Istituto oncologico
Istituto oncologico
Sanità

La speranza per la cura del tumore al pancreas nasce da un dramma che ha colpito una paziente tranese

Tumore sparito, ma la donna era già morta per una infezione polmonare

Una speranza per la cura dei tumori. Una speranza che nasce purtroppo da un dramma.

Era una donna tranese di 68 anni, in cura per un tumore al pancreas giunto al terzo stadio, la paziente "numero uno" di un protocollo sperimentale messo a punto a Bari, nel Dipartimento di Oncologia interventistica e medica dell'istituto tumori "Giovanni Paolo II": grazie alle cure di quel protocollo della equipe del dott. Cosimo Damiano Gadaleta, il tumore è sorprendentemente sparito, come ha rivelato l'autopsia. Ne ha parlato nei giorni scorsi il quotidiano "La Repubblica" in un articolo dedicato al caso.

Abbiamo usato il presente per un fatto passato perché purtroppo, come sottolineato nell'articolo, la straordinaria scoperta è avvenuta troppo tardi. La donna infatti morì il 14 marzo scorso non a causa del tumore ma per una infezione polmonare poli-microbica.

La famiglia della donna, che in quel periodo aveva subito diversi ricoveri, sporse denuncia sull'accaduto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bari, ipotizzando che avesse potuto contrarre l'infezione all'interno della struttura ospedaliera, e per questo il magistrato dispose l'autopsia della salma.

Ora, pur non cancellando il dramma della vicenda, si parla della sorprendente scoperta che potrebbe contrastare una delle patologie più difficili da trattare, e che in stato avanzato è considerato inoperabile e lascia pochi mesi di vita. Dopo la morte della donna, infatti, la terapia sperimentale era stata bloccata, e adesso si chiede che il protocollo venga nuovamente sbloccato.
  • Attualità
Altri contenuti a tema
1 La scomparsa di David Sassoli: il ricordo della sua visita a Trani La scomparsa di David Sassoli: il ricordo della sua visita a Trani "Dialogare con lui era davvero un piacere" racconta l'amico Paolo Loporchio
Un anno con Trani(Viva): ripercorriamo insieme il 2021 Un anno con Trani(Viva): ripercorriamo insieme il 2021 Tutte le notizie più lette nell'anno appena trascorso
9 Premio "Impresa storica":  110 anni di Pizzolante dalle vetrine di via Mario Pagano Premio "Impresa storica": 110 anni di Pizzolante dalle vetrine di via Mario Pagano Il prestigioso riconoscimento è stato assegnato dalla Camera di Commercio di Bari
Francesco Giorgino nuovo vice direttore del Tg1 Francesco Giorgino nuovo vice direttore del Tg1 Una carriera prestigiosa, cominciata nella "sua" Andria
1 Il coordinamento tranese contro la violenza di genere annuncia un presidio in piazza per il ritiro dell'emendamento del Consigliere Biancolillo Il coordinamento tranese contro la violenza di genere annuncia un presidio in piazza per il ritiro dell'emendamento del Consigliere Biancolillo «Il Consiglio comunale di Trani durante la votazione del piano per diritto allo studio ha dimostrato tutta la sua omo-bi-transfobia e misoginia»
Autovelox sulla 16bis allo svincolo Trani-centro, è una fake news Autovelox sulla 16bis allo svincolo Trani-centro, è una fake news La falsa notizia è iniziata a circolare sul web tanto da far credere a molti che fosse vera
A tg2 Storie una testimonianza da Trani: il piccolo Biagio, la sua famiglia e "gli Aquiloni" A tg2 Storie una testimonianza da Trani: il piccolo Biagio, la sua famiglia e "gli Aquiloni" Quando l'autismo entra nella vita di una famiglia e diventa una risorsa per tanti
Due protesi per il tranese Raffaele Lavacca, finora raccolti circa 7mila euro Due protesi per il tranese Raffaele Lavacca, finora raccolti circa 7mila euro L'obiettivo è arrivare a 190mila
© 2001-2022 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.