Rino Negrogno a Bisceglie per testimoniare contro la violenza infantile
Rino Negrogno a Bisceglie per testimoniare contro la violenza infantile
Eventi e cultura

Rino Negrogno a Bisceglie testimonial contro la violenza sui bambini

All'incontro ha preso parte anche la professoressa tranese Anna Caiati

Nell'accogliente cornice del Museo Diocesano, nel cuore del borgo antico di Bisceglie, accanto alla cattedrale romanica, si è tenuto, grazie all'accoglienza del direttore Giacinto Lanotte, l'incontro "Mezze Parole" organizzato per il "Movimento per l'Infanzia" da Maria Angela Amato e Valentina Ingrosso, di un movimento culturale del Salento. Nel corso dell'evento è stata "suggerita" ai presenti la consapevolezza, accolta con sensibile partecipazione, a una verità precaria: quella d'innumerevoli infanzie violate. I bambini sono purtroppo troppo deboli per difendere i propri diritti e inesperti per poterne intravedere possibili violazioni. Ancora oggi, forse con maggiore emergenza, secondo Girolamo Andrea Coffari, presidente del Movimento per l'Infanzia, occorre un nostro forte ascolto e un altrettanto energico supporto affinché sia rotto quel silenzio che avvolge tale verità e possano emergere i diritti dell'infanzia, per non essere più disattesi.

La professoressa Marcella di Gregorio, referente didattica del Museo Diocesano di Bisceglie, ha illustrato i progetti per l'infanzia a Bisceglie e in particolare i laboratori didattici al Museo che, in collaborazione con le scuole, consentono il libero esprimersi della creatività dei bambini, le cui opere sono esposte per la visione da parte dei visitatori. La professoressa e psicoterapeuta dell'Infanzia Anna Caiati, dell'Università di Bari, ha illustrato i suoi progetti a Trani, ispirati anche alla sua lunga amicizia con Movimento per l'Infanzia, quindi il suo impegno lì dove l'infanzia sia talvolta violata in ambito educativo o familiare.

L'Avv. Girolamo Andrea Coffari, dopo aver cantato la delicata canzone "Il sogno di Luciano", inno del suo movimento, ha analizzato le origini storiche dello sfruttamento e dei maltrattamenti minorili, illustrandone le tracce persistenti nel mondo d'oggi, nella nostra civiltà dei diritti. Ha commosso i presenti con la storia del suo Movimento e delle motivazioni per cui si occupa d'infanzia anche nella sua attività professionale di avvocato. Ha parlato di "I diritti dei bambini un debito con la storia", "Mio figlio Andrea", e della sua prossima pubblicazione "Rompere il Silenzio".

Nell'opera esaminerà anche i richiami all'accoglienza dei bambini, presenti negli insegnamenti di Gesù nel Vangelo. Inizialmente non ebbero un largo seguito nella Chiesa, ma furono ripresi da san Clemente Alessandrino, definito il primo pedagogista e umanista nella storia. Il mondo classico non mostrava alcuna sensibilità per l'età infantile, contro questa mentalità e in polemica con lo gnosticismo che disprezzava i bambini, san Clemente scrisse in loro difesa. Nel calendario dei santi era venerato il 4 dicembre.

Sguardi sempre più partecipi e commossi hanno seguito le poesie del poeta dottor Rino Negrogno: "Come spiegarlo ai bambini", "Cara Anna Frank mi chiamo Anaan Al Faran" e infine "Che pace" dalle sue opere "Controra" e "Interludio", Gruppo editoriale l'Espresso, di recente pubblicazione. Le poesie sono state suggestivamente accompagnate al pianoforte dello stesso avvocato Andrea Coffari e interpretate anche dall'insegnante Vittoria Magarelli, presidente dell'Azione Cattolica di Bisceglie.

Con "Che pace" è stato esteso l'invito a un mondo silenzioso di suoni, quelli dell'ascolto al "rosso, verde e giallo luminoso di parole", le parole e le Mezze Parole dispiegate e accolte in questa intensa serata.
Evento Mezze Parole al Museo Diocesano di BisceglieEvento Mezze Parole al Museo Diocesano di BisceglieEvento Mezze Parole al Museo Diocesano di BisceglieEvento Mezze Parole al Museo Diocesano di BisceglieEvento Mezze Parole al Museo Diocesano di BisceglieEvento Mezze Parole al Museo Diocesano di Bisceglie
  • Rino Negrogno
Altri contenuti a tema
L'infermiere-poeta, lo chiamano così Rino Negrogno L'infermiere-poeta, lo chiamano così Rino Negrogno E domenica presenterà il suo nuovo libro "Il Miracolo"
Rino Negrogno presenta il suo primo romanzo, "Interludio" Rino Negrogno presenta il suo primo romanzo, "Interludio" Appuntamento questa sera presso la libreria Luna di Sabbia
Quel sorprendente Interludio Quel sorprendente Interludio L’opera prima di Rino Negrogno. La recensione di Giovanni Ronco
Mazzilli (Sel), strigliata a Santorsola e Negrogno Mazzilli (Sel), strigliata a Santorsola e Negrogno «Sono considerazioni a carattere personale, non sono autorizzati a parlare per Sel»
Luci ed ombre delle primarie: le considerazioni di Negrogno e Santorsola Luci ed ombre delle primarie: le considerazioni di Negrogno e Santorsola «Non vi salta in mente che la vittoria di Bottaro possa non essere stata un complotto?»
"Caso bimbi Rom", Negrogno (Sel) plaude al comportamento del Dirigente "Caso bimbi Rom", Negrogno (Sel) plaude al comportamento del Dirigente «Siamo razzisti tra di noi, figuriamoci con gli zingari»
Negrogno nel paese delle "stranezze" Negrogno nel paese delle "stranezze" Il responsabile Sel attacca l'amministrazione su gestione discarica e proposta di termovalorizzatore
Sono preoccupato per i figli "normali" Sono preoccupato per i figli "normali" Rino Negrogno contro lo scetticismo sulle adozioni da parte degli omosessuali
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.