Movida sul porto di Trani
Movida sul porto di Trani
Vita di città

Movida, no ad alcol e bibite da asporto dopo le 22

Disposizione notificata ai locali questa notte. A Trani è rivolta

Divieto di vendere bevande alcoliche 'da asporto' e qualsiasi bibita in bicchieri di vetro e in lattina dalle 22 alle 6 del giorno dopo. La disposizione, già prevista dal regolamento di polizia locale del marzo scorso, da questa notte è diventata operativa con la notifica fatta dagli agenti di polizia municipale e di Stato ai titolari dei locali e dei distributori h24 di tutta la città. E tra i gestori è già rivolta per una norma che rischia seriamente di ridurre gli affari, danneggiando soprattutto pizzerie da asporto, paninari e distributori h24. Ma a ribellarsi sono un po' tutti i locali della movida tranese. Per la verità non è una cosa inaspettata.

Da palazzo di città il provvedimento era stato annunciato all'indomani dell'omicidio di Biagio Zanni, allo scopo di evitare liti e risse nelle notti brave sul porto o in altri luoghi molto frequentati dal popolo della notte. Ora i locali – da Colonna fino al porto, comprese pizzerie da asporto e paninari – dovranno adeguarsi, pena l'applicazione di una multa da 300 a 500 euro.

Ma nella notifica effettuata questa notte il comandante della polizia locale, Leonardo Cuocci, invita al rispetto anche di altri articoli del regolamento. In particolare, quello che obbliga a tenere pulite le pertinenze del locale anche con la sistemazione di bidoni all'esterno dei locali durante l'orario di apertura e con la pulizia dei bagni che devono essere a disposizione di tutti. In caso di violazioni accertate, la multa va da 100 a 500 euro. C'è poi l'obbligo per i titolari di raccomandare ai clienti il rispetto della quiete pubblica, invitandoli ad avere comportamenti civili e rispettosi dei diritti dei residenti; e anche quello di informare gli avventori circa l'entità delle multe previste per chi non rispetta la quiete pubblica e le norme igieniche. In tutti questi casi la sanzione prevista per in trasgressori va dai 300 ai 500 euro.
ordinanza vendita bibite asporto
  • movida
Altri contenuti a tema
Continuano i controlli della Polizia locale e di Stato nei locali della movida tranese: tre sanzioni Continuano i controlli della Polizia locale e di Stato nei locali della movida tranese: tre sanzioni Verifiche in quattro attività e distributori automatici
Rumba De Bodas, è tempo di funk al Barbayanne Rumba De Bodas, è tempo di funk al Barbayanne Musica ed avventura uniscono i giovani ragazzi bolognesi della band
Tamarindo: un ventaglio di proposte sotto il cielo d'agosto tranese Tamarindo: un ventaglio di proposte sotto il cielo d'agosto tranese Musica, drink e aperitivi ma anche spazio per fare palestra vista mare
Tamarindo: il chiosco tropicale del lungomare tranese Tamarindo: il chiosco tropicale del lungomare tranese Colorato angolo di freschezza e relax durante le afose serate estive
1 "Degustazione casual", i vini d'Europa in riva al mare "Degustazione casual", i vini d'Europa in riva al mare Trani si conferma "capitale" del buon bere e del buon cibo
8 Blitz in via Lagalante durante l'orario della movida Blitz in via Lagalante durante l'orario della movida In azione Guardia di Finanza, Polizia di Stato e Municipale. Furiosi gli esercenti della zona
Musica nei locali,  il sindaco la autorizza fino all'una il venerdì e nei prefestivi Musica nei locali, il sindaco la autorizza fino all'una il venerdì e nei prefestivi Sanzioni dai 300 a 500 euro per chi sfora
Movida, il Comune autorizza la musica fino alle 2 Movida, il Comune autorizza la musica fino alle 2 È entrata in vigore questa notte l'ordinanza valida per tutta l'estate
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.