuele di nuovo occupata: l'accesso da una finestra laterale Ex casa di riposo Vittorio Emanuele di nuovo occupata: l'accesso da una finestra laterale Una famiglia dimora all'interno ma c'è pericolo di crollo
Casa di riposo Vittorio Emanuele II, Anna Curci è il nuovo commissario straordinario Casa di riposo Vittorio Emanuele II, Anna Curci è il nuovo commissario straordinario La struttura chiusa da quattro anni in attesa di strategie di riattivazione
A Trani riprende il corso di formazione per l'acquisizione di competenze educative e relazionali A Trani riprende il corso di formazione per l'acquisizione di competenze educative e relazionali Destinatari volontari, educatori, insegnanti e genitori
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.