Bar, caffè
Bar, caffè
Attualità

Ragazzi autistici allontanati da un bar, un cittadino tranese: «Il titolare chieda pubblicamente scusa»

Giovanni Doria indignato rivolge un appello al gestore dopo le pesanti accuse

Riceviamo e pubblichiamo l'appello di un cittadino di Trani, Giovanni Doria, in merito l'episodio riguardante un gruppo di ragazzi autistici allontanato dai tavoli di un bar dal titolare.
«Al responsabile del bar in oggetto che qualche giorno fa ai suoi tavoli ha umiliato un gruppi di ragazzi e ragazze autistici accompagnati dai volontari dell'associazione ConTeSto che hanno denunciato attraverso un loro intervento pubblicato su TraniViva. Sono un semplice cittadino tranese, esprimo la mia piu sincera solidarietà ai ragazzi ed alle ragazze autistiche che l'altro ieri hanno subito un comportamento discriminatorio presso i tavolini di un bar di Trani. Indignato da questa notizia assurda per il grave comportamento del responsabile del bar, o chi per lui, che reputo come minimo razzista e xenofobo verso dei ragazzi autistici che occupavano come normali clienti che attendevano di consumare un gelato ai tavoli pagando normalmente il conto ed accompagnati dai volontari dell'associazione ConTeSto che per correttezza verso l'attività non ne rivela il nome per scelta nel loro articolo denuncia. Non si può accettare che in una città cone Trani a vocazioni turistica si verifichino tali comportamenti non professionali e ineducati verso clienti paganti affetti da grave patologia invalidante anziché rispettarli e dargli dovuta precedenza.

Non è antico, è immorale per un esercente al pubblico. Non è tollerabile il suo comportamento discrminatorio ed umiliante verso giovani clienti autistici. Come tanta atra gente indignata avrei voluto conoscere il bar di cotanta arroganza, disciminazione e disprezzo verso questi ragazzi e ragazze e per evitare di fermarsi presso quel ignoto bar dove si è consumata la discriminazione da parte del responsabile e/o chi per lui. Avrei voluto il boicotaggio di quella attività. Ma per rispetto della scelta fatta dagli operatori volontari dell'associazione ConTeSto di mantenere l'anonimato sul bar in questione, chiedo anche a nome, se posso permettermi, di tutti i cittadini indignati di questo grave comportamento di fare appello al proprietario o al gestore responsabile dell'anonimo bar a che rifletta coscientemente molto sul suo comportameto discrminatoro e chieda scusa pubblicamente ai ragazzi ed alle ragazze, ai loro assistenti volontari dell'associazione ConTeSto, poi a tutti i cittadini tranesi ed a tutti gli esercenti di ristoro di trani umiliati anche loro da, questo gestore attraverso mezzo stampa ad altro canali di comunicazione pubblici pur mantenendo l'anonimato. Senza ma e senza se, senza giustificazioni e ragioni da contrapporre. Qualsiasi essa fosse la ragione e la giustificazione di tale comportamento raccogliete non è assolutamente giustificabile verso ogni cliente e sopratutto verso persone fragili. È segno di intolleranza, cattiva educazione e non è dignitoso trattare la gente così anche per la sua attività pubblica».
  • Attualità
Altri contenuti a tema
Al Senato la seconda edizione del "Premio Vittoria" dell'Osservatorio Ops di Trani Al Senato la seconda edizione del "Premio Vittoria" dell'Osservatorio Ops di Trani Un prestigioso riconoscimento a personalità di spicco italiane e non
1 Il vecchio e il mare: il nuovo trabucco negli occhi di chi settant’anni fa vi andava a pescare Il vecchio e il mare: il nuovo trabucco negli occhi di chi settant’anni fa vi andava a pescare Memorie e nostalgie riprendono vita quando pezzi di storia della città risorgono nei luoghi da dove erano scomparsi
1 Si è spenta la luce di Martina Luoni: lottando contro il cancro era stata testimonial della campagna anticovid Si è spenta la luce di Martina Luoni: lottando contro il cancro era stata testimonial della campagna anticovid Aveva vissuto a Trani, dove aveva promesso di tornare, appena guarita
8 Concerti in piazza Duomo e centro storico, Trani finisce nel "mirino" de La Stampa Concerti in piazza Duomo e centro storico, Trani finisce nel "mirino" de La Stampa Un articolo sul noto quotidiano nazionale non risparmia giudizi sulla gestione della nostra bellezza artistica famosa nel mondo
Baia dei Pescatori, ripulito il tratto di spiaggia libera Baia dei Pescatori, ripulito il tratto di spiaggia libera L'intervento dopo l'articolo di denuncia di Traniviva
Patrick Zaki, cittadino onorario di Trani,  resta in carcere: rinnovata la custodia cautelare Patrick Zaki, cittadino onorario di Trani, resta in carcere: rinnovata la custodia cautelare Lo studente si trova in carcere in Egitto in condizioni disumane. A giugno gli fu conferita la cittadinanza onoraria tranese
Le agognate vacanze non sono per tutti: ma è davvero quella la felicità?  Le agognate vacanze non sono per tutti: ma è davvero quella la felicità?  Gli psicologi rassicurano: “L’importante è ricostruire e mantenere la quotidianità e ritagliare momenti per stare bene con sé stessi e coltivare le proprie passioni”
Non si è mai troppo grandi per tornare a scuola, il racconto dello studente Antonio Cioce Non si è mai troppo grandi per tornare a scuola, il racconto dello studente Antonio Cioce Pasticciere di 51 anni, frequenta l'Istituto Aldo Moro
© 2001-2021 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.