Cgil Trani
Cgil Trani
Territorio

#Con2Si, a Trani presentato il gruppo a sostegno dei referendum sul lavoro

Obiettivo abolire i voucher e regolare gli appalti

È stato presentato a Trani, durante l'inaugurazione della nuova sede della Camera del Lavoro, il gruppo comunale a sostegno della mobilitazione della Cgil #Con2Si ai referendum sul lavoro del prossimo 28 maggio. Si tratta di Antonio Corraro, presidente associazione Auser; Michele Di Gregorio, assessore all'ambiente di Trani; Felice Di Lernia, assessore alle culture di Trani; Giuseppe Ingannamorte, tecnico Amet; Franco Laurora, consigliere dei Verdi; Lia Parente, psicologa; Nicola Parente, giovane disoccupato; Mimmo Santorsola, assessore all'ambiente della Puglia; Salvatore Sonatore, pensionato; Vincenzo Topputo, giovane disoccupato e Francesca Zitoli, insegnante.

All'inaugurazione della nuova sede c'erano il segretario generale della Cgil Bat, Giuseppe Deleonardis ed il segretario generale della Cgil Puglia, Pino Gesmundo. Durante la serata è scaturito un dibattito che a posto in evidenza alcune questioni che richiedono un'azione sindacale forte e decisa. «È emersa – spiega il coordinatore della CdL di Trani, Vito De Mario – la pesantezza della crisi sulle attività economiche tranesi, causa delle chiusure e del ridimensionamento delle imprese che porta inevitabilmente all'aumento della disoccupazione e delle difficoltà che sono sempre maggiori per i giovani in cerca di lavoro. Le attività tradizionali cui la città è vocata, turismo, lavorazione della pietra, calzaturiero (limitandoci alle principali) sono in forte crisi, e in attesa di un rilancio che per alcuni versi non potrà che avvenire con un'azione coesa tra tutti i soggetti 'economici' e le istituzioni, cittadine in primis».

Negli interventi è stato posto forte l'accento sulla necessità di trasformare, con azioni di buona politica, in "fatti concreti" gli investimenti europei attesi sul territorio, investimenti nella sanità, assetti idrogeologici, risanamento ambientale, riuso dei contenitori cittadini abbandonati. Inoltre, è stata anche rimarcata la battaglia sindacale della Cgil per il lavoro ed i diritti.

«Abbiamo raccolto 4,5 milioni di firme a sostegno di una legge d'iniziativa popolare che affermi regole e diritti universali per tutte le categorie dei lavoratori, una mobilitazione che ha posto le basi per i referendum contro i voucher e per meglio disciplinare le regole degli appalti affinché si tutelino i lavoratori evitando vuoti di responsabilità tra chi appalta e chi esegue. I voucher (buoni lavoro) di fatto per gli abusi avvenuti coprono e legittimano il lavoro irregolare causando buchi nelle casse previdenziali ed impoverendo e rendendo instabile l'occupazione», conclude De Mario.
  • Cgil Bat
Altri contenuti a tema
1 Rigenerazione urbana, a Trani il primo protocollo della Bat Rigenerazione urbana, a Trani il primo protocollo della Bat Creatività ed innovazione: protagonista sarà il quartiere Petronelli
Patto Nord Barese, avviate le procedure di licenziamento collettivo Patto Nord Barese, avviate le procedure di licenziamento collettivo Marzano (Cgil Bat): «Si lavori a soluzioni condivise»
Trasporto pubblico, dal 2018 le gare per l'affidamento dei servizi Trasporto pubblico, dal 2018 le gare per l'affidamento dei servizi Filt e Cgil chiedono un confronto prima di ogni decisione
1 Diritti e salario, la Flai Cgil Bat “Ancora in campo” Diritti e salario, la Flai Cgil Bat “Ancora in campo” Continua la campagna per informare i braccianti
2 Provincia Bat al collasso: il 6 ottobre sciopero dei lavoratori Provincia Bat al collasso: il 6 ottobre sciopero dei lavoratori La Cgil: «Difficoltà a garantire servizi a causa dei tagli»
Rinnovo contratto provinciale agricoltura, la Flai Cgil non firma Rinnovo contratto provinciale agricoltura, la Flai Cgil non firma La segreteria di Bari e Bat: «Intesa al ribasso. Non siamo caduti nel tranello»
Patto Nord Barese, la Cgil: «Con i tagli al personale nessun rilancio» Patto Nord Barese, la Cgil: «Con i tagli al personale nessun rilancio» Chiesto un incontro al presidente Marrano e ai sindaci
Convenzione antincendio boschivo, ancora nessun accordo Convenzione antincendio boschivo, ancora nessun accordo Le preoccupazioni di Cgil vigili del fuoco: «Un ritardo gravissimo»
© 2001-2017 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati. Viva è un marchio registrato di GoCity.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.