Piazza Albanese
Piazza Albanese
Vita di città

Cerimonia in onore di Alfredo Albanese: la piazza a lui dedicata assume un nuovo "look"

I commercianti: «Dovevamo aspettare questa occasione per vederla così»

Questa mattina piazza Albanese ha assunto un volto diverso. In occasione della commemorazione di Alfredo Albanese, il poliziotto tranese ucciso dalla Brigate Rosse il 12 maggio 1980, la piazza è stata completamente rimessa a nuova. Eliminati i bidoni, ripulita da foglie ed erbacce e piantato un albero di ulivo come simbolo di pace.

Un'iniziativa accompagnata da alcune polemiche da parte dei commercianti della zona. «Dovevamo aspettare quest'occasione per vedere finalmente ripulita piazza Albanese» – hanno detto. Già nei giorni scorsi l'Amministrazione aveva provveduto ad eliminare gli alberi secchi e piantumare nuovi esemplari di leccio per la gioia dei residenti che al tempo stesso sperano che questi interventi diventino routine e non casi eccezionali in vista di manifestazioni pubbliche.
Piazza AlbanesePiazza AlbanesePiazza AlbanesePiazza AlbanesePiazza AlbanesePiazza AlbaneseCerimonia in Piazza AlbaneseCerimonia in Piazza Albanese
  • Piazza Albanese
Altri contenuti a tema
Rioni in festa, oggi giochi ed intrattenimento di quartiere in piazza Albanese Rioni in festa, oggi giochi ed intrattenimento di quartiere in piazza Albanese Terza tappa dello show a cura di Vittorio Cassinesi
La Befana porta sette nuovi alberi in piazza Albanese La Befana porta sette nuovi alberi in piazza Albanese La piantumazione degli arbusti dopo la rimozione di quelli vecchi e secchi
23 Trova il portafogli in piazza Albanese e lo riconsegna subito al proprietario Trova il portafogli in piazza Albanese e lo riconsegna subito al proprietario L'uomo era arrivato a Trani da Noci per andare dal dentista
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.