Rosa Uva
Rosa Uva
Politica

Pef e crisi amministrazione, Rosa Uva: «Serve un progetto di rinascita per Trani»

L'invito dell'ex assessore di centrodestra alle forze politiche

«Ieri abbiamo assistito da cittadini ad un Consiglio comunale importante avente all'ordine del giorno argomenti determinanti e propedeutici al bilancio di previsione e dunque relativi alla visione programmatica di questa amministrazione, Pef (piano economico finanziario) relativo all'Amiu e Tari (tassa rifiuti). Non posso non evidenziare come questa amministrazione di sinistra abbia oggi, ancora una volta, evidenziato le divisioni esistenti, nel corso dell'esame dei provvedimenti, divisioni e spaccature relative ad una totale mancanza di visione e di programmazione comune, tanto da prevedere aumenti della Tari non supportati dalla stessa maggioranza». A parlare Rosa Uva, assessore ai Servizi sociali durante l'amministrazione Tarantini, all'indomani della seduta del Consiglio comunale che non ha consentito di approvare i Pef sul servizio di gestione rifiuti.

«Credo che quanto accaduto - sottolinea - debba far riflettere tutte le forze politiche presenti in Consiglio comunale ed esterne al Consiglio, ma che vogliano condividere un nuovo progetto di rinascita per Trani. La nostra città è oggi allo sbando: i servizi offerti ai cittadini sono insufficienti, peraltro anche molto cari rispetto a quanto il cittadino possa ricevere in termine di agio, assistenza, tutela e sicurezza; sono due anni che assistiamo fermi ed inermi ad una situazione di sostanziale non governo. Oggi credo - sostiene l'ex esponente dell'amministrazione di centrodestra - sia arrivato il momento di riaprire un dialogo tra tutte le forze politiche che sinceramente vogliano condividere un progetto politico nuovo, che parta da una comune visione politica e non certo finalizzato all'appagamento dei bisogni particolari di qualcuno, ristabilendo quella fiducia tanto cara ai cittadini ma purtroppo negata da evidenti carenze politiche ed amministrative».

«Bisogna tornare a interrogarsi - prosegue - su come si intenda amministrare questa città, ma lo si può fare solo in un contesto di fiducia, di buon esempio e di buon governo. Questa classe politica ha ormai deluso le aspettative. Si può fare di meglio, e con la consapevolezza che lo possiamo fare tutti insieme. Se così non fosse, lo stesso copione - conclude - sarebbe destinato inevitabilmente a ripetersi».
  • Rosa Uva
Altri contenuti a tema
"Il sindaco sul tetto che scotta" "Il sindaco sul tetto che scotta" Lettera in redazione di Rosa Uva (Buongoverno Trani)
Ex ospedale, Rosa Uva: «Dopo le iene, ora è il momento degli avvoltoi» Ex ospedale, Rosa Uva: «Dopo le iene, ora è il momento degli avvoltoi» Per l'esponente di Buongoverno necessario un punto di assistenza h24
1 Rosa Uva e il suo "Movimento del Buongoverno", ecco di cosa si tratta Rosa Uva e il suo "Movimento del Buongoverno", ecco di cosa si tratta L'ex assessore racconta i punti cardine del suo nuovo progetto
24 Fiocco azzurro nella politica tranese: è nato Davide Nicola Fiocco azzurro nella politica tranese: è nato Davide Nicola L'ex assessore Rosa Uva è diventata mamma
2 Altro che centrodestra, Forza Italia ricompatta solo se stessa Altro che centrodestra, Forza Italia ricompatta solo se stessa Nota del commissario provinciale Merra che precisa la posizione del partito
Se ri–sboccia Rosa Uva… Se ri–sboccia Rosa Uva… Mazza e panella, #4
Conservatori e Riformisti, Rosa Uva rinuncia al direttivo provinciale Conservatori e Riformisti, Rosa Uva rinuncia al direttivo provinciale L'ex assessore: «Ringrazio Fitto, Fucci e Ventola ma preferisco concentrarmi su Trani»
Rosa Uva si oppone all'immissione sul mercato di olio tunisino Rosa Uva si oppone all'immissione sul mercato di olio tunisino «L'amministrazione assuma ogni iniziativa utile di tutela»
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.