Sanità
Sanità
Speciale

Coronavirus: scuole e luoghi pubblici chiusi ai cittadini

Scuole chiusi ed eventi annullati nelle zone più colpite dal virus

In seguito all'aumento dei casi di contagi da Coronavirus in tutta Italia, lo Stato ha preso dei provvedimenti molto seri e importanti in merito a ciò. Per salvaguardare i cittadini ed impedire che il virus si diffonda in maniera incontrollata è stato decio di tener chiuse le scuole, le palestre, i musei e i cinema in molte regioni dell'Italia, specialmente quelle Regioni che hanno dei casi accertati di vittime colpite dal COVID-19.

Ad ora il numero dei contagi è salito a 374 vittime, tra le quali ben 12 sono decedute. Questo porta l'Italia al terzo posto per quantità di contagiati.

Scuole chiuse fino a prossimi aggiornamenti

I primi luoghi comuni che sono stati chiusi riguarda proprie le scuole, dall'asilo nido fino alle università. Per quanto le persone sotto ai 60 anni non sono tra la fascia di età più a rischio contagio e morte da Coronavirus, onde evitare è stato deciso di salvaguardare la salute dei più giovani.

Il Nord Italia è la zona più colpita dal virus, il maggior numero di focolai è concentrato in Piemonte, Lombardia e Reggio Emilia, ma nonostante ciò ci sono stati casi accertati anche al Sud Italia, perciò si è deciso di chiudere le scuole da Nord a Sud.

A scopo preventivo le chiusure delle scuole sono iniziate già questo lunedì 24 febbraio e rimarranno tali fino al 1° marzo, salvo cambi di programma. Il Ministro dell'Istruzione Azzolina ha voluto rassicurare tutti quei studenti che stanno temendo di perdere il loro anno scolastico, specialmente chi sta frequentando l'Università. Il ministro ha ribadito che si stanno già prendendo dei provvedimenti per far fronte a questo problema sorto in questo periodo.

Si farà in modo che gli studenti possano proseguire il loro programma di studi anche da casa.

Elenco in aggiornamento delle regioni con la chiusura delle scuole

Il Presidente del Consiglio Conte, ha dichiarato che tutti i comuni e istituti dovranno far fede alle indicazioni che sono state emanate del paese e che non potranno prendere quindi iniziative di loro spontanea volontà sia per quanto riguarda quali scuole chiudere e sia per il periodo di chiusura.

Le regioni che dovranno tener chiuse le scuole fino al 1° marzo sono:
  • Emilia Romagna
  • Friuli Venezia Giulia
  • Liguria
  • Lombardia
  • Marche
  • Piemonte
  • Trentino Alto Adige
  • Veneto
Oltre a queste regioni si è deciso di chiudere in maniera preventiva anche le scuole in altre regioni e città d'Italia, soprattutto perché in alcuni comuni sono giunte persone provenienti dai focolai sparsi per l'Italia.
Esse sono:
  • Buccino (in provincia di Salerno)
  • Cardito (in provincia di Napoli)
  • Genova
  • Lauro (in provincia di Avellino)
  • Napoli (solo fino al 29 febbraio affinchè si possano igienizzare le aule e le zone comuni degli istituti)
  • Palermo (fino al 2 marzo, soprattutto in seguito alla scoperta di un contagiato in zona palermitana)
Non solo scuole chiuse, anche le gite scolastiche e gli Erasmus sono stati momentaneamente sospesi. Così come anche i viaggi per lavoro e ogni tipo di spostamento non fondamentale. Anche altri centri pubblici sono stati chiusi, i maggiormente colpiti sono i cinema, i teatri e i musei. Rimangono aperti uffici pubblici comunali, supermercati e banche.

Fonte: Lettoquotidiano.it
  • Coronavirus
Altri contenuti a tema
Coronavirus, registrati nella Bat cinque nuovi casi positivi Coronavirus, registrati nella Bat cinque nuovi casi positivi Il totale dei contagiati in Puglia è di 1.712
2 Emergenza Coronavirus, dal Governo soldi ai comuni per buoni spesa per i cittadini Emergenza Coronavirus, dal Governo soldi ai comuni per buoni spesa per i cittadini Il presidente Anci, Antonio Decaro: «La priorità ora è che le famiglie possano sfamare i propri figli»
Coronavirus, aggiornato il bollettino epidemiologico della Puglia Coronavirus, aggiornato il bollettino epidemiologico della Puglia La discordanza dei dati dimostra un problema di comunicazione a livello istituzionale
9 Trani piange la seconda vittima del Covid-19: si tratta di un uomo di 63 anni Trani piange la seconda vittima del Covid-19: si tratta di un uomo di 63 anni Era ricoverato in ospedale. E intanto aumentano i casi positivi in città
La vita è fatta di scelte, vivere o morire: «Restiamo a casa» La vita è fatta di scelte, vivere o morire: «Restiamo a casa» Il monito di una figlia: «Decisioni avventate ora mettono a rischio la propria vita e quella degli altri»
"Chi non è residente deve lasciare il condominio", a Trani truffa con falsi volantini "Chi non è residente deve lasciare il condominio", a Trani truffa con falsi volantini La Polizia locale invita ad ignorare il contenuto e a segnalare alle forze dell'ordine
Nuovo decesso ad Andria per Coronavirus: «Persona onesta e sempre attiva nei fatti» Nuovo decesso ad Andria per Coronavirus: «Persona onesta e sempre attiva nei fatti» Il messaggio di cordoglio dell'Ordine Commercialisti e Ragionieri per la perdita di Vincenzo Sinisi
Coronavirus, quattro nuovi casi nella Bat Coronavirus, quattro nuovi casi nella Bat Sale a 1458 il numero dei contagiati in Puglia
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.