Scuola Papa Giovanni
Scuola Papa Giovanni
Scuola e Lavoro

Scuole, il Mef autorizza 5 mila posti in meno rispetto quelli annunciati

Turi (Uil): «Sintomo chiaro che sulla scuola si voglia fare cassa»

La mossa di oggi del MEF è il sintomo chiaro che sulla scuola si voglia fare cassa. Ridurre l'autorizzazione chiesta dal ministro di 5000 posti, palesa l'intenzione di tagliare posti di organico, sia pure per motivi legati alla denatalità. E' un errore.

La circostanza per cui la curva demografica flette – pone l'attenzione il segretario generale della Uil scuola, Pino turi – è piuttosto l'occasione per (ri)costituire le condizioni per un rilancio del sistema che a parole tutti vorrebbero fare, quando nei fatti scattano le forbici del MEF.Un principio che abbiamo fatto rilevare in sede di audizione parlamentare – continua Turi – proprio in relazione alla riduzione degli alunni per classe.

Se dovesse andare avanti la scelta del MEF, si ritornerebbe all'antico: la politica dell'austerità, una politica di restrizioni sulla scuola che equivale a ridurre gli investimenti, che in Italia, in termini di PIL sono già i più bassi dell'area euro. La scuola e il futuro di questo paese imporrebbero un incremento di risorse, investimenti che avrebbero nel tempo vantaggi economici e sociali.Ci auguriamo e rivendichiamo nei confronti del governo scelte di politica economica, coerenti con l'accordo sindacale di aprile.

L'Esecutivo ne tenga conto e approfitti del decremento delle nascite almeno per mantenere invariata la spesa destinata all'istruzione. Se non ora quando ci capiterà nuovamente un'occasione del genere? E' ciò che chiederemo al ministro e alla maggioranza che lo sostiene.

Immissioni in ruolo | Il dettaglio personale docente: posti comuni e posti sostegno

Infanzia: 4.082

Primaria: 6.897

I grado: 24.587

II grado: 23.082

Totale: 58.646 - 5000 tagliati dal MEF

53.646 Autorizzati.
  • Scuola
Altri contenuti a tema
Scuola, Uil: «Non esiste il vincolo quinquennale su sostegno per le immissioni in ruolo su posto comune» Scuola, Uil: «Non esiste il vincolo quinquennale su sostegno per le immissioni in ruolo su posto comune» Errore di valutazione dell'Usr Puglia, al via i ricorsi
Contributi libri di testo 2019/2020: proroga dei termini fino al 31 luglio Contributi libri di testo 2019/2020: proroga dei termini fino al 31 luglio Attivo un canale di assistenza e supporto tecnico
Scuole sicure, dalla Provincia oltre 33 mila per il Comune di Trani Scuole sicure, dalla Provincia oltre 33 mila per il Comune di Trani Sarano utilizzati per iniziative di prevenzione e contrasto dello spaccio di droga
La "Notte prima degli esami" è arrivata La "Notte prima degli esami" è arrivata L'indimenticabile giorno per i maturandi domani alle prese con la prima prova
Maturità 2019, lettera aperta dell’assessore regionale Leo agli studenti pugliesi Maturità 2019, lettera aperta dell’assessore regionale Leo agli studenti pugliesi «Il mio augurio è di affrontare l’esame con emozione e serenità, sfidando voi stessi e ottenendo quel che meritate»
“Cenerentola…una fiaba in movimento”: festa finale degli alunni della scuola Petronelli “Cenerentola…una fiaba in movimento”: festa finale degli alunni della scuola Petronelli Lo spettacolo è stato il punto di arrivo di un lungo percorso che ha visto i bambini impegnati per l’intero anno
"I bambini pensano diritti": alla D'Annunzio sipario sul progetto nazionale "I bambini pensano diritti": alla D'Annunzio sipario sul progetto nazionale Gli alunni hanno inviato all’Autorità del Garante tre nuovi diritti
Pulizia della costa: oggi a lavoro 25 alunni con il supporto dell'Amiu Pulizia della costa: oggi a lavoro 25 alunni con il supporto dell'Amiu Gaetano Nacci: «È fondamentale la collaborazione per diffondere la cultura ambientale»
© 2001-2019 TraniViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica telematica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TraniViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.