Ivan Scalfarotto. <span>Foto Ida Vinella</span>
Ivan Scalfarotto. Foto Ida Vinella
Politica

Scalfarotto: «I ristoratori vanno aiutati. Dobbiamo difendere migliaia di posti di lavoro»

Il candidato presidente della regione Puglia commenta la dichiarazioni della vice Ministra Castelli

"Dobbiamo essere al fianco dei ristoratori, dei commercianti e dei titolari di pubblici esercizi che in questo delicatissimo momento storico stanno sopportando sacrifici enormi per salvare le loro attività frutto di investimenti e sacrifici. Con il solito impegno e il loro prezioso lavoro stanno salvando tanti posti di lavoro e anche per questo vanno incoraggiati e aiutati, il Covid ha cambiando il mondo e dunque di conseguenza anche i modelli di business che dobbiamo incoraggiare per integrare nuove attività" così Ivan Scalfarotto candidato presidente della regione Puglia commenta la dichiarazioni della vice Ministra Castelli.

Scalfarotto prosegue: "In Puglia, in particolare, il comparto della ristorazione è storicamente un punto di forza essenziale per l'identità e l'attrattività della nostra regione, che oltre ai numeri - fatturato, valore aggiunto e occupati - esprime anche grandi valori sociali, culturali, storici e antropologici. È un settore decisivo che valorizza due nostre fondamentali filiere strategiche come l'agroalimentare e il turismo".

"Purtroppo" conclude Scalfarotto "dobbiamo superare una certa cultura populista che prevede un vero e proprio disprezzo del lavoro, del sacrificio, del talento delle persone a favore di una decrescita (in)felice che ci vuole portare ad essere tutti poveri allo stesso modo. Io penso che sia questa la partita più importante: vincere per creare le condizioni migliori per crescere e produrre posti di lavoro, facendo tornare la Puglia a correre nel rispetto assoluto sempre della legalità".
  • Ivan Scalfarotto
Altri contenuti a tema
Scalfarotto: «Basta tabù, apriamo le porte a ricerca, istruzione e tecnologia anche in Agricoltura» Scalfarotto: «Basta tabù, apriamo le porte a ricerca, istruzione e tecnologia anche in Agricoltura» Il candidato presidente dichiara: «Con noi la Regione punterà su formazione e ricerca»
3 Carlo Calenda, sì a Scalfarotto e no ad Emiliano: «Tra i peggiori populisti» Carlo Calenda, sì a Scalfarotto e no ad Emiliano: «Tra i peggiori populisti» Il leader di Azione: «Il governo? Bravissime persone, ma semplicemente non hanno mai gestito nulla»
Scalfarotto: «La disfatta sulle donne segna la fine dell'esperienza politica di Emiliano» Scalfarotto: «La disfatta sulle donne segna la fine dell'esperienza politica di Emiliano» Il candidato presidente per Italia Viva, Azione e +Europa, commenta l'esito dell'ultimo consiglio regionale
1 Puglia, Scalfarotto: «La lotta alla mafia è la prima delle nostre priorità» Puglia, Scalfarotto: «La lotta alla mafia è la prima delle nostre priorità» Il candidato governatore: «La politica pugliese smetta di voltare lo sguardo dall'altra parte»
Scalfarotto su bonus Start: «Ritiriamolo, servono procedure chiare e semplici per tutti» Scalfarotto su bonus Start: «Ritiriamolo, servono procedure chiare e semplici per tutti» Il candidato governatore: «I professionisti pugliesi e la Puglia tutta meritano di meglio»
3 Regionali 2020, Scalfarotto: «Emiliano e i 5Stelle sono la stessa cosa» Regionali 2020, Scalfarotto: «Emiliano e i 5Stelle sono la stessa cosa» Il candidato governatore: «Noi abbiamo visione opposta della Puglia»
Scalfarotto si presenta a Barletta: «Certa politica è la zavorra della Puglia» Scalfarotto si presenta a Barletta: «Certa politica è la zavorra della Puglia» Il candidato alla presidenza della Regione ha avviato la sua campagna elettorale con Maria Elena Boschi, Teresa Bellanova e Benedetto della Vedova
Si inizia da Barletta, oggi Scalfarotto presenta la sua candidatura Si inizia da Barletta, oggi Scalfarotto presenta la sua candidatura All’evento di questo pomeriggio (ore 18:00) prenderanno parte anche Maria Elena Boschi e Teresa Bellanova
© 2001-2020 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.