Donato Grande
Donato Grande
Solidarietà

Giocare a calcio, il sogno di Donato Grande potrebbe diventare realtà

Avviata su Facebook la raccolta fondi per sostenere lo sport in carrozzina

«Non mi sono mai arreso, ho sempre lottato nonostante la mia malattia». Forza e determinazione sono le caratteristiche che da sempre descrivono Donato Grande, 27enne tranese, nato con una patologia neuromuscolare la "sma 2", che lo costringe a vivere su una carrozzina elettrica. Donato ha una grande passione: il calcio. «A causa della mia disabilità purtroppo - racconta - non mi è stato mai possibile giocare ma la mia testardaggine, la mia tenacia e il mio amore per la vita mi hanno spinto a stare in porta divertendomi con i miei amici e rischiando pure di prendermi qualche pallonata in faccia».

Lo scorso anno, «casualmente e incredulo», Donato ha scoperto "Powerchair football", il calcio in carrozzina elettrica, e da allora non ha potuto non chiedersi: «Perché no?». Attraverso la A.S.D "Oltre lo sport", il 27enne tranese ha creato una squadra di calcio fatta di sognatori che, come lui, vorrebbero allenarsi e giocare a calcio sognando le trasferte in tutta Italia e all'Estero. Domenica si esibiranno a Roma contro le squadre campane e abruzzesi.
4 fotoCalcio in carrozzina
Calcio in carrozzinaCalcio in carrozzinaCalcio in carrozzinaCalcio in carrozzina
La passione, però, a volte non basta. Per realizzare questo desiderio servono tanti soldi. Bisogna acquistare le carrozzine elettriche adatte al gioco; è necessario un pulmino attrezzato per le trasferte, palloni speciali, fitto del luogo di gioco e tanto altro ancora. Ogni carrozzina deve essere dotata di paratia ai piedi che funge da protezione, ma anche da aiuto per la conduzione, gestione e tiro della palla.

È per questo che Donato si rivolge a tutti i tranesi, e non solo. «In occasione del mio compleanno, il 28 Giugno, chiedo di offrimi un caffè simbolico per sostenere le innumerevoli spese elencate, affinché questa attività possa finalmente spiccare il volo e non essere solo un sogno». Su Facebook è stata avviata una raccolta fondi con un importo raccolto di 1173 euro, una quota che, si spera, possa continuare ad aumentare.

«Grazie a voi al prossimo Mondiale potremmo esserci anche noi, infondo un sogno ha solo il costo di un caffè».
  • calcio
Altri contenuti a tema
1 Riparte la stagione calcistica: la Asd Città di Trani a caccia della 1° Categoria Riparte la stagione calcistica: la Asd Città di Trani a caccia della 1° Categoria Esordio domenica prossima alle ore 15.00 presso lo Stadio Comunale di Trani
Calcio femminile, nuova stagione per l'Apulia Trani Calcio femminile, nuova stagione per l'Apulia Trani A Villa Ascosa presentata la nuova squadra di atlete
1 La Polisportiva Trani degli anni '80 si ritrova in una rimpatriata La Polisportiva Trani degli anni '80 si ritrova in una rimpatriata Un incontro tra vecchi amici per rivivere una delle stagioni più intense del calcio tranese
Sly Trani, la squadra rimane a Danilo Quarto Sly Trani, la squadra rimane a Danilo Quarto Accordo non raggiunto con la famiglia Abruzzese
ASD Club Pontelama1983, presto al via la nuova stagione sportiva ASD Club Pontelama1983, presto al via la nuova stagione sportiva E sulla realtà calcistica tranese: «Guardiamo avanti»
Una lezione dalla vicenda Sly: ragazzi, nessuno vi regalerà nulla Una lezione dalla vicenda Sly: ragazzi, nessuno vi regalerà nulla Mazza e panella di Giovanni Ronco
6 UTD Sly Trani: rompe il silenzio il padre del presidente, Nicola Quarto UTD Sly Trani: rompe il silenzio il padre del presidente, Nicola Quarto «Capisco la delusione dei tifosi ma si dicono tante assurdità senza sapere»
Il presidente Quarto «da re a servo»: protesta il gruppo ultras "Veterani" Il presidente Quarto «da re a servo»: protesta il gruppo ultras "Veterani" Oggi l'incontro dei tifosi allo stadio. Gli Irascibili convocano la stampa
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.