Docenti
Docenti
Scuola e Lavoro

Docenti con diploma magistrale, in 50mila rischiano il posto di lavoro

L'assessore Santorsola: «Li abbiamo ascoltati in attesa del parere dell'Avvocatura di Stato»

Venerdì 23 marzo l'Avvocatura dello Stato renderà noto il parere richiesto dal Miur sull'applicazione della sentenza del 20 dicembre 2017 del Consiglio di Stato che ha stabilito che il possesso del solo diploma magistrale non è sufficiente all'inserimento nelle graduatorie ad esaurimento del personale docente. Sono 50.000 i docenti con diploma magistrale che, a seguito della sentenza, rischiano il posto di lavoro.

«È di questo che abbiamo parlato - spiega Mimmo Santorsola, consigliere regionale, presidente della Sesta commissione regionale - nel corso dell'audizione richiesta da una delegazione di diplomati magistrali. Quel titolo di studio inizialmente era riconosciuto quale abilitante all'insegnamento nella scuola dell'infanzia e primaria».

Gli effetti di questa sentenza si ripercuoterebbero negativamente sul diritto allo studio degli allievi e alla continuità didattica, in particolar modo nei confronti degli alunni disabili. Infatti, la maggior parte di questi insegnanti, con incarico annuale sui posti di sostegno, rinnovabile per un massimo di 36 ore di servizio, rischia il licenziamento nonostante l'attivazione in Puglia di oltre 3.000 posti stabili in più di sostegno.

«Abbiamo promesso, sollecitati anche dall'Assessore all'istruzione Sebastiano Leo - prosegue Santorsola - che non lasceremo soli gli insegnanti. Anche se sulla questione non c'è alcuna competenza regionale specifica, la Regione darà piena disponibilità a seguire la vicenda in tutte le sedi».
  • Scuola
  • Regione Puglia
Altri contenuti a tema
Mensa scolastica, Forza Italia: «Bambini esclusi, ci attiveremo in ogni sede» Mensa scolastica, Forza Italia: «Bambini esclusi, ci attiveremo in ogni sede» Luca Volpe: «Sarà una battaglia di civiltà»
Contributi libri di testo: c'è ancora tempo per consegnare gli scontrini Contributi libri di testo: c'è ancora tempo per consegnare gli scontrini Ultima chiamata dal Comune, dopo non saranno più ammesse richieste
5 Bullismo e violenza in una scuola di Trani: vittima un dodicenne Bullismo e violenza in una scuola di Trani: vittima un dodicenne Lo studente dapprima insultato e poi picchiato dai suoi compagni di classe
Contributi libri di testo: c'è tempo fino al 16 novembre per consegnare gli scontrini Contributi libri di testo: c'è tempo fino al 16 novembre per consegnare gli scontrini Ultima chiamata dal Comune, dopo non saranno più ammesse richieste
A Trani un seminario di progettazione dal titolo "Cercasi talenti: vuoi realizzare un progetto?" A Trani un seminario di progettazione dal titolo "Cercasi talenti: vuoi realizzare un progetto?" Rivolto ad educatori e operatori pastorali
"Mi presento: vorrei essere un clown", al via il concorso fotografico nelle scuole di Trani "Mi presento: vorrei essere un clown", al via il concorso fotografico nelle scuole di Trani L'iniziativa del Treno del Sorriso aperta agli studenti tra i 5 e i 14 anni
Assistenza scolastica, dopo tre anni riparte il servizio di doposcuola Assistenza scolastica, dopo tre anni riparte il servizio di doposcuola Ad usufruirne in città saranno circa 70 minori
"A che pensi?": pensieri in libertà nella scuola Rocca-Bovio-Palumbo di Trani "A che pensi?": pensieri in libertà nella scuola Rocca-Bovio-Palumbo di Trani Lettura animata a cura di Marluna Teatro, Mastropasqua Maria Teresa, Poverino Stefania
© 2001-2018 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.