IMG
IMG
Vita di città

Cronache da un teatro e da una "strombazzata intellettualità tranese" che fu: "Chiudetelo!"

Fanno sorridere elogi e critiche a compagnie e alla tanto decantata cultura di Trani

Fa sorridere quanto il palato esigente di un cronista di fine 800 appaia come un anatema e un auspicio purtroppo poi realizzatosi. Resistitette nel 1799 a un incendio (nel corso dei terribili giorni dell'attacco francese), il glorioso teatro san Ferdinando, e per ricostruirlo furono necessari cinque anni alla fine dei quali un magnifico ballo - che è solo fiabesco immaginare - il 2 febbraio del 1805 ne festeggiò la riapertura; e poi, nel 1851, a un terremoto: eventi dopo i quali veniva restituito talmente più impreziosito da costituire un'imitazione per i teatri che sarebbero stati costruiti in seguito (va ricordato che il teatro Ferdinando è stato il primo teatro di Puglia, prima del Curci, prima del Petruzzelli, prima del Piccinni) e anche citazioni nei testi di storia dell'arte. Ma, proprio a leggere queste cronache, non è tutto oro quello che luccica nella nostra memoria, soprattutto, pare, di tanto decantate tradizioni culturali tranesi che evidentemente costituivano oggetto di critica anche all'epoca: e nel rimarcare l'inadeguatezza di una compagnia di teatranti evidentemente modesta, ma che aveva suscitato l'interesse del pubblico e quindi buoni affari, il cronista sottolinea come, al contrario, in presenza di una pregevole compagnia la platea si era presentata semivuota. Quanto sono sempre uguali i tempi, molto più simili di quello che si possa immaginare! "Chiudetelo", tuonava il severo ed esigente cronista, "tanto sarebbe di guadagnato per l'estetica e l'arte!" Un' anatema forse un po' esagerato, soprattutto perché l'incuria e l'abbandono dopo i danni causati dalla seconda guerra mondiale ne fecero decidere l'abbattimento. Chi lo sa, un presagio a un investimento inutile in una città dalla "strombazzata intellettualità" - la stessa di cui si parla oggi, ma con altri termini - o davvero un'occasione perduta di crescita, di un destino che sarebbe stato ben diverso per Trani, per la sua società, per la sua cultura, per un luogo di attrattiva stabile , continua, diffusa,e non da mordi e fuggi vacanzieri nei soliti periodi di punta o di movida del weekend? Non lo sapremo mai - anche se un'altra cronaca ci racconta di una vitalità di una eccellenza delle compagnie che arrivavano a Trani - ma vale sempre la pena tentare: e nell'attesa non di uno, ma di ben due recuperi, il sogno di rivedere in quella piazza riapparire il San Ferdinando, per alcuni resta saldo. Anche con un'ombra che ne ricordi l'essenza e ne consenta una nuova vita, come quella della Basilica di Siponto, rinata di luce e di acciaio grazie a una bellissima azione della Soprintendenza archeologici e di un giovane artista, Edoardo Tresoldi (che già lavoro a Bari per un'altra installazione). Se quel "Chiudetelo!" funzionò, anche in maniera eccessiva, sognare non costa nulla e magari...
  • Teatro
Altri contenuti a tema
Il potere salvifico dell'abbraccio, Il Giullare entra nel vivo con il contest teatrale Il potere salvifico dell'abbraccio, Il Giullare entra nel vivo con il contest teatrale Domenica 7 luglio alle ore 21 “Soqquadri d’autore” con la compagnia Aipd Lecce di Nardò
Teatro a Corte, in scena sabato 6 luglio “Non ti pago”, un grande classico di Eduardo De Filippo Teatro a Corte, in scena sabato 6 luglio “Non ti pago”, un grande classico di Eduardo De Filippo A Palazzo delle Arti Beltrani per la IV edizione della rassegna nazionale legata al Premio ‘Giovanni Macchia’ La Bottega dei Teatranti di Salerno
A Trani la poesia incontra il teatro con lo spettacolo "Amore, non esisti" A Trani la poesia incontra il teatro con lo spettacolo "Amore, non esisti" La performance, andata in scena ieri, ha esplorato l'amore in tutte le sue forme e contraddizioni
Teatro a Corte, il 29 giugno in scena "I Ri...Promessi Sposi" Teatro a Corte, il 29 giugno in scena "I Ri...Promessi Sposi" Lo spettacolo della Compagnia dei Teatranti
Teatro a Corte, torna a Palazzo Beltrani una stagione artistica ricca di appuntamenti Teatro a Corte, torna a Palazzo Beltrani una stagione artistica ricca di appuntamenti Si inizia sabato 15 giugno con lo spettacolo Matrimoni Sospesi della Compagnia 30allora
Tata Matilde della Compagnia dei Teatranti conquista sei premi alla rassegna teatrale Domenico Modugno Tata Matilde della Compagnia dei Teatranti conquista sei premi alla rassegna teatrale Domenico Modugno Ad Enzo Matichecchia il premio miglior regia
Premio nazionale Giustina Rocca. Tra le iniziative anche lo spettacolo teatrale ‘La Rocca di Giustina’ Premio nazionale Giustina Rocca. Tra le iniziative anche lo spettacolo teatrale ‘La Rocca di Giustina’ Una produzione Marluna Teatro, in scena venerdì 24 maggio nel Salone del Centro Bethel a Trani
"Forza venite gente!": il 24 e il 25 maggio a San Magno il musical sulla vita di San Francesco "Forza venite gente!": il 24 e il 25 maggio a San Magno il musical sulla vita di San Francesco Un gruppo teatrale di tutte le età porta in scena uno spettacolo replicato da quarant' anni
© 2001-2024 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.