Gioco d'azzardo
Gioco d'azzardo
Associazioni

Contrasto al gioco d'azzardo, posticipata di 6 mesi l'entrata in vigore del distanziometro

Oasi2 Trani: «Tentativo di rimandare ancora la decisione, occorre una stringente regolamentazione»

Gli ulteriori sei mesi di tempo per l'adeguamento sul 'distanziometro' sono una risposta pilatesca, che non tutela la salute dei giocatori problematici né viene incontro alle ragioni dei business dei gestori dei locali e delle sale da gioco.

L'introduzione del 'distanziometro' era già prevista nel 2013. I gestori, dunque, hanno avuto già 60 mesi di tempo per rispettare le distanze minime richieste - 500 metri da scuole, parrocchie, luoghi di aggregazione giovanili - dalla legge regionale 43/2013. In 5 anni nulla è stato fatto, salvo garantire il proliferare di punti d'accesso al gioco d'azzardo e, in zona Cesarini, richiedere un ulteriore 'aiutino' brandendo come una clava nel dibattito politico lo spettro della perdita dei posti di lavori - i cui numeri, in merito, sono tutti da verificare - e l'ombra dell'illegalità - ben sapendo che già ora, senza distanziometro, il gioco d'azzardo fa gola alla criminalità più o meno organizzata.

L'ulteriore dilazione, dunque, non può che apparire come un tentativo di rimandare ancora la decisione e, di conseguenza, la presa di posizione, ormai sempre più necessaria, fra la tutela della salute e il primato del business senza scrupoli. Ecco il vero e più drammatico distanziometro, quello fra la politica e la tutela dei 40 mila pugliesi in balia del gioco d'azzardo. Ancora più allarmanti appaiono le parole del consigliere regionale Ernesto Abaterusso (LeU/I Progressisti), firmatario della richiesta di proroga sul distanziometro, che lasciano intendere una completa revisione della legge regionale 43/2013, legge per altro promossa da SEL e approvata all'unanimità dal Consiglio Regionale.

Possiamo solo auspicare che, se revisione sarà, questa andrà nella direzione di una maggiore e più stringente regolamentazione dei punti d'accesso al gioco d'azzardo - con o senza distanziometro - e che si lavori per potenziare i servizi di informazione, sensibilizzazione, presa in carico e cura dei giocatori problematici.

Lanciamo quindi, sin d'ora, il nostro appello a tutti coloro i quali ritengono la salute e la tutela dei soggetti vulnerabili, esposti al gioco d'azzardo patologico, non debbano essere anteposti a nessun altra logica, perchè nessuna altra vile e irresponsabile timidezza trovi spazio allo scoccare della nuova ipocrita, scadenza fissata a giugno 2019.

Oasi2 San Francesco Trani
  • Comunità Oasi2
Altri contenuti a tema
Decreto sicurezza e immigrazione, l'Oasi2 di Trani annuncia presidio in Prefettura Decreto sicurezza e immigrazione, l'Oasi2 di Trani annuncia presidio in Prefettura L'iniziativa per esprimere il proprio dissenso verso la nuova manovra del Governo
Diventare famiglie terapeutiche, Oasi2 spiega come in sette appuntamenti Diventare famiglie terapeutiche, Oasi2 spiega come in sette appuntamenti Destinatari coppie e single interessate all'affido familiare
Ludopatia, l'Oasi2 Trani ribadisce: «Distanziometro misura simbolica ma necessaria» Ludopatia, l'Oasi2 Trani ribadisce: «Distanziometro misura simbolica ma necessaria» L'associazione chiede la massima collaborazione ed unità di forze per fronteggiare l'emergenza
Un anno da volontario con Oasi2: nove posti a disposizione per tre progetti Un anno da volontario con Oasi2: nove posti a disposizione per tre progetti Per candidarsi c'è tempo fino al 28 settembre
1 L'arcobaleno delle culture, i rifugiati di Trani e Bisceglie incontrano gli studenti L'arcobaleno delle culture, i rifugiati di Trani e Bisceglie incontrano gli studenti L'iniziativa della comunità Oasi2 per creare un ponte di conoscenza
Oggi giornata mondiale di preghiera e riflessione contro la tratta umana Oggi giornata mondiale di preghiera e riflessione contro la tratta umana Dalla Comunità Oasi2: «Garantire protezione e assistenza alle vittime»
"Scarpe Rosse", anche nella Bat un aiuto alle donne vittime di violenza "Scarpe Rosse", anche nella Bat un aiuto alle donne vittime di violenza L'iniziativa è attuata da Oasi 2, Promozione e solidarietà e osservatorio Giulia e Rossella
Terremoto, l'Oasi 2 pronta ad accogliere bambini e famiglie Terremoto, l'Oasi 2 pronta ad accogliere bambini e famiglie Anche i richiedenti asilo pronti a dare una mano ai territori colpiti dal sisma
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.