pace
pace
Vita di città

Marcia della Pace: i ragazzi rilanceranno Trani

Verso un percorso comune: il rispetto del prossimo, chiunque esso sia

Credo che la bella iniziativa della Marcia della Pace organizzata dall'ACR (Azione Cattolica Ragazzi) debba avere in futuro ancora più risalto sui media locali. Certo, la febbre da calcio che si respirava in città, ha fatto passare un po' tutto in secondo piano. Credo però che in un momento storico tanto delicato e complesso per la nostra città, un evento del genere, cui hanno partecipato tutte le parrocchie, con centinaia di giovani ragazzi al seguito, debba spingere ad una riflessione prolungata nel tempo e che coinvolga più soggetti ed enti educativi.

Una Marcia della Pace che si organizza da vent'anni e che trova continuità ed entusiasmo sempre nuovi soprattutto da parte di coloro che saranno i cittadini di domani, deve portare all'inizio di un nuovo percorso. Perse le speranze sull'attuale classe dirigente, è giusto che la città parta da loro, dai protagonisti di questa eccellente manifestazione, che vede protagonisti giovani che un domani possano essere primi attori del rilancio della città. Penso a personalità che già promettono tanto in tal senso come, tanto per fare un nome, Valentina D'Argento, attuale responsabile della ACR di Trani, ma in generale a tutti quei ragazzi che non hanno fatto della manifestazione un evento fine a se stesso, ma un'occasione di riflessione. Quest'ultima già cominciata nei mesi scorsi attraverso il catechismo, ha portato ad un'analisi su due scottanti problemi sociali, che poi hanno costituito il fulcro della manifestazione. E quali nodi sono tanto discussi e costituiscono un enorme problema sociale? Sicuramente il bullismo nelle scuole e l'integrazione degli extracomunitari.

Due aspetti diversi sui quali riflettere ma che sottendono un percorso comune: il rispetto del Prossimo, chiunque esso sia. Un punto di partenza dunque per cercare pace e condivisione, impegno e passione, per cercare un domani di vivere in una Trani migliore. Dobbiamo aiutare questi ragazzi, noi tutti, docenti, catechisti, genitori, a mantenere vivo questo spirito di accoglienza e tolleranza. In questi giorni in cui continuano ad uscire film sull'Olocausto, patito dal popolo ebreo durante la Seconda Guerra Mondiale abbiamo due armi per fare in modo che la barbarie non dilaghi ancora: lo studio della Storia e iniziative come la Marcia di domenica che siano fonte e spinta di amore verso il prossimo. Sperando che i nostri rappresentanti istituzionali assumano almeno una parte di quello spirito: rispetto, tolleranza, solidarietà.
  • Azione Cattolica
Altri contenuti a tema
Azione Cattolica Puglia, lettera aperta in occasione delle consultazioni elettorali del 20 e 21 settembre Azione Cattolica Puglia, lettera aperta in occasione delle consultazioni elettorali del 20 e 21 settembre «Il voto è la massima espressione della democrazia. Partecipare è un dovere»
Nomine Azione Cattolica diocesana, Valentina d’Argento coordinatrice zonale di Trani Nomine Azione Cattolica diocesana, Valentina d’Argento coordinatrice zonale di Trani Ecco tutti gli incarichi associativi
2 Coppie che scoppiano e "Caraccioliani": tutti i voti della settimana Coppie che scoppiano e "Caraccioliani": tutti i voti della settimana Si chiude il semestre di Giovanni Ronco, pochissimi i superstiti
Marcia per la pace, tantissimi i ragazzi per le vie della città Marcia per la pace, tantissimi i ragazzi per le vie della città Canti, colori e slogan: un'occasione per riflettere ed impegnarsi
L'Azione Cattolica porta la marcia della pace a Trani L'Azione Cattolica porta la marcia della pace a Trani Il 4 febbraio, preghiere e testimonianze per tutta la mattina
1 Lutto nell'Arcidiocesi, il presidente dell'Azione Cattolica invita alla preghiera Lutto nell'Arcidiocesi, il presidente dell'Azione Cattolica invita alla preghiera Franco Mastrogiacomo: «Portiamo il ricordo della sua attenta paternità»
Eletto il nuovo consiglio diocesano dell'Azione Cattolica Eletto il nuovo consiglio diocesano dell'Azione Cattolica Ecco da chi sarà composto per i prossimi tre anni
"Storie di cristiani perseguitati", una conferenza in occasione dell'assemblea di Ac "Storie di cristiani perseguitati", una conferenza in occasione dell'assemblea di Ac Appuntamento il 17 febbraio nella parrocchia Spirito Santo
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.