Nuovi uffici Amiu
Nuovi uffici Amiu
Politica

Scissione di comparti in Amiu, le precisazioni della lista civica guidata da Tommaso Laurora

«E' in contrasto con l'atto di indirizzo del Consiglio Comunale per mancanza dei presupposti»

Abbiamo notizie di prosecuzione dell'Iter di scissione tra AMIU Impianti e AMIU Servizi, posto in essere in modo tardivo e inopportuno da parte di una amministrazione che sta per esalare i suoi ultimi respiri. Questa scissione venne deliberata, quale atto di indirizzo, dal Consiglio Comunale con provvedimento n.27 del lontano 4/5/2016. Dobbiamo tornare sull'argomento.

Con la scissione per scorporazione, il ramo impiantistico diverrebbe autonomo rispetto al ramo servizi, il tutto nell'ambito della ristrutturazione strategica della azienda, strutturata sulla base della situazione economica, finanziaria e strategica di alcuni anni fa. È bene ricordare alla cittadinanza che AMIU Impianti, a seguito della chiusura della discarica (quindi priva di flussi di cassa in entrata) venne definita nel predetto provvedimento come "bad company", nella quale far confluire tutti i rischi collegati ad un ramo impiantistico ormai improduttivo e a rischio collasso finanziario.

Per consentire ad AMIU Impianti di poter ottenere una propria redditività, nell'ambito della ristrutturazione strategica aziendale vennero conferite ad AMIU s.p.a. la Ricicleria e l'Isola Ecologica, affinché il loro utilizzo potesse attivare processi economici virtuosi, in grado di sostenere l'azienda AMIU Impianti a scorporarsi.

Tale conferimento si inquadrava anche nel Piano Industriale di AMIU s.p.a. 2015-2020, il quale prevede investimenti per il rilancio della attività aziendale attraverso lo sviluppo della Ricicleria, ovvero la realizzazione di un impianto di compostaggio per la valorizzazione della FORSU, e relativo recupero energetico, e la realizzazione di un sistema integrato di gestione dei servizi per la valorizzazione economica dei rifiuti, sia come materiali recuperabili che come fonte di energia.

In altre parole la "bad company" AMIU Impianti non dovrebbe nascere per essere posta in liquidazione, come sicuramente oggi avverrebbe, ma dovrebbe essere basata su un adeguato piano di risanamento e sviluppo, consentendo per altri versi ad AMIU Servizi di poter operare "in house".

Successivamente, negli anni, malauguratamente si è verificato un totale inadempimento in ordine alle previsioni di investimenti per il potenziamento e sviluppo della parte impiantistica, la quale è rimasta così come venne conferita all'AMIU s.p.a nel 2016. Non solo! Il fondo del post esercizio, che andrebbe attribuito al ramo Impianti, risulta notevolmente diminuito in conseguenza del relativo utilizzo per il prelievo del percolato, autorizzato con autonoma ordinanza del sindaco, che si sarebbe comunque potuto evitare se fosse stato realizzato per tempo, invece che con inspiegabile e colpevole ritardo, il capping di copertura della discarica.

Sono stati spesi milioni di euro per questa negligenza, che un giorno il Comune di Trani potrebbe essere chiamato a reintegrare. Altro che risanamento delle casse comunali! Con tale situazione risulta evidente che scorporare oggi il ramo Impianti, oltre ad essere in contrasto con l'atto di indirizzo del Consiglio Comunale per mancanza dei presupposti, vuol dire metterlo consapevolmente in liquidazione e acquisibile da chi non si sa, favorendo in tal modo azioni speculative di non poco conto e la perdita di beni immobili pubblici.

Per tale motivazione, e in considerazione che la consigliatura è ormai in scadenza, è necessario che chi deve fermarsi lo faccia, altrimenti qualcuno potrebbe chiedersi come mai un adempimento previsto dal 2016 venga posto in essere tre anni e mezzo dopo, nonostante l'evidente assenza dei presupposti.

Trani è già diventata negli ultimi anni territorio di conquista in tutti i settori, in modo esplicito ed in modo occulto, e vi sono iniziative in corso di altre autorità. Si eviti di incrementare tali iniziative, per il buon nome della città.

Tommaso Laurora
Anna Maria Barresi
Giovanni Loconte Italia in Comune

Roberto Gargiuolo
Annamaria Di Bari Trani Decide

Cosimo Nenna
Giuseppe Lamonaca La Trani Che Vogliamo

Rosa Uva Buongoverno

Tiziana Tolomeo Fronte Democratico
  • Amiu Trani
Altri contenuti a tema
Amiu, sono online gli esiti delle prove preselettive Amiu, sono online gli esiti delle prove preselettive Pubblicati i punteggi di tutti i candidati
1 Operazione Amiu-Sia, Santorsola difende l'operato di Amministratore unico e Amministrazione comunale Operazione Amiu-Sia, Santorsola difende l'operato di Amministratore unico e Amministrazione comunale Ma precisa: «Comprensibile la protesta di alcuni consiglieri per aver ricevuto la notizia delle trattative attraverso social media»
Amiu subentra ad una società in fallimento? Lima (FdI-An): «La questione merita la massima attenzione» Amiu subentra ad una società in fallimento? Lima (FdI-An): «La questione merita la massima attenzione» Dovrebbe assorbire circa 200 unità lavorative di SIA Srl. Il consigliere chiede un Consiglio straordinario
Concorsi Amiu: prove preselettive il 26, 27 e 28 novembre Concorsi Amiu: prove preselettive il 26, 27 e 28 novembre Entro lunedì 11 novembre 2019 saranno pubblicati calendario e foglio istruzioni
Lotta alle polemiche, Amiu ripulisce la città a tempo di record Lotta alle polemiche, Amiu ripulisce la città a tempo di record Pulizia delle strade e rimozione dei rifiuti pochi minuti dopo la fine della kermesse sportiva
Topi, blatte e sporcizia ma la Tari a Trani è sempre alta Topi, blatte e sporcizia ma la Tari a Trani è sempre alta De Simola (Italia in Comune): "Amministrazione comunale e Amiu concordino una seria pianificazione aziendale"
Borracce in alluminio per i piccoli studenti di Trani Borracce in alluminio per i piccoli studenti di Trani L'iniziativa è di Amiu e Comune di Trani
Amiu, entro il 30 settembre la pubblicazione delle banche dati delle prove preselettive Amiu, entro il 30 settembre la pubblicazione delle banche dati delle prove preselettive Sarà pubblicato l’elenco dei candidati ammessi a sostenere la prova
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.